Diego Dalla Palma – Velvet Mat Liquid Lipstick n.109 “Viola cardinale” (Peccato originale le, 2014) – swatches, comparazioni, look, review

Le limited edition mi mettono spesso di fronte allo spinoso problema di come parlarne perché raramente escono a cavallo di due stagioni “giuste”, e per una persona come me che preferisce testare i prodotti in condizioni molto diverse tra loro (perché l’esperienza pregressa mi ha insegnato che è meglio, semplicemente) ciò costituisce un limite evidente.
E’ il caso del rossetto di cui vado a parlarvi ora, facente parte della collezione autunnale “Peccato originale) di Diego Dalla Palma… acquisito a inizio novembre e pertanto valutato praticamente solo a temperature dall’autunnale in poi (perché in verità ogni tanto i 30 gradi qua ancora si son visti, ma due ore al giorno non fanno testo per me!), io lo dico subito, tenetelo presente se siete persone che come me si son ritrovate prodotti deliziosi in inverno ma che hanno rivelato problematiche inaspettate in estate (esempio classico: rossetti che sbavano col caldo).

Tolto il peso personale… iniziamo XD

Diego Dalla Palma - Velvet Mat Liquid Lipstick n.109 Viola cardinale

Diego Dalla Palma - Velvet Mat Liquid Lipstick n.109 Viola cardinale

Info fondamentali
Rossetto liquido dal finish opaco commercializzato da Diego Dalla Palma Milano per l’edizione limitata Peccato originale dell’autunno 2014 attraverso il proprio sito ufficiale e i negozi che espongono il marchio (lo store locator è presente sul sito stesso!) al prezzo consigliato di 19,90 euro per 6,5 ml.
per mia esperienza non è difficile trovare il brand a prezzi più bassi di quelli proposti dal sito, io ho visto questo rossetto anche a 16 euro!

SWATCHES

Diego Dalla Palma - Velvet Mat Liquid Lipstick n.109 Viola cardinale Diego Dalla Palma - Velvet Mat Liquid Lipstick n.109 Viola cardinale

Impressioni generali
Il trend dei rossetti liquidi degli ultimi due anni non accenna a calmarsi e per me che li amo parecchio è cosa buona e giusta; la novità degli ultimi mesi però son certamente le varie formule opache che attirano particolarmente l’attenzione.
E’ facile infatti sentire critiche e perplessità su quelli più lucidi, ma gli opachi sembrano mettere d’accordo un pubblico più ampio (e in generale il matte costituisce a propria volta un trend di impatto evidente).

Il brand Diego Dalla Palma, fondato dall’omonimo make up artist negli anni 70 non è insensibile a ragionamenti di tale tipo e non è la prima volta che inserisce un rossetto liquido in una sua collezione… con quella autunnale mi ha conquistata alla prima occhiata, complice da un lato il colore assolutamente nelle mie corde, dall’altro la mia inesperienza nel campo opaco perché strano a dirsi ma ancora non avevo “dato” in materia, un po’ per indecisione, un po’ per scetticismo.
Mi piace infatti parecchio il finish generalmente lucido dei rossetti liquidi classici, perché trovo che valorizzi e volumizzi le labbra come nessun altro e non riuscivo a “immaginare” se potesse piacermi anche declinato in altra maniera.
Aggiungiamoci che i rossetti liquidi per i primi minuti non sono opachi, per loro natura… e la confusione in me cresceva.

E poi è arrivato Viola Cardinale a casa e son cominciate le sperimentazioni e le scoperte.
Parliamo del colore innanzitutto, che è terribilmente legato all’autunno 2014… abbiamo sentito parlare di “sangria” in ogni dove, l’abbiamo visto in tante collezioni (tanto che per me è il terzo sangria in limited edition della truppa, dopo quello di casa Kiko e quello di casa Pupa, ma con la sua scelta di formula Diego Dalla Palma vince perché la resa di Viola Cardinale è del tutto particolare, è infatti più scuro della media dei “concorrenti” e in più ha la doppia natura di satinato alla stesura e opaco dopo qualche minuto, natura che per altro rende come al solito complicato capirlo in swatch (nonché proporlo… e levarlo dalle braccia dopo le foto, mi è rimasto tatuato per due giorni, e se nella comparazione appare allegramente stortissimo è perché non potevo correggerlo, ahimé, per tale caratteristica).

Diego Dalla Palma - Velvet Mat Liquid Lipstick n.109 Viola cardinale L’applicatore è comodo, abbastanza classico (mi ricorda un po’ quello degli Apocalips di Rimmel, ma la sua particolarità è che la conchetta ce l’ha da entrambi i lati.
Non ho ancora deciso se sia un bene o un male perché non trovo che la cosa abbia rilevanza sull’applicazione, mi piace invece che abbia una parte più sottile perché io non ho quasi arco di Cupido (purtroppo) e mi aiuta nella stesura non di poco.

Il colore è pigmentatissimo, ma davvero tanto.
Quello che si vede in swatch basta per tre persone, non scherzo, per cui quando lo prelevo ho cura di scaricare completamente l’applicatore sul bordo interno della confezione (sulla mano sprecherei prodotto che mi si tatuerebbe, sul bordo esterno sporcherei il mondo!) e quel che resta è più che sufficiente: il colore è pienissimo, intenso, uniforme.
Si stende in maniera divina, non fa grumi né accumuli, bisogna solo stare attenti perché la sua alta pigmentazione fa sì che sia difficile da correggere se lo si fa uscire dal contorno delle labbra o da quello che si è scelto (motivo per cui quando mi ricordo preferisco mettere prima lui e poi il fondotinta).
Si assesta sulle labbra in pochissimi minuti e man mano che lo fa si opacizza e scurisce leggermente, ma non resta piatto, ha una resa estetica che trovo veramente fantastica.
Non sbava né esce dal contorno delle labbra senza matita, anche se io preferisco contornarlo con una matita simile (al momento sto usandone una di Kiko in edizione limitata, dovrò indagare per qualche cosa che si trovi sempre in giro però! quella che sfrutto per Rebel per esempio, che è della stessa famiglia cromatica, risulta troppo chiara) perché quando un colore è così pieno mi piace l’effetto definito, ma non ho mai dovuto ricorrere ad una trasparente.
E non secca le labbra mai, neanche dopo 12 ore, neanche un pochino!

Anche la durata è ottima, persino con cibi unticci, il giorno che l’ho aperto per esempio ho mangiato arancini e varie in giro e temevo che avrei dovuto sistemare il rossetto o che avesse sbavato (l’olio non perdona!) e invece no, una leggera perdita di colore c’è stata, ma solo quella.
Il che devo dire mi aveva fatto fortemente temere per la fase di struccaggio (mi rimarrà tatuato sulle labbra? è stato il dubbio di tutto il giorno!), e invece… si strucca benissimo.
Pure con latte detergente non efficacissimo in materia, altro motivo per me di stupore assoluto.

COMPARAZIONI

Diego Dalla Palma - Velvet Mat Liquid Lipstick n.109 Viola cardinale Diego Dalla Palma - Velvet Mat Liquid Lipstick n.109 Viola cardinale

nota bene: Chrome si rifiuta di mostrare queste foto, se leggete la recensione da altri browser non dovreste avere problemi! Non chiedetemi perché =__=;

Da sopra a sotto: Pupa I’m 2 Berry Violet Paris Experience (le) – MAC Cosmetics Rebel – Kiko Make up Ace of Diamond Lipstick 27 (le) – Nabla Cosmetics Hey boss! – Neve Cosmetics Sfilata – Kiko Make up Ace of Diamond Lip Pencil 27 (le) – Kiko Make up Automatic Lip liner 511 – Madina Milano Voluptuous lipstick n.12 Lampone

Il Velvet Liquid Lipstick numero 109 di Diego Dalla Palma Viola Cardinale fa come detto parte della famiglia “sangria”, una tipologia di berry muted, verrebbe definito dalle americane, ossia non classico composto da parti di magenta, rosso e in questo caso di viola.
E’ abbastanza bilanciato, risulta più scuro e cupo rispetto ad ogni altro rossetto della sua famiglia che io abbia.
Ho incluso nella comparazione anche la matita che utilizzo per lui e quella che uso per Rebel nonché Sfilata di Neve (che è più chiara e luminosa ha molto più magenta dentro) ed Hey Boss! che risulta profondamente più rosso.
E’ inoltre l’unico opaco dell’intera selezione.

LOOK

Diego Dalla Palma - Velvet Mat Liquid Lipstick n.109 Viola cardinale

Look completo con più foto qui

Mi piace abbinarlo a look colorati e tendenti al freddo, anche se non escludo di fare qualche esperimento caldo in futuro!

…in definitiva
Che prodotto meraviglioso!
Il Velvet Mat Liquid Lipstick n.109 “Viola cardinale” di Diego Dalla Palma è stato il mio esordio nel mondo dei rossetti liquidi opachi sia in senso assoluto sia in quelli del marchio e mi ha favorevolmente colpita per stesura, durata e resa.
E’ inoltre un colore che si adatta a un bel numero di carnagioni, lo vedrei benissimo nella collezione permanente, poterlo acquistare e regalare in serenità tutto l’anno sarebbe fantastico!

Voi l’avete considerato?
Che esperienza avete coi rossetti liquidi opachi?

Comments

  1. Lo adoro! Spero anche io venga inserito in permanente perché è un prodotto splendido sotto tutti i punti di vista!
    Claire Louise Oxford recently posted…Kiko Rewards Card, nasce il programma fedeltà di Kiko MilanoMy Profile

  2. danielaSpot says:

    lo voglio! peccato non averlo trovato da nessuna parte… peccato :(

  3. Fantastico questo colore e anche la qualità stessa leggo! Sembra sia un concetrato di pigmento *_*
    Trovo che colori del genere debbano far parte della linea permamente, sono adattabili a molti e sfruttabili davvero in svariate occasioni ;)
    Foffy recently posted…The Sailor Crystal – Sailor VenusMy Profile

  4. Io ho solo un Liquid Lipstick di Diego Dalla Palma e lo amo alla follia. Ha finish lucido ma si attacca alle labbra e non si smuove di un millimetro. I colori poi sono splendidi.
    Peccato che qui da me si trova solo da Limoni e l’espositore è costantemente impolverato, devastato e disordinato.
    MikiInThePinkLand recently posted…Miki In The Big Apple #1: genesi di un viaggio, paure ed aspettative.My Profile

  5. Stupendo il colore ti sta benissimo! Mi piace assai =)
    il volo di una farfalla recently posted…Review Ciglia finte 02 Glamour Essence Frame 4 FrameMy Profile

  6. Che colore bellissimo!! Amo la tipologia di prodotto, e considerando le ottime performance che ci riporti, penso che lo amerei davvero tanto! :) Lo vogliamo in permanente!!!!
    Fran recently posted…Liz Earle – Esperienza e opinioniMy Profile

  7. Colore splendido, ma è proprio la tipologia di prodotto che non mi piace. Lo trovo scomodo, poco pratico, e non riesco mai ad essere tranquilla.
    LaDamaBianca recently posted…Unghie del Mese – Merry Christmas NailsMy Profile

  8. Non vedo la foto delle comparazioni ç_ç .. comunque è veramente troppo figo *___* anche se non vado molto d’accordo coi rossetti liquidi!
    Angela recently posted…Christmas Nails with Wjcon n°248My Profile

  9. La paura che secchi le mie labbra in modo intollerabile è più forte della mia curiosità

  10. Giuliana Andrea says:

    Gli arancini (qui son al femminile le arancine) son proprio una bella prova! Io mi levo il rossetto,onde evitare l’effetto pagliaccio…ho difficoltà serie,lo so!
    Colore favoloso,mi ha sempre affascinata,assieme all’amaranto.
    Come te son sempre stata convinta che l’opaco potesse rimpicciolire le labbra. Forse perché è universalmente noto che il gloss aiuti a farle sembrare più turgide.

    Più di un anno fa stavo valutando di provare gli Apocalips per aprire i miei orizzonti ai rossetti liquidi. Poi in entrambi i due punti vendita che ho visitato i colori che mi piacevano mi son sembrati aperti. Una volta che lanciarono i Nabla mi son detta che avrei provato i loro. Insomma ancora non ho esplorato l’argomento ed è un peccato. E poi i tanti punti a favore che hai scritto con cura,anche per questo rossetto,mi fanno dire peccato due volte!

    Una curiosità,sulle labbra questo com’è rispetto ai Retromatte MAC. Cioè,come te lo senti? Avverti un film più spesso? E se si, con il passare delle ore si aggrappa di più? So che la domanda potrebbe sembrarti strana,forse perché a me i Retromatte da subito li avverto come una pellicola sottilissima,mentre altri finish lo diventano dopo ore. Magari e’ soggettivo eh!

    • a Palermo sicuro, qui no XD
      in realtà credo che anche come ripieno siano un po’ diversi…
      io mai levato il rossetto, altrimenti come faccio a sapere se è affidabile? XD

      no mai detto che rimpicciolisce, semplicemente ci son finish che grazie ai giochi di luce fanno un effetto totalmente diverso…

      io gli Apocalips opachi non li ho provati, i colori arrivati in Italia (due) non mi piacciono ç_ç

      completamente diverso, non è neanche paragonabile ad alcun Matte normale perché partendo da una texture liquida l’effetto e la sensazione sulle labbra cambia tanto… nessun film spesso.
      Misato-san recently posted…Top(&worst) November 2014 edition (Prodotti preferiti e s-preferiti di novembre 2014) – con (mini) reviews #teammostplayedMy Profile

      • Giuliana Andrea says:

        Uh,esistono gli Apocaliptic opachi???
        Io intendevo i classici,Galaxy e dell’altro non ricordo il nome.
        Io con le arancine son sul serio un disastro,credimi! Fino a qualche anno fa non le mangiavo in pubblico se non potevo usare forchetta e coltello. Ecco,ora le lettrici siciliane e non si rotoleranno dal ridere… Ma insomma,io per mangiarle preferisco togliere il rossetto. Poi per il resto del cibo no problem
        Non avendo provato nessun rossetto liquido immaginavo fossero una via di mezzo fra gloss e rossetto. Quel che scrivi mi spinge a rimediare e provarne uno!!! Di pancia mi viene da dire un Nabla…con tutto che un Apocalips potrei cercarlo in più p.v. i Nabla in due

  11. Io sto da Firefox e la foto delle comparazioni non la vedo lo stesso :(

    Come già sai amo questo colore (io starei attenta fossi in te perchè potrei inavvertitamente prenderlo dalla tua borsa e mettermelo in tasca la prossima volta u.ù) e amo anche questo tipo di prodotto. In che catena li hai visti a 16 euro? XD *prende appunti*
    Darkness recently posted…Get Ready for Christmas 2014My Profile

  12. ti lascio immaginare la mia delusione quando non sono riuscita a trovarlo :( ci sbavo su da troppo tempo ma sembra introvabile.. piango!
    Vanessa | So Fashion recently posted…Nerocipria : scopriamo la nuova collezioneMy Profile

  13. Cavoli che bello! Ci avevo già fatto caso nel look… ti sta benissimo tra l’altro.
    Penso di non aver mai trovato il marchio in nessun negozio, ma se me lo trovassi davanti ci butterei un occhio… magari qualche residuo delle limited c’è ancora!

    Di rossetti liquidi non ne ho nessuno. Le tinte di Wjcon mi hanno attirata in tutto questo tempo, se non altro per le opinioni positive lette e sentite un po’ ovunque. Una l’avrei provata volentieri. Ma non avendo uno store vicino non ho mai neanche avuto modo.

    • grazie ^^
      A Torino ci sono diversi punti vendita, guardati lo store locator sul sito, forse c’è anche qualcosa più in zona casa tua, diciamo XD

      Idem. cioè io ho lo store, ho visto i rossetti liquidi (no tinte U_U) prima che diventassero popolari… e non mi son decisa sul colore da provare, quando mi son svegliata era scoppiata la mania, non me l’aspettavo. Spero riforniscano, le limited Wjcon non durano mai due giorni, di solito…
      Misato-san recently posted…One Day Purple Meet Red (8) – Ritmo Abarth (feat. Nabla Cosmetics)My Profile

  14. Al momento non posseggo rossetti liquidi opachi, anche se onestamente mi tirano molto. Questo colore, come saprai, non me lo vedo troppo nelle mie corde (son limiti xD), ma sono curiosa di andare a swatcharlo, se ne avrò occasione.
    Volevo provare le famose tinte wjcon, che non so né se si trovino ancora né se rientrino propriamente nella categoria, però son curiosa lo stesso xD
    Piper C recently posted…L’Ultimo Post dell’Anno: Chiacchiere, Auguri e Tre Scarni ProdottiMy Profile

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: