[BeBio#6]: giù la testa! – capelli che ossessione!

Siamo giunti all’ultimo (? per ora!) appuntamento della rubrica be bio; si parla di capelli che è un campo dove il bio va fortissimo da me da diversi anni… anzi, subito dopo il burrocacao il primo ambito dove mi sia applicata davvero son state proprio le mie chiome.
Il motivo di tale interesse è dovuto al fatto che con gli shampoo tradizionali da supermercato non ottenevo risultati decenti: la mia cute appariva sporca con poco, avevo episodi di forfora, i capelli sembravano pesantissimi… leggevo esperienze in giro e tante persone che lamentavano capelli grassi sembravano trovarsi bene con una routine senza siliconi.
Pian piano mi son convinta, son partita da prodotti da super con inci buono e quando mi son sentita pronta ho fatto il “passaggio” al bio. Dopo anni non sono ancora pentita.
Vi racconto brevemente cosa utilizzo in questo periodo, per altre info e curiosità potete recuperare il tag “come curo i miei capelli” qui :D

Step 1: pulizia

Be bio 6 - haircare

Dai tempi delle medie uso alternare uno shampoo delicato o per lavaggi frequenti ad uno specifico per il mio tipo di capello; fu suggerimento di un’amica e già in tale modo persino nei periodi più neri non è mai andata malissimo.
La mia chioma mal sopporta prodotti in maniera continuativa, usarne due diversi la aiuta un bel po’.

Ho incluso nella foto sia gli shampoo attuali che uno da aprire: quello Antos Cosmesi Naturale per capelli grassi sta finendo (e mea culpa mea culpa continuo a dimenticarmelo per i most played), mi è piaciuto parecchio e tra l’altro coi suoi 4 euro di costo credo sia lo shampoo ecobio più economico che abbia provato finora.
Tuttavia lo sostituirò col Bioearth per capelli grassi perché dopo la scroccoprova di tanto tempo fa mi era rimasta la curiosità di soddisfarla.
Mi pentirò o no?
Lo scopriremo solo vivendo XD

Il Bioearth per capelli delicati è invece una presenza praticamente fissa nel cassetto (nonché nei beauty delle vacanze/dormite fuori casa) da 4 anni credo, mese più mese meno.
Ed è il mio shampoo preferito, mi lascia sempre dei capelli meravigliosi!

Ho incluso anche lo skikakai (info qui) perché, benché in polvere, è uno shampoo a tutti gli effetti.
E’ adattissimo alla cute grassa perché ha azione seboregolatrice, ha un odore meraviglioso fruttato e ogni volta che lo utilizzo vorrei solo essere più costante.

Un elenco dei post dove si parla di shampoo e affini potete reperirlo qui

Step 2: morbidezza

Be bio 6 - haircare

Questa voce è facile: Splend’or al cocco.
Che è il solo prodotto per capelli non ecobio (ma con inci buono) che entra in casa da anni, in verità lo utilizzo da due decenni, ogni tanto qualche amica si stupisce che sia da così tanto, ma quando ero piccola esisteva già e la prima volta che l’ho comprato c’era Sailor Moon in tv e Laguna (catena di profumerie che negli ultimi 7-8 anni è stata rilevata da Sephora) aveva appena aperto in città. Ed ero già una odore-di-cocco addicted (solo crescendo ho scoperto che era un po’ finto però continua a piacermi, misteri del mio naso!)

Ho indicato la voce come morbidezza perché io ho raramente avuto bisogno di condizionanti nella mia vita: se avete bisogno di consigli per capelli che si annodano e simili non guardate me, avevo problemi sono quando erano lunghissimi (al sedere) e li ho risolti con un taglio drastico!
Lo Splend’or al cocco è un valore aggiunto rispetto a determinati shampoo, me li lascia morbidi al tatto e lucidi alla vista, cosa che apprezzo tantissimo. A volte influisce anche su quel poco di volume che intravedo.

Tutti i balsamo per capelli che ho provato sono qui

Step 3: colore e dintorni

Be bio 6 - haircare

Qui la fa da padrone l’henné, che ho cominciato ad applicare sui capelli su base mensile da aprile 2013.
L’ho scelto per intensificare i miei riflessi rossi naturali, per coprire eventuali sporadiche apparizioni bianche e nella speranza che seccasse un po’ la cute (un tema ricorrente, me ne rendo conto).
Sono partita dal Jamila (info qui) che vedete in foto, poi sono passata a quello caldo di Le erbe di Janas (info qui) che per me ha anche una reperibilità migliore.
Li amo entrambi, sono tutti e due puri (aka senza picramato), facili da lavorare e prendono piuttosto bene sul mio capello.
Li preparo con una miscela di camomilla e limone, che è proprio la mia versione base del tutto.

A volte aggiungo al composto anche della Robbia, ma non posso dire di amarla. Accentua il rosso ma non attecchisce bene sul capello e scarica tantissimo, sto cercando di finirla da quasi un anno ma non sono costante per via del feeling che non è nato tra di noi.

Altre volte invece Methi aka il fieno greco, dovrebbe essere un anticaduta. Anche qui poca costanza (non ho ancora capito quale tra lui e la Robbia mi dia prurito e se c’è qualcosa di poco motivante per la mia capoccia quella è il prurito!) per cui non saprei dire se funzioni o meno.

Il problema della caduta abbastanza importante di capelli è qualcosa che ho da tempo, e avendoli fini e non foltissimi mi tedia non poco.
Ma non ho ancora trovato qualcosa che migliori visibilmente la situazione D:

Penso di poter considerare concluso anche questo capitolo… raccontatemi voi se abbiamo qualcosa in comune e se avete consigli di prodotti da provare anche tenendo conto dei miei problemi!

Comments

  1. Uhh benvenuto post capelloso *_*
    In questo periodo sono molto angosciata perchè perdo tantissimi capelli al punto che ho quasi paura a pettinarli ç__ç Che sfiga avere così pochi capelli e sottili -.-‘ Spero di non restare calva prima o poiXD
    Io, invece, lo splend’or l’ho odiato! Dal momento che districa poco, dovevo usarne molto ed il risultato era quello di capelli pesantissimi già dopo lavati. OVVOVE o.o
    Lo shampoo Antos l’ho comprato anche io ma devo ancora aprirlo, mi fa piacere leggere che ti ci trovi bene perchè in giro avevo letto pareri negativi :\

    • :D
      Io ne perdo sempre un sacco ed è un cruccio enorme ._.
      Invidio mortalmente le capellone vere, quelle con un sacco di capelli super folti (la mia migliore amica è così, in più ce li ha ricci e secchi, per cui non sembrano mai sporchi e sembrano sempre fighi)…

      Io lo amo tanto ma sono un caso particolare di persona a cui non si ingarbugliano, quindi ho veramente solo bisogno di qualcosa di leggero ^^

      Lo shampoo Antos l’ho quasi finito, credo di averne per un paio di volte ancora… credo potrebbe risultare complicato da dosare perché è super liquido, però per la mia esperienza lava davvero bene!
      Misato-san recently posted…Top(&worst) July 2014 edition (Prodotti preferiti e s-preferiti di luglio 2014) – con (mini) reviews #teammostplayed My Profile

  2. Ammiro la tua costanza nel fare l’hennè: nelle mie intenzioni ci sarebbe tutta ma la pigrizia vince tantissimo (e poi con il mio colore per coprire i malefici bianchi dovrei fare la doppia applicazione).

    • io mi batto più con chi dovrebbe aiutarmi che con me stessa, fosse per me lo farei più spesso e non escludo di provarci sai?
      l’ultima volta me lo sono applicata da sola ed è stato meno tragico di quanto pensassi (ma lo farei solo con quello senza aggiunte, con la robbia per esempio penso che sporcherei l’universo…)

      tu parti pure da una base scurissima…
      Misato-san recently posted…Feel good hit of the summer My Profile

      • infatti, la base scura scura mi frega. qualche filo arancione ci sta ma troppi mi darebbero fastidio, in fin dei conti non ho toni troppo caldi e stonerebbero.
        Io lo metto da sola, a “manate” e mi son sempre trovata bene.

        Mi ricordo l’effetto fantastico di freschezza sul cuoio capelluto!
        Ecco, l’altra cosa che mi ha fatto desistere è l’odore. anche se lo copro con gli oli essenziali, quell’odore erbaceo torna su ed alla lunga mi ha stancato.

  3. Ho ricevuto lo shampoo per capelli grassi di Antos in una box, l’ho provato una volta e devo ammettere che promette bene!
    Sono molto curiosa di provare la robbia ormai mi sono affidata all’hennè da un anno e non riesco più a liberarmene =) Ho già fatto diversi paciocchi con la curcuma, alcuni bocciatissimi si scaricava subito e macchiava il cuscino!!
    il volo di una farfalla recently posted…DIY: Maglia Nera a Pois Bianchi con scollo morbido #6My Profile

  4. Io mi trovo molto bene con gli shampoo so’bio, purtroppo non è molto facile reperirli ed è un peccato perché ne vorrei provare altri visti sul loro sito ma che non trovo in Italia. A breve farò acquisti da Antos e proverò anche il loro shampoo, vedremo. Come balsami invece ancora non posso fare a meno di quelli tradizionali per i miei capelli riccissimi non ne ho trovati di bio che mi soddisfano non lasciandoli crespi.

    • Io credo di non averne mai visto uno coi miei occhi… nei negozi fisici intendo.
      quale hai sperimentato?

      in bocca al lupo!

      neanche il famoso di Biofficina? loro hanno fatto da poco anche prodotti per il tuo problema, potresti farci un pensiero…
      Misato-san recently posted…Omnia Botanica – Gel detergente delicato viso (con olio di rosa mosqueta) ReviewMy Profile

      • Come shampoo uso quello riparazione all’argan, ha anche un profumo buonissimo.
        Del balsamo biofficina ho letto diversi pareri non positivi ma vorrei provare la maschera che sembra funzioni meglio.
        Ho visto i nuovi prodotti biofficina, sono già in wishlist ma aspettavo di leggere qualche parere in più, sono una che prima di provare qualcosa di nuovo medita medita e medita… :)

  5. Io non ho ancora trovato uno shampoo bio che mi convinca, sicchè sono ancora nel limbo dei prodotti dall’inci decente senza siliconi, ma i risultati si vedono, sono mooolto meno pesanti! Devo dire che l’unica cosa che fino ad ora abbia frenato un po’ la caduta dei capelli è il Bioscalin, non so se sia effetto placebo ma una differenza l’ho notata due anni fa quando ero sull’orlo di una crisi isterica per i ciuffi tipo Swiffer che trovavo ovunque XD
    Bridget Jones recently posted…Eureka! Fondotinta su misura con Neve Cosmetics in Light Rose e bronzer MaldiveMy Profile

  6. Io mi trovo bene col viverde.. Da quando ho eliminato gli shampoo siliconici ho visto un miglioramento sui miei capelli grassi..
    Dopo un po’ che avevo smesso di alternare shampoo delicati a shampoo per capelli grassi, mi sono fatta “irretire” dallo shampoo al limone dei Provenzali.. A parte il profumo da “Svelto” (si, proprio il detersivo per i piatti! :o ), sgrassa bene, ma ho iniziato da poco ad usarlo, perciò non mi sono ancora fatta un’idea chiara..
    Per quanto riguarda i balsami, uso il Natura dolce ai fiori di loto e lo alterno al Garnier puliti e brillanti…Sui miei capelli lunghi e sottili funziona meglio il Garnier, ma vorrei taaaanto provare un balsamo bio che districhi bene, lucidi, e magari fosse anche economico (Si, voglio la luna! XP )
    Antos, ancora Antos…meglio che mi inizi a scrivere la lista dei desideri, perchè quì le cose da provare aumentano ;-)
    Anch’io perdo tantissimi capelli in questo periodo, sigh! Vorrei provare a prendere l’olio Khadì rivitalizzante……………..vedremo..
    Comunque ogni tanto faccio impacchi col gel d’aloe e l’olio di cocco (evito solo l’olio di cocco sulla cute..) e qualche goccia di olio essenziale di rosmarino o di lavanda…
    Ah, vorrei anche prendere la tangle teezer… magari anche quella aiuta..ho letto recensioni positive in merito..
    Ciaooooo! :-)

    • quello non l’ho mai provato, anche per problemi di reperibilità!

      Di quello shampoo mi pare ci sia traccia negli archivi del blog, a me non era piaciuto D:

      credo che un balsamo così esista comunque, dipende anche quanto ne devi usare per stabilire se è economico o meno…

      io ce l’ho la lista dei desideri Antos e la ritocco spessissimo :D

      uh olio Khadì, segno!

      a cosa ti servono quegli impacchi? nel senso, che effetti hanno?

      la tangle teezer volevo comprarla per mia madre (ha capelli da medusa, si ingarbugliano solo a guardarli, una cosa tragica)…
      Misato-san recently posted…Kiko Daring Game limited collection (autunno 2014) overview: swatches, impressioni parte 1/2 (occhi – mani)My Profile

      • C’è anche l’olio di Amla della Khadì, sempre per i capelli..
        L’aloe lo uso sulla cute per nutrirla (nel mio caso, non mi ingrassa poi i capelli..) e sulle lunghezze per idratarle (anche perchè i capelli dovrebbero essere umidi per applicarvi gli olii, quindi, anzichè spruzzare della semplice acqua, metto l’aloe, così aumento la “botta di vita”). L’olio di cocco lo metto solo sulle lunghezze (a volte mescolato a quello di Jojoba) per nutrirle.. L’effetto è maggiore districabilità, lucentezza…insomma, sono visivamente più belli!
        Credo di volere sempre di più la tangle teezer…. Magari poi non fa quello che si dice (almeno sui miei capelli), ma tanto la mia spazzola mi sta lasciando…proviamo questa!

        • quello l’ho scartato subito per due motivi: il primo è che l’idea di usare un olio mi fa un po’ paura, avendo la cute grassa (e perché un prodotto abbia effetto sulla cute ci deve andare per forza essendo lì attaccati i capelli ^_-), il secondo è che l’amla tende a scurirli ed è una cosa che vorrei evitare tantissimo.
          Quando ero più piccola avevo i capelli più chiari con le radici bionde e la cosa un po’ mi manca…

          Io non credo che la mia cute vada nutrita in alcun modo, mi sbaglierò ma… come non penso che possano essere nutrite le lunghezze perché il capello è tecnicamente morto, puoi ammorbidirlo e volumizzarlo ma farlo tornare in vita… la vedo dura!

          io non uso spazzole di sorta, come raccontavo nel tag capillifero non ne ho bisogno :D
          Misato-san recently posted…MAC Cosmetics collezioni agosto 2014: Sharon and Kelly Osbourne, Look in a box 2014 impressioni & spese (+ sneak peek swatches rossetti pro e mineralize)My Profile

          • Si, si, lo so che il capello è tecnicamente morto sulle lunghezze, diciamo che mi sembrano meno “stopposi” con l’olio di cocco… ;-)
            Argh! Per fortuna che ho scartato l’idea dell’olio di amla! Non sapevo tendesse a scurire i capelli! Io li ho biondo cenere (che ravvivo con dei colpi di sole, ma non troppo in contrasto, solo che scaldino un po’ il mio colore naturale..) mi vanno bene così! L’olio rivitalizzante voglio provarlo, nonostante la cute grassa, perchè qualcosa voglio fare per ‘sti capelli che cadono..e per ora escludo capsule da ingerire..
            Ho ordinato la tangle teezer su Asos per i miei capelli nodosi………….. Vedremo…. ;-)

  7. Devo provare ‘sto shikakai, chissà che non mi aiuti con la dermatite :) >_____< … e anche per lo Splend'or è un must have da una vita :D … lo usavo già da piccola, con la vecchissima confezione quadrata e continua ad essere l'unico balsamo che riesce a districare perfettamente i miei ricci :D
    Angela recently posted…Nails of the week: Wjcon Sugar Effect n°800My Profile

  8. Anche io sono fissa con lo Splend’or ormai. Mi sembra il balsamo meglio bilanciato per dare morbidezza senza ingrassare il capello.
    Takiko recently posted…Yellow usually means it’s not that seriousMy Profile

  9. Kitty-the-cat says:

    Anch’io alterno uno shampoo specifico ad uno bio,per me funziona . Lo splend’or è ottimo anche per me,ma confermo che non ho particolari esigenze di districabilità .
    Ahimè per il colore non posso risolvere con l’hennè -.-‘

  10. mi hai messo curiosità di provare lo shampoo di Antos per capelli grassi e dovrei provare, come te, ad alternare i lavaggi con due prodotti diversi! Per quanto riguarda il balsamo, su di me lo splend’or non funzionava bene, anche se adoravo il profumo e alla fine lo riutilizzavo negli impacchi con il latte in polvere. Ho usato solo henné di Khadì ma il mese scorso l’ho abbandonato per tornare alla tinta senza ammoniaca a causa dei tempi troppo lunghi (ultimamente non arrivo a fare tutto) e di qualche capello bianco che rispuntava dopo poco.
    Dony recently posted…Superbly Smoothing Argan Conditioner (campioncino) – Kiehl’sMy Profile

  11. Anch’io uso lo Splend’or, ma ora che i miei capelli sono davvero lunghi (mai avuti così lunghi in tutta la mia vita) non mi basta più… o meglio, dovrei usarne mezza bottiglia ad ogni shampoo il ché, per quanto sia economico e tutto, è un grande spreco :( Sto cercando un balsamo più cremoso (tipo maschera) e magari con una noce abbondante fare tutta la lunghezza (20 cm tutti, forse di più). Per quanto riguarda lo shampoo, non uso nulla di bio perchè ho la culopesantite (cit.) XD
    Edel Jungfrau recently posted…Travel Essentials 2014 – Summer Must-HavesMy Profile

    • oddio spreco dipende… se ti serve non è uno spreco!
      più che altro se te ne serve così tanto non ti basta la sua azione forse?
      quando avevo i capelli molto lunghi (li ho portati fino al sedere fino a credo 4 anni fa ormai) ne usavo di più ma non una quantità enorme, ricordo che una confezione mi durava comunque un paio di mesi (ora molto di più ovviamente XD)…

      Tipo maschera dovresti guardare i Biofficina penso, io ho provato solo il balsamo propriamente detto (e lo boccio da qualche parte qui sul blog, per i capelli sottili è pesante) ma leggo spesso bene anche della maschera!

      beh magari non ti serve. Molte persone me compresa al bio ci sono passate più per questioni di performance che per la parte eco (che per me è quella complicata della storia, tra l’altro)
      Misato-san recently posted…Top(&worst) July 2014 edition (Prodotti preferiti e s-preferiti di luglio 2014) – con (mini) reviews #teammostplayed My Profile

  12. Pure a me piacerebbe provare il fieno greco, per la stessa tua ragione :P.
    Per il resto, sai che da qualche mese sono entrata pure io nel club Splendor XD? Non li ho mai usati i balsami, pero’ c’era talmente tanto clamore in giro, che unito alla voglia di provare qualcosa di nuovo, l’ho preso. E devo dire che mi piace molto! Mi piace la morbidezza che lascia, e rende anche i capelli leggeri; penso lo ricomprero’, sisi ^^.
    OT
    Non c’entra col post, scusami, ma senza facebook per me e’ l’unico modo >__<. Ho letto di Inglot a Roma…per poco piango! Cioe', non ho parole proprio :'(((…!!

  13. Io con gli shampoo bio non ce la posso fare. Sono stremata dalla ricerca. Sarò stata sfortunata ma ne ho provati diversi e mi hanno dato tutti problemi anche abbastanza schifosi, chi nell’immediato, chi nel medio termine. :(
    Cristina@PeeBeforePolish recently posted…Hits Speciallità Moscou [over Essence Crush on Blue]My Profile

  14. Abbiamo in comune il balsamo Splend’Or. Sono anni che provo altri balsami ma poi torno sempre a lui,anche se ultimamente mi sto trovando piuttosto bene col Garnier Fructis puliti e brillanti.
    Come shampoo anche io ho bisogno di alternare uno shampoo delicato ad uno più sgrassante.Attualmente mi trovo benissimo con lo shampoo all’olio di oliva La Saponaria. Mentre come shampoo per capelli grassi ho acquistato il Tea Natura betulla e ippocastano,ma non posso ancora dirti nulla perchè non l’ho provato.

  15. Penso proprio che proverò il balsamo Spend’or, mi ha sempre incuriosita! Anche io purtroppo perdo tanti capelli e li ho davvero fini, non ho ancora trovato una soluzione definitiva. :(
    MoodyMakeup recently posted…Microblading alle sopracciglia: la mia esperienzaMy Profile

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: