Express yourself. Makeup should fit who you are.

Esprimi te stesso. Il make up deve rispecchiare chi sei.
Devo dire davvero di chi è ‘sta grande verità?
Non l’ho forse già citato qui e qui? :D
Sempre lui, sempre Fransuà, negli ultimi mesi mi son ritrovata spesso a pensare a come potrei creare una sorta di libro delle risposte personale con le sue citazioni, è come se ne avesse sempre una giusta per me.
Prendiamo quella di oggi… l’ennesima in cui credo tantissimo, da sempre.
Si possono attribuire tanti significati al make up, ma qualunque si scelga esso è una forma di espressione di se stessi, spesso inconsapevole, perché se scegliamo questo o quel look non è mai un caso, stiamo sempre comunicando qualcosa di noi.
Ci pensate mai a cosa dicono i vostri look di voi?
Io di continuo, è uno dei motivi per cui provo a raccontarmi tra i post di questo blog.

19.06.2015_01look

19.06.2015_02look

19.06.2015_03look

Prendiamo il look di oggi… ha un che della summa dell’ultimo anno abbondante.
E’ colorato, decisamente lato bright, perché per quanto io apprezzi anche l’altra sfumatura sono i colori luminosi quelli che mi sono affini a livello istintivo.
Ricorda quanto io rabbrividisca ogni volta che mi tocca rileggere i soliti: occhi colorati? No labbra vive, non sia mai! (è successo giusto 5 minuti prima che mi mettessi a scrivere qui, ho bisogno di esorcizzare)
Presenta un azzurro a tutta palpebra, un colore che amo visceralmente ma che di recente notavo che si vede poco sul blog.
In più ha dei tocchi caldi, perché se una volta avevo quasi timore che i colori caldi non funzionassero sul mio viso e facevo esperimenti timidi è proprio nell’ultimo anno e mezzo che mi sono ritrovata a sperimentare talmente tanto in materia che ultimamente quando mi capita di provare look freddissimi spesso aggiungo loro qualcosina di caldo perché forse non so far senza.

C’è anche il colore feticcio dell’anno scorso, che una volta tanto Pantone mi ha pensata… solo che io continuo ad amarlo e ad usarlo perché la moda può dir quel che vuole, la mia testa pure!

Il look in sé è di quelli con il pilota automatico per me… azzurro in palpebra mobile sfumato con viola caldo sfumato col rosso (finalmente ho un rosso opaco in palette e non ho paura di usarlo <3 Potevo prenderlo prima, Martina sia lodata XD )… Citron in angolo interno perché è un periodo che lo infilo tipo OVUNQUE, eyeliner nero… credo che la cosa più rilevante sia il fondotinta però, lo sto adorando (e no, non ho deciso ancora di passare al lato oscuro della forza), quando sono di fretta poterlo sfruttare anche come correttore come qui ha un valore aggiunto non da poco.

Sulle guance un mio sempreverde e sulle labbra Hollywood Cerise, che cavoli most played a parte mica vi avevo ancora mostrato!
E’ favoloso e non è esaurito ovunque, cercatelo se vi ispira il genere.

Cosa pensate del look e dell’idea di Nars di quest’oggi?
Usate il make up per esprimere consapevolmente voi stessi?

Prodotti usati:
* Occhi
– Too Faced Shadow Insurance
– Ombretti Haight di Urban Decay, Citron, Cattleya, Narciso (prodotti inviatimi a scopo valutativo dall’azienda) di Nabla Cosmetics, Passionate di MAC Cosmetics
– Fluidline Blacktrack di MAC Cosmetics
– Flower Power Soft on Eye Pencil Rocky di Nabla Cosmetics (prodotto inviatomi a scopo valutativo dall’azienda)
– Matita Magic Pencil di Nabla Cosmetics (prodotto inviatomi a scopo valutativo dall’azienda) + Eye Kohl Feline di MAC Cosmetics
– Tube Your Lashes – Hi-Tech Volume Mascara n.1 Black di Divage (prodotto fornitomi a scopo valutativo dall’azienda)

*Viso
– Prolongwear Waterproof Foundation NW15 di MAC Cosmetics
– Liquid Tech Blush Plump di Nabla Cosmetics
– H2O Eyeshadow Christine di Nabla Cosmetics (prodotto inviatomi a scopo valutativo dall’azienda)
– Primed and poreless Powder (loose) di Too Faced Cosmetics

* Sopracciglia
– Matita Spiked di MAC Cosmetics
– Matita Magic Pencil di Nabla Cosmetics (prodotto inviatomi a scopo valutativo dall’azienda)

* Labbra
– Rossetto Hollywood cerise di MAC Cosmetics (le)
– Matita Ghost di Nabla Cosmetics (prodotto inviatomi a scopo valutativo dall’azienda)

Comments

  1. Condivido questo pensiero e mi dispiace non averlo attuato in questo periodo, la testa altrove non me lo ha permesso :-(
    Quel tocco di azzurro mi fa impazzire, lo adoro <3
    Foffy recently posted…Foffyman make upMy Profile

    • i periodi capitano a tutti, per come la vedo io Nars pensa più a uno stile di vita, del tipo: “fai i make up che vuoi, non quelli che gli altri si aspettano tu faccia… perché tu vai bene come sei”… roba così XD

      grazie, anche a me!
      non ho moltissimi azzurri ma Haight si avvicina molto all’idea del mio ideale… che non ho ancora trovato….
      Misato-san recently posted…(welcome back) Orange is the new black!My Profile

  2. Splendido post e splendido pensiero: mi piace pensare al trucco come un mezzo per comunicare qualcosa di noi, e devo dire che anche se con trucchi meno o più elaborati questo concetto è sempre applicabile anche nel mio caso. Ad esempio, quando sono giù o triste o preoccupata questo si riflette molto nel mio makeup, così come quando sono in gran forma. Alle volte invece uso il trucco per darmi una spinta in più, tirarmi su di morale e darmi un aspetto migliore di come invece mi sento dentro.. insomma ce n’è per tutti i gusti! :D
    Adoro questo makeup, è splendido l’accostamento tra il blu e il viola caldo, lo adoro! E Holliwood cerise ti sta troppo bene.. bella bella! :)
    ReyInWonderland recently posted…Bye bye… for a while!My Profile

    • io ti dirò penso che sia applicabile sempre, perché quando non ci si pensa è semplicemente un discorso inconscio… anche il non truccarsi lo è, cambia il significato personale che diamo alla cosa ma non l’azione in sé.

      Anche io uso il trucco in vari modi, ogni tanto provo ad analizzarmi (deformazione, temo XD) ma non ho ancora trovato dei veri leit motiv XD

      grazie mille!
      Hollywood Cerise lo adoro :D
      Misato-san recently posted…Antos Cosmesi Naturale – Crema anticouperose ReviewMy Profile

  3. Splendido il look e ti sta davvero benissimo! Quel fondotinta devo riuscire a provarlo appena riesco a passare in un corner mac e trovare una brava mua che mi azzecchi il colore!
    E per quanto riguarda la frase di Francois (come cavolo si fa la C con la cediglia?????) sono totalmente d’accordo tanto che non sono in grado di scegliere un look la sera prima ma solo al mattino quando mi sveglio, in base al mood della giornata :)
    MaryC. recently posted…[Tips] Cookie Law – Tutorial per inserire il banner per l’accettazione dei cookieMy Profile

  4. Io ci penso spesso a cosa dicono i miei makeup di me e non sempre la risposta che ottengo mi piace molto XD in generale però, come qualsiasi altra cosa che mi sta *addosso* (vestiti, pettinature eccetera) è un’estensione di me e come tale mi rispecchia, in un modo o nell’altro.
    Io trovo che questo trucco ti somigli, e hollywood cerise è tipo il fiocco che chiude il cerchio *_* (non credo si dica in italiano, mi sono appena svegliata, sorry ._.)

  5. Anche io rabbrividisco quando leggo/sento “ma se usi così tanti colori sugli occhi non puoi indossare un rossetto scuro/colorato”… sai che anche io quando utilizzo ombretti freddi devo inserire una nota calda?? Non lo faccio di proposito ma è una cosa che mi viene in automatico e vedo che non sono l’unica :)
    Cry – Makeup Victim recently posted…Make-Up | Summer Glow Make-Up Look + Video TutorialMy Profile

  6. Assolutamente ogni giorno esprimo me stessa… e le persone si sono forse un po stancate di dirmi “occhi carichi labbra nude” perchè in fondo hanno capito che io non sono così :D
    Il makeup che hai creato, è uno dei miei must, ogni volta che necessito allegria, lui inconsapevolmente salta fuori XD
    Se il makeup non esprimesse noi stesse, se stessimo li a reprimerci… sai che noia? tutte uguali, tutte sonformi al classico nude… naaaaaaaaaaaaa noiosissimo!
    Io di solito arrivo alla scrivania makeup, e li mi lascio avvolgere dai sentimenti…. Come sto oggi? come mi sento… così nasce ogni mio look XD E si vede anche nei tutorial, visto che sono totalmente improvvisati XD ma a me piace così :D
    Il Barbatrucco della Mokarta recently posted…[RECENSIONE] Mulac contouring Part. 2 – Prodotti in PolvereMy Profile

    • chissà, ormai mi capita raramente di sentirmelo dire, credo che chi segue il blog o almeno uno degli altri social abbia intuito l’andazzo… il vero goal però sarebbe non sentirlo più in giro… avere persone che invece dicono: “l’abbinamento migliore non esiste, bisogna sperimentare senza paura!” :D

      grazie mille ^^
      ne hai una tua versione da qualche parte che gli assomiglia? nel caso me la linkeresti? (anche su facebook eh!)

      Esattamente… oltre che noioso avremmo un mondo privo di personalità!

      anche la metà dei miei sono improvvisati. magari decido che oggi voglio usare il colore Xd e il resto viene un po’ a sentimento del momento.
      Misato-san recently posted…Top(&worst) May 2015 edition (Prodotti preferiti e s-preferiti di maggio 2015) – con (mini) reviews #teammostplayedMy Profile

  7. Condivido in toto il pensiero di mr. Nars *_* E devo dire che questo look ti rappresenta divinamente – oltre ad essere bello bello bello <3
    Hollywood Cerise è veramente carino, si sposa perfettamente col trucco occhi *__*
    Ariel Make Up recently posted…♕ 5 Minuti… ♕ Sotto la Doccia ♕My Profile

  8. Adesso che sto prendendo confidenza con il trucco, spesso lo uso per comunicare come mi sento. Capita che esca struccata (dico al mondo ‘ti odio’!) oppure che ci metta un’ora a prepararmi (‘mondo, ti voglio bene!’) e a sperimentare. Ma a volte me ne infischio di tutto ciò e gioco con il trucco: per es, sono abbastanza consapevole che mi stiano meglio alcuni colori (neutri, più chiari, etc) però a volte ho voglia di un rossetto scuro (che non mi sta benissimo, anche se ovviamente quelli che ho sono quelli che mi stanno meglio) o di un trucco occhi sui colori del verde e del blu (che adoro ma che oggettivamente non mi stanno benissimo) e allora lo faccio e basta. p.s. quel rossetto è meraviglioso!
    lenuccia recently posted…SOS spose! Come sopravvivere al matrimonio + bonus trucco invitate/testimoniMy Profile

  9. finalmente leggo e commento!!!!!! assoutamente d’accordo.. mi accorgo sempre più spesso che i colori che decido di mettere rispecchiano il mio umore del omento e anche il tempo che ho avuto per truccarmi :)
    quel fondo poi mi ispira ssai devo ricordarmi di chiedere di luiquando andrò a fare la lesson mac..
    il trucco non deve essere fatto in funzione di quello che gli altri si aspettano da noi ma solo per noi stesse e su noi stesse!
    spero alla lesson mac di trovare una mua che capisca quello che vorrei per il matrimonio perchè al prossimo che mi dice eh ma al matrimonio occhio nude gli sputo in un occhio ahahahahah! che già con il vestito da sposa in duemila mi stanno stressando perchè devono dare la loro spassionata opinione sull’argomento che rispecchia iol matrimonio perfetto che OVVIAMENTE non è il mio.
    e comunque viva viva françois

    • ah ah ah pure il tempo? XD
      io da quel punto di vista me ne accorgo più dai prodotti, per dire… se ho un eyeliner in gel o se uso una matita vuol dire che avevo un filo di tempo di più nel primo caso XD

      chiedi chiedi!

      ti capisco, sarebbe la morte anche per me… ma soprattutto se me lo dicesse cambierei mua (posto che preferirei farmi truccare quel giorno se dovessi fare una o più lezioni sceglierei mua di cui mi fido, che mi conoscono e con cui non devo questionare il fatto che mi sento a mio agio con determinati colori… per dire questo look qui presenta un rossetto che mi è stato caldeggiato da 5 diversi mua che appunto conoscono i miei gusti, per cui gli è venuto spontaneo dirmi: “ma Hollywood Cerise l’hai visto? è roba tua” XD)!

      spero tantissimo che ti vada bene ecco :D
      Misato-san recently posted…Biofficina Toscana – Crema labbra riparatrice golosa ReviewMy Profile

  10. Quanto e’ vero!
    E’ espressione di se’ in tanti modi. Persino il giorno che decido di non truccarmi, uso la cosa per dire come sto, in fondo. Oppure quando il make up e’ sottotono (giusto un tortorino nella piega, per dire), e’ probabilissimo lo sia anche io. Di solito quando sto bene e allegra, mi piace dirigermi sulle tonalita’ luminose e usare tanto bel colore, occhi e/o labbra che siano.
    Oltre all’umore in se’ poi, in via generale il trucco mi rappresenta sempre, sia che me ne accorga e decida consapevolmente di usare tot cosa e abbinarla in tot modo, per raccontare come sono e mi sento, sia che la cosa avvenga inconsciamente. Quando indosso il rossettazzo scurissimo, di solito e’ quando mi sento particolarmente sicura e la mia parte rock e salda vien fuori. Oppure quando indosso il rosa delicato sugli occhi, e’ quando mi sento romantica e mi piace che si veda. Insomma, tutte le mie mille sfaccettature, spesso il make up aiuta a tirarle fuori e a mostrarle molto di piu’ di un abito o altro, e lo fa senza che serva che io apra bocca. Bello vero :)??

    Parlando del tuo trucco, la parte della palpebra mobile e fissa e’ troppo bella, davvero!! Poi hai un bellissimo modo di abbinare il rossetto col blush, e alle volte alla sfumatura esterna dell’occhio. Tipo, nell’ultima foto l’inquadratura lo rende evidente: queste 3 componenti formano come un “arco” cromatico, ed e’ stupendo :D!

    • esattamente! che poi non è necessariamente una roba negativa XD

      quindi tu lo esprimi in maniera molto fisica, diciamo! ;D

      grazie!

      cacchhio, sgamata proprio!
      Sì l’idea era quella… Cattleya è proprio viola ma caldo, Plump è un fucsia medio che sfumato così non fa super intenso e mi piace come raccordo per Hollywood Cerise che è più forte… in tutto c’è una piccola componente rossa, anche da qui viene l’utilizzo di Passionate ^^
      Misato-san recently posted…(welcome back) Orange is the new black!My Profile

  11. Che dire, adoro questo look e lo ritengo anche molto mio, per quanto riguarda i colori penso che siamo molto affini come gusti anche se io da un po’ di mesi a questa parte tendo ad utilizzare colori cupi ed ho aumentato l’uso dei marroni….. chiamate un esorcistaaaaaa!!!!!
    Penso che questo mio cambiamento sia dovuto anche al fatto che da qualche mese sto passando un periodo non proprio felice e la cosa si riflette nei miei trucchi, a parte quella settimana in cui ho utilizzato la Electric di UD che mi avevano prestato, ogni volta che pubblico un trucco, lo guardo e dico “oddio che tristezza”, fortuna che la Colour Chaos di MUR mi sta facendo un po’ rinsavire ma ce ne vuole, è come se fossi bloccata :(
    Patri – LAismydream P recently posted…Trucco del giorno – 22 GiugnoMy Profile

    • grazie!
      infatti te lo vedo molto :D

      ma pure io ne uso qualcuno, anche se in modo diverso da te… mi spiace per il brutto periodo, meno male che la Colour Chaos un po’ ti aiuta, il make up è un grande strumento per rilassarsi…
      Sull’essere bloccata a modo mio un po’ ti capisco perché mi è capitato e talvolta ancora mi capita, ci sono cose che vorrei fare ma non posso o non riesco in ambito trucco e mi crea disagio…
      Misato-san recently posted…Biofficina Toscana – Crema labbra riparatrice golosa ReviewMy Profile

  12. Condivido pienamente il pensiero di base…..il makeup che faccio rappresenta quasi sempre me stessa….ormai chi mi conosce si è rassegnato anche se a volte mi capita ancora di sentirmi inadeguata con cose più particolari ma che adoro perchè vedo che la gente mi guarda storta e la cosa mi infastidisce….per esempio quando uso Pulp di Mulac….fosse per me lo utilizzerei molto più spesso….
    Poi sicuramente quando sono allegra, più che voglia di colore, ho proprio più voglia di sperimentare….quindi forme diverse, colori e abbinamenti fuori dalla mia confort zone…se è un periodo del cavolo finisco sempre per fare lo stesso trucco alla fine….
    Comunque il look trovo che ti rappresenti davvero molto ed è proprio bello….non è nelle mie corde ma lo apprezzo davvero molto…il contrasto dell’azzurro con Cattleya è stupendo….e quel rossetto è stupendo….me lo ero proprio perso….
    Federica Didica recently posted…FOTD #31 – Sunset on the beachMy Profile

  13. Giuliana Andrea says:

    buondi XD

    Credo che questo concetto arriviamo ad abbracciarlo solo quando estro e fantasia emergono rispetto a quelle banali regole che ci propinano sul web. Chi di noi non è incappata come scrivi in ‘occhi carichi e labbra nude’? Come per la ricetta del pan di spagna,quando siamo in fase iniziale,cerchiamo idee ed ispirazione. E troviamo ‘finte’ regole. In alcuni casi son vere,per carità,cito ad esempio come ricavare i punti per ridisegnare le sopracciglia e non sfoltire ‘ad mutsum’ (dal siciliano a muzzo rende meglio). Quando però l’estro ci fa uscire dal fai così,abbina in tal modo etc. inizia la sperimentazione in cui facciamo uscire noi stesse.

    Come per il vestiario,anche nel makeup i colori ed i look che scegliamo comunicano sia chi siamo,sia l’umore della giornata. A volte a me il trucco aiuta l’umore. Sul lavoro da un anno e mezzo ho un banalissimo dress code,ed in quelle giornate in cui vorrei vestirmi di rosso o di turchese,anche solo un bel rossetto compensa. Rimpiango un po’ meno quei giorni in cui la mattina aprivo l’armadio e tiravo fuori il colore,quando apro i cassettini dei rossetti e le palette degli ombretti. Un gran bel contentarsi,no? :D

    Adoro quel punto di azzurro,se ho capito ed andando per esclusione senza googlare,hai un ombretto UD??? Bello,wow!!!
    Ben accompagnato e contornato XD

    Holliwood cerise ti sta una favola,e noto che Plump pure a casa tua fa la coppia perfetta. E Cattleya fa il richiamo da più su. Gran bella combinazione,una combricola di colori che ami,si!

    Vado,non ti dico l’umore odierno…per compensarlo tiro giù tre quarti di arcobaleno come minimo

    • lo penso anche io. o anche quando semplicemente ci chiediamo se rispetto a quelle “regole” vi sia altro. Se magari ci siano cose che quelle non contemplano, ma altri sì.

      ah ah ah direi!
      che almeno il make up sopperisca a quel che non puoi fare altrimenti!

      grazie :D
      ne ho parecchi, li ho sempre indicati nei miei look…

      grazie XD
      Misato-san recently posted…I don’t care! I love it! (Roma Pride look 2015)My Profile

  14. Sono le due di notte, attendo che sopraggiunga il sonno e intanto mi gusto il tuo blog. Ma non sono finita in questo particolare post per caso. L’ho letto quando l’hai pubblicato, ma ho atteso prima di commentare. E solo adesso ho avuto quella scintilla che mi ha fatto comprendere molte cose. Io amo il make up, mi trucco da quando ero alle medie (la prima palette della Deborah, regalatami dalla nonna per l’Epifania perché ero una signorina ormai e a messa dovevo andare tenuta bene ahaha) e avevo 16 anni quando iniziai a guardare tutorial su youtube, nel 2009, che poi è l’anno in cui qua in Italia esplose la bomba al riguardo. Mi rendo conto che il mio makeup è molto “a fasi” e che sono ben individuabili. Escludendo i pastrocchi medie-inizio superiori, con la scoperta dei tutorial ho avuto la fase colorata. Colore, colore, colore. Di qualsiasi finish, di qualsiasi tonalità e la perenne matita nera nella rima interna. Ciò è sfumato nella luuunghissima fase smokey (oddeo non so nemmeno se lo sto scrivendo giusto). Perenni smokey (beninteso, per uscire il fine settimana, alle superiori mi alzavo giusto 30 min prima -a volte 20… a volte 10!- di correre a prendere l’autobus) scurissimi, blu, viola, verdi, ma nell’80% dei casi erano bronzo-marroni o pure black. E qui si creò la comfort zone. E solo ora mi resi conto che ero moolto condizionata da chi seguivo. Le labbra erano rigorosamente nude! Va detto che però amavo assai poco i rosseti quindi ero anche molto poco fornita. Un trucco così intenso, mi ci vedevo bellissima. Lentamente si è sfumata anche questa fase, in qualcosa di veramente veramente soft. Ho iniziato ad usare solo matte e solo nude anche sugli occhi. La matita nera interna è scomparsa (ma questo è un bene, scompariva sempre comunque!). L’eyeliner è scomparso, solo tantissimo mascara. Hanno iniziato a farsi strada i rossetti. Rossissimi, intensi, più freddi che caldi, a volte qualche berry, a volte del viola, ma sostanzialmente là sto, nel rosso. Eppure noto come questa ultima fase mi stia bloccando, ho il terrore di pucciare di nuovo la mano nel colore e uscirci. Sto facendo piccoli passi, ho recuperato del colore con l’eyeliner o le matite nella parte inferiore. “Make up should fit who you are” e io ora non lo so. E’ diventato ormai solo un qualcosa per abbellirmi. Nel senso che si, quando mi trucco mi faccio prendere dal momento, ma ho notato che la spalvaderia dei primi tempi è scomparsa. E si, temo le critiche, temo di attirare l’attenzione (che già di mio odio), temo queste “regole” date da chi poi?. E questa lunga carrelata di fatti miei che credo sia di una noia incredibile per dirti: grazie. Perché di blog ne leggo tanti, ma questo tuo post mi è così rimasto dentro che io son qua, due mesi dopo, a rileggerlo per dirmi che voglio venire fuori da questa nebbia che mi sento dentro e che voglio dimostrarlo anche in questo modo! Grazie (per la pazienza anche)

    • grazie a te per aver condiviso la tua esperienza con me, davvero!
      secondo me non è strano vivere delle fasi (capita anche a me XD) e neanche essere influenzati da chi seguiamo (spesso non è un processo conscio, ma ciò che siamo e facciamo dipende dalle esperienze e dalle influenze che subiamo dall’ambiente… guardare i look altrui ha sempre impatto su di noi anche quando non ce ne accorgiamo).
      Io pensando a questo look son stata ispirata da quella frase di Nars perché la sento molto mia ma non solo: il rosso di Passionate per esempio è qualcosa che ho iniziato a usare di più (e ho avuto un periodo in cui era in ogni look, voi avete visto solo questo ma giuro che era una fissa!) perché sperimentavo cose di cui ho discusso con una mua che vi ho citato a volte sul blog (Martina Galassetti del MAC store di via del Corso a Roma), e chissà quanti elementi se ci ripensassi mi ricorderebbero questa o quell’esperienza :D

      Quello che invece non mi è mai capitato, personalmente parlando, è di non riuscire più a fare cose per paura… ma non sei la prima che mi dice una cosa simile e vorrei saperti dire qualcosa perché il concetto di non sapere chi sei e rimanere imbrigliato in cose che non ti fanno sentire te stesso lo capisco, mi è successo in altri ambiti.
      Il suggerimento che posso darti è chiederti… come mai è accaduto?
      Quand’è che hai cominciato a pensare: “oddio se faccio questo la gente penserà male di me?”
      Credo che conoscere la fonte di un’idea possa aiutare a rifletterci su con una consapevolezza diversa, perché se non sai cosa ti blocca non lo puoi combattere… e il fatto che tu abbia voglia di parlarne vuol dire che non ti fa stare bene.

      A me non annoiano mai questi discorsi, davvero!
      Quindi se vuoi continuare qui o scrivermi un’email io sono qui, quando il mio blog diventa un luogo di confronto e scambio di idee io sono davvero davvero felice e mi sento onorata che qualcuno voglia condividere qualcosa di sé con me.

      un bacione <3
      Misato-san recently posted…I’m just a fucked-up girl who’s lookin’ for my own piece of mind…My Profile

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: