[BeBio#7] – Piedini di fata – ma per davvero!

Eccoci a un nuovo appuntamento con la rubrica be bio… siamo a una sorta di secondo round (qui trovate le nuove puntate!) e stavolta spero di riuscire a stare al passo di pubblicazione, anche se so già che salterò un appuntamento perché uno dei nuovi argomenti mi trova totalmente impreparata da un punto di vista pratico e non avrebbe senso farlo!

L’argomento di oggi riguarda la cura dei piedi e, per estensione, quella delle gambe.
Io avevo già inserito un paragrafo nel terzo appuntamento dedicato al corpo (qui) perché non ne esisteva uno specifico e ritenevo di poter almeno approcciare la faccenda; è passato un mese e mezzo da quel post e qualche prodotto è finito (ne abbiam parlato qui) e qualcosa di nuovo ho iniziato, quindi anche chi aveva l’infarinatura troverà qualcosa di nuovo in quest’episodio esteso :D

Punto di partenza doveroso… come sono i miei piedi?
Problematici direi.
In primis son delicati, ho pelle sensibile ma normale sul corpo ma i piedi fanno storia a sé stante, son forse ai livelli del mio viso.

La pelle degli stessi tende a seccarsi facilmente, in estate è un dramma con qualunque paio di sandali o scarpe chiuse, i miei migliori amici sono i cerotti perché le bolle sono l’unica certezza, e non c’è paio di scarpe che tenga, chi dice che “basta comprarne di buone” semplicemente ha piedi più fortunati e bella per lui, io amo camminare ma i miei piedi non sono dello stesso avviso nella stagione in cui è più semplice farlo.
Ciò si traduce in un’ossessione per la ricerca della crema piedi perfetta, che deve essere molto nutriente il che aiuta anche con bolle, tagli e sfighe varie, e defaticante perché quando i delicatini lo consentono io cammino.
Se in inverno non ho problemi a usarne una unta, in estate non posso perché col caldo non reggo all’utilizzo di calzini coadiuvanti, il che complica ancora le cose.

be bio 7 prodotti per la cura dei piedi

Protagoniste degli ultimi mesi sui miei piedi son state le due creme di cui avevamo già parlato nell’episodio pilota (XD), Burt’s Bees Coconut foot cream e Antos Cosmesi crema piedi: la prima idratante, unta, profumo favoloso, non defaticante; la seconda idratante, profumo favoloso, zero untuosità e pure defaticante. La crema perfetta in confezioni mignon, rinnovo il mio appello alla casa madre di farne confezioni più grosse per chi come me ne ha davvero bisogno!
Trovo che le due creme possano anche lavorare bene in sinergia, sfruttando quella Burt’s Bees per i giorni di meno carico sulle gambe e in inverno per le azioni d’urto, e lasciando all’altra il resto.
Penso che un paio di recensioni come si deve prima o poi ci scapperanno, ma al momento tra tutte le creme piedi che ho provato sono le mie preferite con un amore smaccato per la seconda.

Mese scorso però in viaggio mi son resa conto che la Antos non mi sarebbe mai bastata per i giorni in cui ero fuori e, non essendo riuscita a procurarmene una nuova confezione ne ho scelta una un po’ a scatola chiusa dallo scaffale di una delle bioprofumerie che amo di più (ove mai dovessi riuscire a scrivere un nuovo post di giretti dovrei proprio parlarvene!) una delle creme Bema.
Quest’azienda veneta ha forse una delle più ampie scelte nel settore prodotti per i piedi e ho impiegato un po’ a decidere la mia prescelta; avevo rimosso per altro di averne già provata una in campioncino e mi son ritrovata a selezionare proprio quella. Lol? Lol.
La parte più surreale della faccenda però è che la full size la trovo completamente diversa da ciò che provai; quella era liquida e dall’odore balsamico, questa è una vera crema, leggermente densa e dall’odore indefinibile (non cattivo comunque, neanche paradisiaco come quella Antos però!), si spalma veramente bene, si assorbe in fretta e dai primi test (l’avrò aperta una decina di giorni fa) sembra anche efficace.
Che il campioncino fosse andato a male?
Non lo sapremo mai, in ogni caso per adesso mi sembra di non aver effettuato una scelta infelice; vedremo se il tempo mi darà ragione.

Per il resto ogni tanto faccio qualche pediluvio (ma acqua calda e sale direi che non rientrano nei prodotti di alcuna casa cosmetica ^__-) mentre per lo scrub mi affido a quello che utilizzo per il corpo (ultimamente uno di The body Shop che temo fosse una limited per l’estate perché non lo trovo sul sito ç_ç).

Per una carrellata di tutti i post dove si parla di creme per i piedi potete cliccare qui

E le gambe?

Pelle sensibile ma normale, nel senso che non necessitano di enorme idratazione, tanto che per loro utilizzo la crema corpo abituale post doccia (è ancora quella del be bio 3, mi durerà molto a lungo!)
Sono però soggette a gonfiori e pesantezza quando cammino e fa caldo, e per aiutarle a sostenermi sto utilizzando da ormai due mesi l’olio per le gambe leggere della Sydella laboratoires (che ho ricevuto dall’azienda a scopo valutativo) e, odore erbaceo ma non persistente a parte, ormai posso dire che mi piace proprio.
Aspetterò ancora un poco per recensirlo perché voglio vedere come reagisce alle temperature più basse :D

Altri miei grandi problemi sono irritazioni di vario genere: per il post depilazione e i morsi di maledetti mostri estivi vado di gel d’aloe, il Bioearth al 99% l’avete visto tante volte sul blog perché è il mio preferitissimo.
Quest’anno son stata tentata molte volte di acquistare almeno un anti puntura (o almeno un post danno) ma non mi sono mai decisa (per la serie brancolo nel buio!).
Per quella da sfregamento e per i morsi che hanno generato effetti più persistenti invece Pasta all’acqua tutta la vita (recensione qui).
Non mi stancherò mai di consigliarla.

be bio 7 prodotti per la cura dei piedi

E voi come siete messi?
Ci pensate mai ai vostri piedi?
Prodotti preferiti?

Comments

  1. Post super interessante. Io non ho problemi di bolle e tagli, ma ho sempre i piedi secchissimi e sto anche io cercando di testare qualche soluzione. Mi attirano molto entrambi i prodotti, non appena finisco le mie creme n uso li cerco.
    Ah e anche io sono una grande fan del gel d’aloe! :)
    Bacino!
    ReyInWonderland recently posted…Parliamo di.. Ombretti in crema! #1 Kiko Colour ShockMy Profile

  2. Anche i miei piedi sono problematici, soprattutto a livello di appoggio e conseguenti “deformazioni” e dolori! Solo da poco sto prendendomi cura dei piedi, soprattutto per quanto riguarda l’idratazione, perché li ho sempre screpolati! Sto utilizzando uno scrub e l’olio di mandorle dolci, devo dire che mi aiutano tanto!

    • io ho anche di quei problemi, pianta larga e collo alto davvero non aiutano, per cui faccio anche fatica a trovare le scarpe, per i produttori esiste quasi esclusivamente la pianta stretta e un’unica calzata, spesso mi tocca arrangiarmi col 37 perché il 36, che è il mio vero numero, mi fa male e non certo perché è corto… è abbastanza frustrante D:

      anche io li ho spesso screpolati e l’unica è provare a dar loro una mano.
      che scrub usi?
      con l’inverno non escludo di provare anche degli olii… adesso no, mi macchierebbero la qualunque XD
      Misato-san recently posted…[BeBio#6]: giù la testa! – capelli che ossessione!My Profile

  3. Con la pasta all’acqua hai fatto svoltare anche me!*_*
    Chiara recently posted…PSP #agosto2014My Profile

  4. O-oh! Crema Bema! L’ho provata un paio d’anni fa (non so se in seguito abbiano cambiato formulazione), a causa di un disperato tentativo di chiudere una “crepa” dal mio tallone. I fatti: mi sono accorta di avere, letteralmente una crepa sul tallone perchè, soprattutto quando indossavo i tacchi, piegando il piede (nel movimento della camminata) sentivo un dolore forte, quasi come avessi avuto degli aghi.. All’inizio pensavo fossero le scarpe (guai a me pensare subito ai talloni… L’intelligenza…. :o ….), poi, il colpo di genio: era una maledettissima crepa causata dalla trascuratezza (e probabilmente dall’acqua termale, perchè io faccio acquagym in acqua termale almeno 2 volte a settimana). Ho consumato un tubetto di crema Dr. Scholl senza ottenere risultati.. Alla fine ho provato la Bema (anch’io ad occhi chiusi, l’ho presa a caso, ma volevo qualcosa di bio) e finalmente il tallone è tornato, quasi, normale. Dico “quasi”, perchè nel frattempo sono andata, per disperazione, a fare anche una pedicure e l’estetista mi ha detto che, sì, avevo una crepa, ma che avendo trascurato di curare i miei piedi martoriati dal cloro, dai tacchi (ballo tango argentino), dalla mia tendenza a girare spesso a piedi nudi e dal fatto che sudano in una maniera vergognosa, si era formato un maledetto durone (dove avevo la crepa, non chiedermi come sia possibile…)! :-( Quindi un po’ lei mi ha sistemato i piedi, un po’ la Bema…i miei piedi sono tornati accettabili…
    Mi sono ripromessa di NON trascurarli MAI PIU’!!!

  5. Questo post è veramente ottimo. I consigli sono validissimi. Anche io ho i piedi secchissimi d’estate e non trovo alcuna crema che riesca a risolvere questo problema. Quella Burt’s Bees sembra valida e dall’ottima profumazione :) anche se più pesante rispetto all’altra, ma secondo me può fare al caso mio :D (anche in vista dell’autunno/inverno)
    Simona recently posted…I miei Retro Matte M.A.C.: review, applicazione e swatches!My Profile

    • grazie, spero tantissimo che qualcuno possa trarne un po’ di idee se ha problemi simili ai miei! (o che mi consigli qualcosa, penso che il blog possa essere un mutuo scambio coi lettori in molti casi)

      io ce li ho secchi spesso in qualunque stagione e la Burt’s bees la trovo una sorta di azione d’urto, ho seriamente intenzione di dedicarle un articolo perché usata in un certo modo ne traggo benefici davvero importanti.
      La sua texture non è neanche troppo pesante, ha una consistenza strana che devo trovare il modo di spiegare a parole assolutamente :D
      Misato-san recently posted…So give me something to sing about! (feat. Paola P)My Profile

  6. Io mi taglierei volentieri i piedi e me li farei ricrescere nuovi se fossi una stella marina, ma quelli sono dettagli.
    Attendo un post completo sulla crema Burt’s bees mi interessa davvero molto!**
    Ah in un post che ho messo in pubblicazione nomino anche io il gel d’aloe di Bioearth come preferito (anche se ne ho usato solo un altro oltre lui per cui forse non vale)
    Darkness recently posted…Eyebrow marker 03 tinta sopracciglia – WjconMy Profile

  7. che bell’argomento!
    sono una detentrice di piedi delicatissimi. e ore ed ore di nuoto non aiutano, dato che il cloro secca all’ennesima potenza.
    un prodotto eccelso che ho scoperto di recente è la crema piedi Maternatura al timo rosso, davvero ottima, e molto piacevole da usare.
    in generale mi trovo molto bene anche coi prodotti piedi bottega verde, specie lo scrub alla pomice, e l’impacco karitè e mentolo, quest’ultimo l’ho già riacquistato due volte.

    capitolo gambe….Miss pigrizia assoluta……è già tanto se mi metto l’idratante. pessima.

  8. Portatrice di piedi e gambe secchissime a rapporto!! Fortunatamente peró non sono così delicati e non mi danno problemi di irritazioni varie etc. La crema piedi al cocco è da un annetto che mi incuriosisce ma il cocco lo apprezzo solo nei dolci. La antos me la segno, prima o poi mi imbatterò in un rivenditore. La bema è una marca di cui sento parlare poco..

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: