[BeBio#1]: Mi strucco facile! (o forse no XD)

Ho deciso di partecipare alla nuova iniziativa di Elenia/Miss Haul praticamente appena ho visto il suo post di presentazione; era da tempo che pensavo di scrivere qualcosa sulla mia routine che andasse al di là delle recensioni dei singoli prodotti che ogni tanto appaiono e che per forza di cose mancano del fattore sistematicità… ma non mi decidevo mai, e il tag sulla skincare che feci tre anni fa (qui) direi che è obsoleto!

Nella prima puntata andrò a parlarvi di come mi strucco e di quel poco che faccio dopo aver ripulito il mio viso da tutti i miei amati colori; devo dire che è stato proprio il processo di struccaggio il primo che mi ha visto cominciare a ricercare prodotti dagli inci più “puliti”, spesso ecobio.
Per anni sono andata avanti a furia di salviette struccanti per una questione di comodità mista a pigrizia; in più non utilizzavo né tonico né idratante perché beh… non ne avevo colto l’importanza, temo.
E in più mi truccavo pochissimo.
Con l’avvicinamento al magico mondo degli inci e il cambio degli ingredienti delle salviette che utilizzavo, che mi portò una grandiosa irritazione del volto decisi per forza di cose di cominciare con le sperimentazioni e passo dopo passo attualmente va così:

17.06.2014_01pr

STRUCCAGGIO

Preferisco utilizzare prodotti diversi per occhi e viso perché raramente ciò che scelgo per il volto va bene anche per i miei occhi sensibili, o per motivi di bruciori o di capacità di rimozione di tutto quanto ho su… paradossalmente, in questo periodo sono tornata al mio latte detergente preferito in assoluto (recensione qui), che in realtà andrebbe bene per entrambi gli scopi.
Ciò nonostante lo uso solo sul viso e per gli occhi vado col mio struccante preferito (recensione qui), che ahimé in zona non trovo e di cui faccio ricche scorte quando sono in trasferta al nord.

Entrambi i prodotti vengono utilizzati con i dischetti struccanti di Sephora; per un periodo ho provato l’alternativa del panno di microfibra (qui), ma è andata così male che son tornata sui miei passi D:

DETERSIONE

Ho deciso di includerla perché non concepisco di struccarmi senza lavarmi poi la faccia con tutto ciò che ne consegue!
Il detergente viso è forse l’elemento che cambio più spesso nella routine… ne ho diversi di fiducia (per esempio questo o questo), ma ogni tanto provo a sperimentare… negli ultimi mesi ho preferito prodotti in forma liquida perché una delle mie due modalità di rimozione abituale è diventato il dispositivo Luna prodotto dalla marca svedese Foreo (che ho ricevuto a scopo valutativo) per il quale tutto il resto semplicemente non si presta… e che mi sembra un pelino esigente pure con quelli liquidi (ne avevo accennato qui).
Del Luna non ho un’idea chiarissima se non che lascia una pelle super liscia e levigata senza arrossarmela; quando mi sentirò pronta ovviamente gli dedicherò un post come si deve!

La mia preferita però resta sempre la spugna Konjac (qui la recensione della versione di Kiko, che non è troppo dissimile dall’originale); quella in foto va decisamente cambiata ma non ho ancora avuto modo di procurarmi la sostituta ._.
Oltre ad essere più versatile del Luna (posso usarla infatti per rimuovere anche maschere e scrub) mi sembra che sia più efficace delle semplici mani nell’eliminare eventuali tracce di detergente dal viso… e non è schizzinosa sulla tipologia di detergente, per giunta.

17.06.2014_02pr

E DOPO?

La mia routine serale è veramente semplice (in verità anche la diurna lo è, immagino ve ne accorgerete seguendo questa rubrica)… in primis passo il tonico, che ha doppia funzione di eliminare prodotti che fossero sfuggiti nelle prime due fasi (a volte mi capita col mascara, se sono veramente stanca… o con matite da rima interna molto poco avvezze a lasciare il mio volto) e di ristabilire la tranquillità della mia pelle sensibile.
Mi capita infatti di frequente che l’effetto dell’acqua sulla stessa me la faccia tirare o che comunque sentire meno distesa, e il tonico lenisce tutto.
In foto ne vedete uno che mi è stato regalato da Rougesoucre; è uno spignatto e mi sta pure piacendo parecchio… quando terminerà proverò qualcosa di nuovo (rispetto al mio tonico dell’ammore, intendo. Review qui) perché ogni tanto ci vuole, solo dalle differenze possiamo renderci conto fino in fondo di cosa stiamo cercando per la nostra pelle.

Poi applico il contorno occhi, prodotto per me imprescindibile e che vedo tanto sottovalutato: ne ho due aperti, il che è stranissimo per me, ma non potevo fare altrimenti D:
Quello Antos lo sto trovando leggerino, specie come base trucco, e per il mio contorno occhi a tendenza secca ciò costituisce un problema.
Il Biofficina l’ho preso post innamoramento da campioncino e mi sta sembrando davvero validissimo e forse è ancora migliore del mio preferitissimo finora, ma non mi voglio sbilanciare fino in fondo. Per ora XD

Completo la routine con burrocacao sulle labbra (al momento ancora il Legami di cui si parlava qui) e sul volto un siero idratante che utilizzo da anni e che ho dovuto un po’ imparare come gestire sulla mia pelle, perché in combinazione con una crema risulta spesso troppo (tranne se sono malata), ma da usato da solo la aiuta nell’aspetto dell’idratazione, non mi sveglio con la pelle che tira il che per me non è poco.

Non aggiungo davvero altro, per cui passo a voi la parola!
Avete una routine di struccaggio?
Prodotti in comune?
E il “post” rimozione trucco come lo gestite?

Comments

  1. Sono davvero felice di poter leggere il tuo #mistruccofacile e scoprire quali e quanti prodotti usi *_* Anzitutto ho tirato un sospiro di sollievo alla vista della tua konjac. Pensavo che la mia fosse già in fin di vita, ma dal confronto è ancora una giovincella :D Mi stuzzica quel detergente Omia Botanica e considerando che nel mio acqua e sapone il brand è venduto potrei provarlo :) Il contorno occhi di Biofficina c’è l’ho anche io *_* Non appena finisco il Maternatura, che si rigenera la notte, inizio subito la sperimentazione; anche perchè le rughette non tardano a mostrarsi ç__ç

    • ^_^
      In realtà il momento di cambiarla dipende più dalla perdita di elasticità/eventuali muffe che altro. La mia non ha muffe di sorta però si è spaccata ed essendo in uso da tre mesi li sente tutti… volevo comprare il rimpiazzo a Roma ma non ci sono riuscita, ora sono scissa tra il prenderla da Kiko (in modo da vedere se la loro sia cambiata nel tempo) oppure ordinarla online… perché quando comincia a non essere più morbidissima addosso non è una bella cosa ecco XD

      Maternatura è un bran che prima o poi esplorerò… questo ho dovuto prenderlo perché l’Antos sotto al correttore con ‘sto caldo è inutile D: e anche se mi scoccia averne due aperti l’alternativa era pieghette per mesi… no ç_ç

      Ecco io invece l’ho preso in un supermercato lontano da casa perché nel mio hanno il marchio ma non ‘sto prodotto. Ma ero curiosa e quindi… eccoci qua XD
      Misato-san recently posted…Natsu no namae (feat. Nabla Cosmetics)My Profile

  2. Fitocose è un marchio che mi incuriosisce e che vorrei provare, tanto più che quello che sto usando ora non mi fa impazzire. Il Maisenza, invece, pur avendo un profumo meraviglioso, non mi ha entusiasmato come Erba Libera, molto più adatto alla mia fronte lucida. Che siero idratante usi? Io li ho aboliti perché finivano per essere troppo per la mia pelle.

    • Io lo amo particolarmente!

      A me Maisenza un po’ manca, non l’ho ripreso perché sarebbe totalmente inadatto al Luna e per tenerlo chiuso… anche no XD
      Erbalibera mi manca ma potrei provarlo in effetti! (anche se pure questo credo che sia inadatto al Luna, devo riguardarlo bene in bottega)

      Quello nella foto, Jalus Plus!
      Ma solo di sera, di giorno preferisco la crema, funziona meglio col fondo minerale :D

  3. Il gel detergente alla rosa mosqueta di Omnia Botanica mi piace un mondo <3 lo sto usando anche io.
    LaDamaBianca recently posted…Unghie del Mese – Wedding NailsMy Profile

  4. Devo assolutamente provare il contorno occhi Biofficina. Ma è troppo corposo?
    Country Rose recently posted…Review – Perfect Eyes Waterproof Eyeliner di Too FacedMy Profile

  5. io il contorno occhi di Biofficina lo amo alla follia, come del resto tutti i loro prodotti :)
    come ben sai anche io dopo lo struccaggio procedo con la detersione..non posso pensare di andare ad applicare creme, cremine e cremette senza aver lavato il viso. Per quanto i prodotti che uso per struccarmi siano molto validi, resto dell’idea che qualche impurità resti sempre, quindi ben venga una bella lavata..
    Vanessa | So Fashion recently posted…[DIY] Base viso per l’estateMy Profile

  6. Sto seguendo con interesse tutti i blog che partecipano a questa rubrica per prendere spunto sui prodotti esistenti, visto che fino a poco fa mi affidavo a prodotti poco verdi. Nell’ultimo periodo mi sto trovando molto bene con il latte detergente antos, seguito da detersione con una buona saponetta e infine il tonico astringente antos, con questo metodo sto tenendo abbastanza a bada la lucidità che era la mia croce delle scorse estati. Se ne sento il bisogno, a volte applico un po’di crema all’aloe saponaria che è molto leggera. Mi appunto la crema contorno occhi biofficina per un futuro acquisto ;)

  7. Il contorno occhi di Antos, lo sto provando in questi giorni.. per ora mi piace e anche tanto, le mie borse stratosferiche sono più sgonfie.. però il mio contorno non è secco quindi mi piace anche la consistenza leggera :)
    MissRedHair recently posted…[BeBio#2] Fuori la faccia!!My Profile

  8. Scheggia says:

    Il contorno occhi di Antos è uno dei prossimi che voglio provare dopo quello di Delidea, ma ovviamente il contorno occhi è uno di quei prodotti che non termina mai >.<

    Lo struccante di Vivi verde volevo provarlo quando scoprii questa marca, ma poi lessi diversi pareri negativi (essenzialmente che bruciava gli occhi) e non l'ho più comprato, ma penso di farlo almeno per togliermi il dubbio.

  9. Quel contorno occhi di Biofficina Toscana…sono stata tentata di prenderlo, ma poi ho optato per quello al melograno Dr Organic. Sono curiosissima di leggere un tuo parere più approfondito!
    Federica – Ecobiopinioni recently posted…Biofficina Toscana: deo crema freschezza agrumataMy Profile

  10. Per lo struccaggio, ancora non ho trovato una via unica; cambio spesso. Fino a poco tempo fa usavo un latte detergente, ma alla fine l’inci davvero brutto me lo ha fatto abbandonare. Ho usato il tonico Viviverde come acqua micellare, per finirlo, e mi trovavo bene. Adesso ne uso una vera e propria, quella della So’Bio, e mi piace. Tendo ad usare un unico prodotto per occhi e viso. Al momento però, per gli occhi, faccio un pò di bifasico fai da te con la micellare e un olio, perchè da sola non basta per il mascara. Quindi la ricerca e i cambiamenti non sono finiti.
    Mi lavo sempre anche io dopo lo strucco, lo trovo di primaria importanza. Uso o un gel detergente, o una saponetta. Alle volte accompagno il tutto massaggiando una spugnetta di TBS che fa uno scrub. Prima o poi voglio provare la konjac :).
    Dopo di che passo il tonico, o meglio, lo spruzzo. Preferisco questa modalità.
    Infine passo la crema o siero del periodo. Riguardo il contorno occhi, ho smesso di usarlo. Quello che ho provato mesi fa, di Fitocose (prima esperienza con un contorno occhi), si è rivelato disastroso. Mi sono riempita di grani di miglio come non mai, senza altri effetti purtroppo. Ero convinta che a farmeli venire fossero solo i correttori siliconici, invece pare che sia proprio una zona delicata per me. Infatti, da quando iniziai a usare pochissimo correttore bio in una zona ristrettissima, la più scura, non su tutta l’occhiaia, erano quasi spariti. Ma poi, come dicevo, sono ritornati più che mai. Per il futuro vedrò se riprovare ancora, anche per rendermi conto se è stata colpa del prodotto o meno, ma non è detto che al mio contorno occhi piaccia avere sopra troppi prodotti, qualsiasi essi siano.

    • A me l’acqua micellare fa paura, le due che ho usato le ho trovate terrificanti e ho dovuto abbandonarle (una era la Bioderma che il mondo sembra amare. Uno dei prodotti più brutti che la mia pelle abbia incontrato)… ogni tanto ho pensato a una bio ma non so se troverò mai il coraggio di riprovarci…

      Per gli occhi io sono stabile così da ben più di un anno, faccio scorta e in più ho timore a cambiare per paura di beccare qualcosa che mi dà bruciore (come è successo le ultime tre volte che ho provato a “tradire” l’amico ViviVerde)… è per il viso che qualcosa provo e ho più di un preferito ^^

      Lavare dopo sempre è d’obbligo anche per me!
      nel mio caso saponetta vade retro, come spiegavo più su ho provato vari saponi ma sono troppo aggressivi, troppo…

      Sul discorso contorno occhi dovresti capire che tipo di ingredienti ti porta il problema. Io non posso farne a meno, zona troppo secca, non potrei mettere il correttore e se lo dimentico la sera (una volta l’anno succede) mi sveglio malissimo la mattina.
      Misato-san recently posted…Top(&worst) May 2014 edition (Prodotti preferiti e s-preferiti di maggio 2014) – parte 1/2 – worst con (mini) reviews #teammostplayed My Profile

  11. Gli step sono quelli, i prodotti sono diversi..come spugna sto provando un campioncino di cose della natura inviatomi con un vecchio ordine ecco verde..Mi piace, pulisce bene e la grana della pelle è molto più fine! Tanto che sto per fare un ordine di sole spugne in pratica!!!:D

  12. anch’io uso struccanti diversi per occhi e per viso… per gli occhi utilizzo un bifasico, mentre per il viso un latte detergente!!! ^.^

    anche per me il contorno occhi è imprescindibile… ;) e ne ho aperti due anch’io… uno è di dermolab e l’altro è di weleda… quello di weleda per il periodo invernale è ottimo!! adesso sarebbe un po’ sprecato, dato che durante l’estate il mio contorno occhi non è secco quanto lo è nei mesi più freddi, quindi ne uso uno meno corposo (ma comunque valido!!!)… :)
    Serena-Specchiodellemiebrame recently posted…NOTW: Disco LemonMy Profile

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: