Biogei Cosmesi naturale – Esfoliante Pre Mask Review

La ricerca di prodotti per la skincare che siano di facile reperimento e dal prezzo contenuto è una di quelle che di tanto in tanto mi vede riapplicarmi per periodi con costanza; ecco perché dopo la maschera 8 ore di sonno (recensione qui) di Biogei ho provato anche lo scrub viso.
Anche se in realtà dovrei dire prima, perché come suggerisce anche l’azienda l’esfoliazione è l’azione propedeutica al poter poi applicare maschere.
E io sono abbastanza precisa nella mia routine, posso cambiare prodotti ma cerco di rispettare almeno qualche regola base…

Info fondamentali
Maschera viso prodotta e commercializzata da Biogei in collaborazione con l’Estetista Cinica in vendita nei negozi Oviesse al prezzo di 3,99 euro per 20ml.

Impressioni generali
Non sarà sfuggito a chi abbia adocchiato i prodotti Biogei online, in negozio o a chi abbia letto la recensione precedente che il formato dell’Esfoliante Pre Mask è il medesimo delle maschere viso che per prime son state lanciate sul mercato: questo è il particolare che da un lato mi ha spinto all’acquisto (prodotto piccolo vuol dire anche che, in caso di mancato gradimento, lo smaltimento non sarà un’operazione tragica), dall’altro, col classico senno di poi, mi perplime.
Uno scrub si usa ogni volta prima di fare una maschera (perché prepara la pelle ad assorbire gli effetti delle maschere stesse), e un formato piccolo può avere senso in un breve viaggio, ma nella vita quotidiana può risultare dispendioso.
Confesso che non capisco come mai sia disponibile solo in questo piccolino, se per le maschere non è strano variare (io stessa quest’anno sto dando la precedenza a formati piccoli o addirittura monodose) quando si esfolia è diverso ed è più plausibile voler acquistare un formato più grande di qualcosa che è piaciuto che fare scorta di quelli mignon.

Ho deciso di iniziare dal packaging perché è forse l’aspetto più “oggettivo” che si può andare a individuare in questo prodotto… come al solito non c’è modo di capire quanto ne sia rimasto ad ogni utilizzo, ma graficamente è carino e ben distinto dalle maschere, il che è cosa buona e giusta.

Si presenta come un gel con microgranuli, trasparente e praticamente inodore (non so dove leggevo che saprebbe leggermente di limone ma il mio naso sente qualcosa di indefinito solo all’apertura del tubetto… già in stesura non avverto più nulla), che io ho utilizzato per un totale di 4 volte prima di terminarlo e in condizioni climatiche molto diverse perché ho beccato proprio il periodo di transizione, sempre meno esteso, tra il freddo e il caldo (sta diventando retorico ma la primavera è un discorso che ormai esiste quasi nei ricordi…).

Nonostante la mia prima impressione sia stata di un prodotto carino e sufficientemente esfoliante quando l’ho utilizzato mentre ancora avevo la pelle secca e talvolta mi toccava fare anche mini scrub su zone specifiche (per esempio sul naso) anche solo per potermi truccare bene, col tempo mi sono resa conto che non mi entusiasma, lo trovo un po’ troppo blando e inoltre lasciandolo sulla pelle anche solo 10 minuti è come se i microgranuli si sciogliessero, non li sento addosso e ne vedo ben pochi in fase di rimozione del prodotto dal viso.
Non ho insomma quella bella sensazione di pelle super lisciata che mi danno gli scrub che preferisco (su tutti il sempre amato Cattier, recensione qui, che sto seriamente rimpiangendo) e non sono riuscita a capire da cosa venisse la prima impressione positiva del primissimo utilizzo (la mia teoria è che avevo la pelle così secca che qualunque scrub in quel momento era meglio del niente, ma tant’è).

…in definitiva
Non mi ha convinto l’Esfoliante Pre Mask di Biogei, lo trovo blando sulla pelle e mi dà la sensazione di aver applicato una maschera strana con dei granuli esfolianti sparsi più che un vero scrub.
Non lo riprenderei.

Voi lo avete provato?
Preferite confezioni grandi o piccole per i vostri prodotti di skincare?

Comments

  1. Avevo letto che questi formati piccoli erano una scelta dovuta alla necessità di mantenere basso il prezzo. Però sono d’accordo con te, può avere senso per una maschera ma per uno scrub proprio no! Io devo ancora trovarne uno che mi soddisfi, non è uno di quegli elementi fissi nella mia routine ma farò un po’ di ricerche e di prove in vista dell’estate.
    Di solito, preferisco i formai grandi, soprattutto di detergente viso, tonico e crema corpo. Per la crema viso, uso formati standard o grandi ma d’inverno uso solo minitaglie perché la pelle diventa capricciosa (secca/grassa a seconda dei giorni e dello stress) e non voglio sprecare creme non adatte. In viaggio tendo a portarmi poco, quindi non compro tante minitaglie di molti prodotti diversi (anche se sono così carine, così piccoline e adorabili!).
    lenuccia recently posted…Most played dell’inverno – Parte I/ La base: CC e BB creamMy Profile

    • anche io, ma il prezzo è basso davvero?
      facciamo un rapido calcolo… per esempio confrontiamo il prezzo con l’ultimo ecobio che ho provato che è quello di Biofficina… posto che la densità cambia un po’ le cose, abbiamo
      Biogei 20 ml
      Biofficina 100 g
      Se assumiamo che più o meno 20 ml sono 20 grammi… 100ml di Biogei vengono circa 20 euro.
      Biofficina 15, ed è un brand molto meno distribuito per giunta.

      Biogei può fare presa perché pensi: “spendo solo 4 euro”, solo che il problema è ogni quanto li spendi ‘sti 4 euro?

      il problema delle mini taglie per le creme è trovarle XD
      Misato-san recently posted…FOTD: It’s five o’clock in the morning, the city seems so empty – 5 o’clock (feat. Nabla Cosmetics Dreamy Matte Liquid Lipstick 2)My Profile

      • In effetti, è un po’ una presa per i fondelli… E’ vero che con i formati piccoli è quasi sempre così (costa molto produrli, etc.), però se il prodotto ti piace e lo usi in gran quantità è uno spreco di denaro incredibile. Purtroppo temo che il discorso “spendo solo pochi euro” sia diffuso e porti ad acquistare più di impulso e molto di più di quanto faremmo normalmente (io stessa ci sono cascata molte volte).
        Biofficina, per esempio, per me ha un buon rapporto quantità/prezzo (anche qualità, ovviamente) e ogni tanto ho preso anche le minitaglie (soprattutto in offerta nelle confezioni regalo). Antipodes ha i suoi oli e le sue creme in minitaglia (anche perché in formato full costano un rene) e mi hanno salvato la faccia questo inverno, ma restano care rispetto alla quantità (mi pare 16/18 euro la confezione con crema 15ml e olio 5). Tra i marchi non naturali/bio, Clinique è specializzata nelle minitaglie e io ne ho parecchie (per i viaggi sono comodissime, o anche quando non posso comprare la crema full size e tampono con loro).
        lenuccia recently posted…Prodotti preferiti del 2016/ Skincare&haircareMy Profile

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: