Ciao ciao… o no? – i miei prodotti finiti (novembre 2016) – reviews varie!

Un altro mese è andato e qui “tocca” scrivere il recap mensile dei prodotti finiti.
Solo che lo sto preparando con largo anticipo causa trasferta, quindi mi chiedo… e se terminerò ancora qualcosa?
A me fa comodo essere precisa con le durate dei prodotti perché mi aiuta a capire quanto tempo ho impiegato per terminarli in molti casi, quindi mi crea una sorta di disagio se non riesco… sono l’unica che ha ‘ste paturnie? XD
Comunque sia devo dire che per novembre sono un po’ delusa perché pensavo di fare meglio, invece certi prodotti che volevo finire pare si rigenerino la notte, mentre altri che pensavo mi avrebbero accompagnato nell’anno nuovo pure mi hanno lasciato con un palmo di naso all’improvviso… vediamo quali!

prodotti finiti (novembre 2016)

01. Sephora – Konjac nera
Per durata la miglior spugna konjac mai provata: usata mattina e sera dal tardo mese di luglio, praticamente quasi 5 mesi… non mi era mai successo, l’ho dismessa perché stava cominciando a perdere fisicamente troppi pezzi, ma era ancora abbastanza morbida, cosa che per una konjac non è scontato perché con l’utilizzo perde elasticità e quello è uno dei primi segni che si avvicina il tempo della sostituzione.
La recensirò più avanti perché voglio provare la versione bianca e vedere se ci sono differenze e quindi fare un paragone, ma l’ho amata e la riprenderei.
Arrivederci!

02. Too Faced – Shadow Insurance
Oddio. Quando è finita ho avuto un piccolo colpo al cuore, la Shadow Insurance (la chiamo al femminile non chiedetemi perché, è un’amica praticamente, è IL prodotto che mi ha fatto tornare la voglia di truccarmi anni fa!) mi accompagna da tanto, è il mio primer occhi del cuore e per lungo tempo è stato l’unico, so che tra voi c’è chi legge questo blog dalla sua prima incarnazione e boh… è troppo strano perché negli anni ho cambiato di tutto tranne lei.
Questa confezione specifica era aperta da 3 anni, io alterno i primer in base alle necessità (mie o di test, visto che amo provarli), ma aveva perso pochissima della sua efficacia iniziale… mi sono imposta di terminarla negli ultimi mesi perché il pao era talmente un ricordo che beh era proprio il caso.
La riprenderò prossimamente, anche se al momento ho deciso di dare fondo alle altre versioni in casa per gli stessi motivi.
E dovrei recensirla, mi sa, se non altro perché quasi mi vergogno a non averlo mai fatto…
Arrivederci!

03. The Body Shop – Hand cleanse gel Coconut
Ci sono un sacco di gel in giro per lavarsi le mani senza sapone quando non si ha la possibilità di fare diversamente, e questo di The Body Shop è forse il mio preferito… oltre a essere efficace ha un odore di cocco meraviglioso, troppo spesso tale genere di prodotto pecca pesantemente per il mio olfatto, sarà un motivo frivolo ma lo riprenderei per questo motivo… peccato per la quasi totale assenza di negozi fisici ormai su territorio italiano perché un ordine online per un prodotto solo non è che sia proprio il mio ideale, diciamo.
Intanto da qualche parte a casa ho la versione alla fragola e vedremo com’è.
Ma diciamo arrivederci!

04. Shaka – 10 salviette multiuso Passion Fruit [review]
Uguali alle sorelle al Tiaré in termini di efficacia, però ho scoperto che l’odore stavolta mi piace zero quindi… addio!

05. Ekos – Balsamo per capelli [review]
Bel prodotto semplice ma funzionale, quando avrò i capelli più lunghi lo riconsidererò!
Arrivederci!

06. MAC Cosmetics – Modern Twist Kajal Cat’s Meow [mini review – [look]
Mi è finita a tradimento la Cat’s meow, è stata la mia matita principale per l’infracigliare dalla scorsa estate… comoda, automatica, durevole, veloce da usare, di un buon nero.
Di recente ho scoperto che nonostante sia waterproof si sfuma pure bene come base, l’ho sfruttata poco in tal modo, preferendole sempre Feline, ma è stato interessante saperlo.
Magari quando la ricompro le dedico un post, questa linea di matite automatiche è uscita da pochi mesi (qui il post dedicato) ma è davvero interessante e dovrei studiarla meglio.
Arrivederci!

07. Badger – Lip Balm Vanilla Madagascar
Il “fratellino” di quello che TANTO amai nel 2013 (recensione qui), Badger infatti produce due tipi di burrocacao, quelli grandi sono diventati irreperibili da tempo in Europa, questi piccoli si beccano ancora.
Ai tempi della grande fama di questo marchio si diceva che i piccoli fossero meno idratanti, io però l’ho provato solo adesso e per ciò che i miei sbiaditi ricordi possono dire (ovviamente la mia recensione dei tempi mi ha aiutato) penso sia davvero così, inoltre ho trovato questo alla vaniglia più scivoloso.
Però tutto sommato mi è piaciuto, forse non correrei a riprenderlo perché sul mercato ve ne sono altri che trovo più comodamente ma non è male.
Addio!

08. Lycia – Dischetti morbido strucco (confezione 80 pezzi) [review]
Addio, finalmente!

CESTINATI
01. MAC Cosmetics – Pearlglide Intense Eye Liner Industrial [swatcheslook]
Che colpo al cuore!
Ok ce l’avevo da un secolo (l’avevo presa appena era entrata in permanente, guardate in che anno è stato dal post degli swatches…), ok che una volta in viaggio l’ho trovata senza tappo e sicuramente ha influito, ma scoprire che si è seccata diventando inutilizzabile (perché anche a temperarla si sbriciola) è stato triste perché io amo questa matita.
Fa parte della linea glitterata di MAC, anni fa le Pearlglides erano super popolari, uscivano in edizione limitata e acchiapparle era un’impresa…
Industrial è di un pervinca meraviglioso di quelli sul genere Tilt e Moon’s Reflection e io la amo particolarmente sotto la rima cigliare inferiore, trovo che coi miei occhi castani crei una piccola magia… devo ricomprarla assolutamente, non l’ho ancora fatto perché le ultime due volte che ci ho provato… era sold out!
Poi magari ne riparliamo per bene.
Arrivederci!

A voi com’è andata a novembre?
Abbiamo prodotti in comune?

Comments

  1. A me è successo lo stesso con la pearlglide Designer Purple, e temo tanto abbia avuto la stessa sorte la Petrol Blue, che è in assoluto la matita che meglio si comporta nella mia rima interna in cui non dura molto e sbava tutto.
    La knojac Sephora se è buona la proverò di certo anch’io!
    Io voglio fare un ordine The body shop da una vita, ma tra una cosa e l’altra rimando sempre.

  2. Io ho dovuto cestinare un rossetto vecchissimo di Kiko questo mese perchè aveva cambiato odore dibbrutto! >_<
    Angie_Pinkmeup recently posted…Capelli secchi: come nutrirli in 3 mosseMy Profile

  3. Vero, le Pearlglide tendono a seccare! Io ho la petrol blue e undercurrant, la blu c’è l’ho anche io da 2012, ed è difficilissima da usare.. peccato perché ha una tenuta fantastica in rima interna.

  4. Elena Piccinelli says:

    Ho la konjak bianca di sephora da 2 mesi buoni ed è come l’avessi acquistata ieri.

  5. Novembre è stato un mese abbastanza ricco di prodotti finiti:l’unica cosa che non riesco a finire in tempi adeguati è la crema viso! Infatti, stavo meditando di ricomprare solo taglie piccole perché la mia pelle cambia molto spesso e devo alternare davvero tante creme per riportarla alla normalità. Per fare un esempio, negli ultimi giorni ho avuto uno sfogo di brufoli come non mi succedeva da anni e, allo stesso tempo, la pelle è molto più secca del solito. Risultato? Sto usando tre creme diverse (tutte minisize) e la mia crema abituale l’ho dovuta accantonare (considerato che è 50 ml non so quando riuscirò a finirla)! Ho dovuto cestinare qualche prodotto makeup che si ricordava anni (una vecchia palettina kiko,un mascara di tre anni fa,etc.), mentre sto consumando velocemente shampoo e prodotti per capelli.
    Ho sentito spesso opinioni positive su quel gel per le mani di The body shop, penso lo proverò appena lo trovo nei negozi:nel mio lavoro spesso mi capita di dover mangiare senza avere la possibilità di lavarmi le mani, per cui sono diventata dipendente da questo tipo di prodotti!
    Anche io sto pre terminare quel primer, lo alterno a quello UD (di cui ho fatto scorta grazie a un po’ di sconti) e mi piace sempre tanto. Senza primer occhi non potrei truccarmi neanche io, ho la palpebra oleosa ed è difficile far durare qualcosa senza dover ritoccare tutto!
    lenuccia recently posted…Prodotti finiti del periodo/ Parte IMy Profile

  6. Giuliana Andrea says:

    Nuuuuuu la Pearglide favolosa!!! Spero che la ritrovi presto,in caso fammi sapere che vedo se qui è disponibile ;)

    In comune abbiamo il burro cacao vaniglioso :P sul serio il fratello cicciotto era migliore? Io di questi ne avrò finiti 3 ed ho in giro un quarto. Ho trovato assortito ed intonso un espositore Legami e finito lui passerò ad uno delle due versioni che ho trovato.

    Delle Twist Kajal ho l’altra nera,sono andata a vedere ed ho la Squid. Ricordo di averle swatchate tutte e tre e fra la versione che hai tu e quella che ho io non c’erano differenze. Tant’è che ho detto ad Eva di darmi quella che pescava per prima dal cassetto. La terza tendeva al marrone. Un pizzichino eh!

    Oddio quanto mi manca la Konjac! Non entro da Sephora da eoni,mi sa che il modo di procurarmi una spugnetta coccolina mi porterà ad entrarci…il pannetto non è lo stesso

  7. Anche io mi ritrovo sempre nella medesima situazione: prodotti che vorrei che finissero si rigenerano, gli altri che mi piacciono scompaiono così…all’improvviso :’-(
    La Shadow Insurance (anche a me piace chiamarla al femminile) è un’ttima base per ombretto… io al momento sto usando il Primer Potion, ma quando lo terminerò penso che comprerò la Too Faced ;-)
    A presto, un bacione!
    Storie di ordinaria beltà recently posted…I prodotti bye bye di Sara e Monique #32My Profile

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: