FOTD: Dragonfire & Klimt (feat. Nabla Cosmetics Goldust Collection + Luna, Snowberry 1)

La Goldust di Nabla Cosmetics, collezione invernale che come al solito esordisce in dicembre, è in vendita sul sito e dal rivenditori (qui la lista degli italiani e qui quella internazionale) da alcuni giorni… stavolta ho cominciato a sperimentarla con estremo ritardo, complice una spedizione davvero tardiva (ve ne avevo parlato qui) che ha reso il concetto di “anteprima” invalido.

Ho deciso non senza titubanze di tenere comunque il mio schema-base per presentarvela, ossia una serie di trucchi con prime impressioni qualitative e poi post di analisi; stavolta sono certa che NON dedicherò un look a ogni ombretto come per la Mermaid per esempio perché trovo la Goldust davvero limitata e limitante da un punto di vista cromatico (non condivido quindi l’entusiasmo generale che ho percepito in giro né i proclami sul fatto che sarebbe la miglior collezione Nabla di sempre… aiuto, una serie di colori che poco aggiungono all’offerta permanente, con addirittura una ripetizione palese di tono uscito in precedenza e per di più ancora una volta incentrata sul lato caldo dello spettro non è davvero la mia idea di gioia cosmetica, ecco) e inoltre se avrò bisogno di colori che Nabla non produce andrò a pescare altrove, per tentare di rendere un po’ meno… monotono il tutto.
Vedremo cosa ne uscirà fuori, per me è una sfida personale che nasce sotto il segno di una certa perplessità.

Per questo primo look ho voluto provare quello che per me è il pezzo più interessante dell’intera collezione, l’eyeliner Klimt… che è in edizione limitata, ed è veramente una scelta infelice da parte dell’azienda romana.
Vi spiego sotto perché ;D

FOTD: Dragonfire & Klimt (feat. Nabla Cosmetics Goldust Collection + Luna, Snowberry 1)

FOTD: Dragonfire & Klimt (feat. Nabla Cosmetics Goldust Collection + Luna, Snowberry 1)

FOTD: Dragonfire & Klimt (feat. Nabla Cosmetics Goldust Collection + Luna, Snowberry 1)

Questo look è stato da principio l’unico che mi sia venuto in mente per poter provare Klimt su una base chiara che lo alterasse da poco a nulla: in collezione abbiamo solo due colori chiari veri (Luna e Glasswork, il gemello inutile di Water Dream), quindi la scelta era un po’… obbligata.
Non ero certa che la tendenza fredda (miracolo!) di Luna legasse con il tono duochrome di Klimt ma il risultato non mi dispiace… la struttura degli occhi è molto semplice: Luna definito leggermente in piega da Narciso, con Snowberry quale punto luce e di unione con Klimt… la parte inferiore dell’occhio esula dal discorso Nabla perché di azzurri e blu medi sembra che non ne vogliano sentir parlare, quindi anarchicamente ho pescato dalla mia palette-base per avere un tocco freddo che desse sia un minimo di definizione in più al look (la base è nera per altro) sia un pochino di equilibrio perché le labbra sono caldissime… è un espediente che utilizzo spesso in caso di rossi aranciati, un altro esempio lo trovate qui (con gli occhi castani funziona parecchio!)
Ovviamente non mancano infracigliare e abbondante mascara.

Luna è tanto carino e avremo modo di rivederlo in azione in vari modi, idem Snowberry anche se su di me purtroppo non è il massimo (è praticamente… del colore delle mie palpebre da struccate…), ma devo spendere due parole su Klimt: che sia in edizione limitata è una scelta criminale perché è BELLISSIMO, originale e in più è l’unico vero prodotto dorato di una collezione che inneggia all’oro, quindi francamente è una scelta che trovo… surreale.
Io ho sempre amato gli eyeliner dorati e il mio preferito resta Pure Show di MAC (qui), ma Klimt… è una rivelazione, ha un colore oro che diventa rossiccio a seconda di come viene colpito dalla luce tanto che cambiando posizione del volto… sembra di indossare due eyeliner diversi!
L’idea è entusiasmante, la realizzazione anche perché il tratto è bello fin dalla primissima passata (io ne ho fatte un paio in verità per abitudine)
Per gusto personale avrei preferito un pennello un pelo più rigido, ma comunque tratti fini e punte si realizzano senza sforzo, io ho un occhio che per forma e struttura non è proprio da eyeliner però non ho fatto fatica ed era la prima volta che lo usavo… tra l’altro da alcuni mesi sono anche fuori allenamento perché non utilizzo spesso eyeliner, quindi qualcosa significherà ;D
Per dare un tocco pop al tutto poi ho passato l’eyeliner anche sulla punta delle ciglia (nella foto dove guardo in alto si vede bene, yay!) e anche per tali particolari non ho avuto problemi di sorta.
Mi sono ritrovata a pensare di volerne già un secondo… non so se lo acquisterò davvero un back up, però è stato davvero un colpo di fulmine, ho in mente altre due o tre prove da fare per metterlo sotto torchio come si deve.

Per la base mi sono distaccata da Nabla per i soliti motivi… niente fondotinta in gamma, il correttore (che mi piace, review qui) l’ho finito e in più ero fuori casa quindi con a disposizione una piccola selezione di prodotti… ho scelto di tenere la base un filo virata verso l’opaco per far risaltare meglio i punti luce (per gli scuri Gotham era una scelta obbligata), anche se l’effetto in foto ahimé si è un po’ perso… ho usato la Strobe Cream Redlite sul mento, Emphatize di MAC sul naso e in zona zigomi Glasswork… quest’ultimo si è rivelato una delusione notevole: è solo glitter, la base ha davvero zero pigmentazione… e rispetto a Water Dream che ha la stessa funzione risulta anche meno visibile (per un confronto guardate questo look), per cui… non capisco l’esigenza di inserirlo in collezione, è un’occasione mancata perché si poteva scegliere qualunque altro colore e sarebbe stato più… utile.
Sono perplessa.

Come blush avessi avuto Coralia (qui) penso che mi sarei buttata su di lui senza indugio, invece così non è stato quindi ho mischiato Peach Velvet (che è un ombretto, ma chissene! XD ) con il più bel blush rosso di MAC, Apple Red… tono di cui si parla poco perché fino a qualche mese fa era solo pro (qui) ed è… uno spettacolo!
Sopracciglia con la Veluxe Liner di MAC (che mi sono accorta essere apparsa sul blog solo in un altro look, qui), la sto apprezzando parecchio e prima o poi dobbiamo parlarne come si deve…

Per le labbra ho scelto Dragonfire perché richiama lo switch rosso dell’eyeliner ed ero curiosa di vederli assieme… lo adoro, sia a livello di colore che di texture perché rispetto ai Diva Crime usciti con la collezione Artika (che pure amo) risulta un po’ più… secco.
Ma non secco in senso negativo, secco perché è meno cremoso e quindi più facile da gestire, tanto che sono riuscita a farmi il bordo senza matita (immagino che Redd di MAC andrà benissimo ma non l’avevo con me), solo con ausilio di pennello (231 di MAC) senza il minimo sforzo… cosa che proprio non riesco a pensare con i suoi fratelli usciti in quella collezione.
E’ un punto a suo favore notevole, in più come il resto del trucco è durato ore e ore, mi sono struccata dopo 13 e… era ancora lì. Ci ho anche cenato e preso thé.
Promette proprio bene.

Con questo è proprio il caso che passi la parola a chi di voi deciderà di avere qualcosa da dire… che ne pensate del look?
E dei prodotti della Goldust (in particolare) finora citati?
Voi come li vorreste vedere utilizzati?

* Occhi
– Prep + Prime 24 hour extended eye base di MAC Cosmetics
– Ombretti Luna, Snowberry, Narciso (prodotti fornitimi a scopo valutativo dall’azienda), Antique white di Nabla Cosmetics, Haight di Urban Decay
– Dazzle Liner Klimt di Nabla Cosmetics (prodotto fornitomi a scopo valutativo dall’azienda)
– Prolongwear Eye Liner Definedly Black di MAC Cosmetics
– Kohl Power Eye Pencil Feline di MAC Cosmetics
– Mascara Ultra Tech di Kiko Milano

*Viso
– Prolongwear Waterproof Nurishing Foundation NW15 di MAC Cosmetics
– Liquid Camouflage n.10 di Catrice Cosmetics
– Ombretto Glasswork di Nabla Cosmetics (prodotto fornitomi a scopo valutativo dall’azienda)
– Shade and Glow Gotham di Nabla Cosmetics (prodotto fornitomi a scopo valutativo dall’azienda)
– Ombretto Peach Velvet di Nabla Cosmetics (prodotto fornitomi a scopo valutativo dall’azienda) + Powder Blush Apple Red di MAC Cosmetics (blush)
– Shaping Powder Emphatize di MAC Cosmetics
– Strobe Cream Redlite di MAC Cosmetics
– Prep + Prime CC Colour Correcting Loose Illuminate di MAC Cosmetics

*Sopracciglia
– Veluxe Brow Liner Deep Dark Brunette di MAC Cosmetics

*Labbra
– Diva Crime Lipstick Dragonfire di Nabla Cosmetics (prodotto fornitomi a scopo valutativo dall’azienda)

Comments

  1. Sulla scelta dei colori di ombretto la penso come te, pur non avendo la tua stessa bravura nel fare gli accostamenti, appena vista la collezione ci sono rimasta malissimo, perché fare trucchi completi e non *mosci* utilizzando solo questi toni, è davvero difficile. A meno che, appunto, non si usino aiuti esterni. Detto questo, devo dire che la tua scelta di far risaltare Klimt (che pure io considero il pezzo più interessante della collezione e non vedo l’ora che mi arrivi!) su Luna, mi piace.
    Questo escamotage della parte inferiore dell’occhio fredda a contrasto con il resto degli ombretti, l’ho imparato da te e lo trovo ottimo per poter realizzare un trucco occhi caldo, che altrimenti mi starebbe malissimo :) quindi mi piace tantissimo anche questo caso, perché rende il tutto più armonioso.
    Dragonfire è davvero bello, ma io ho scelto di non acquistarlo, perché ho già toni che me lo ricordano. Quello che mi intriga di più è Moulin Rouge e sono curiosissima di vedertelo indossato *_*

    • esattamente. passi che colori tipo il nero li prendi fuori (doveroso anche.. non puoi proporre sempre la stessa cosa tipo che so le prime palette di Sleek), ma qui manca anche il resto, inoltre ci sono limiti evidenti per chi non ama o non sta bene coi colori caldi pure.
      A vedere i colori tutti insieme mi danno un’idea di ripetitivo non di stimolante.

      era anche l’unica scelta fattibile… serviva un colore chiaro che possibilmente non alterasse il colore dell’eyeliner (ieri l’ho provato su una bella base scura… ci sta benissimo, ma… il duochrome si perde), e in collezione ci sta solo questo e Glasswork che è trasparente XD

      io riesco a fare anche cose molto calde, non mi riesce semplice però con abbondante nero e magari marrone scuro si può fare… però specie con un rossetto come Dragonfire penso che la strada che ho scelto sia quella più facile su una carnagione come la mia.

      io pure credo di avere qualcosa che lo ricorda ma lo scopriremo meglio in fase di comparazione (non le ho ancora fatte quindi le illazioni al momento stanno nella mia testa)
      Moulin Rouge… domani!
      Misato-san recently posted…MAC Cosmetics collections dicembre 2016: Mariah Carey, Spellbinder, Prep+Prime essential oils, Street Scene viste dalla rete!My Profile

  2. Se per qualcuno questa è la collezione Nabla più bella di sempre, per me è la più brutta… vuoi per le ripetizioni, vuoi per gli ennesimi caldi…
    Non so se prenderò qualcosa subito, ma prima di buttarmi su qualche pezzo che sembra interessante, vorrei passare da Biokalika a vederla dal vivo.
    Glasswork era uno dei pezzi interessanti, ma se dici così lo depenno senza pensarci troppo.
    Il rossetto mi ricorda un po’ Lady Danger o sbaglio? Spero su di me possa risultare meno aranciato, perchè LD su di me è praticamente arancione (quando lo vedo su altre persone rosso ho il dubbio di aver beccato un pezzo “fallato”!).
    Il look mi piace, peccato non sia potuta stare solo su Nabla, ma la colpa non è di certo tua: un azzurro manca, e non solo quello direi. Io spero da sempre in una futura collezione, che però non arriva mai a quanto pare.
    Snowberry e Luna sono gli alri 2 pezzi che mi interessano, e vorrei tanto capire com’è Arabesque.

    • anche per me. poi ci sono cose belle nonostante tutto, ma se la prendo nel complesso è una delusione perché quello che salvo/mi piace, anche se mi piace tanto… numericamente è inferiore a ciò che non mi piace (parlo dell’aspetto cromatico, qualitativamente per quello che ho visto ci sono tanti pezzi buoni anche tra ciò che non mi garba)

      Glasswork l’ho usato due volte in faccia e una sugli occhi e confermo, roba inutile.

      Dragonfire ricorda Lady Danger ma li devo ancora comparare… su di me entrambi a luce calda sono arancioni altrimenti rossi molto caldi.

      eh pure io, tanto più che… se fanno uscire ombretti solo due volte l’anno, c’è poco da poter aggiungere. Se perdi un treno devi aspettare 6 mesi…

      figo, sarà il terzo che vedrete!
      Misato-san recently posted…Nabla Cosmetics – Crème Shadow Collection Potion paradise (2016) PRIME IMPRESSIONI, swatches, comparazioni, lookMy Profile

  3. Il look mi piace moltissimo! Aprendo una piccola parentesi, come lettrice, a me delle tempistiche importa poco perché non sono una che si butta subito all’acquisto compulsivo il giorno dell’uscita, quindi anche se manca l’anteprima a me non dispiace. Capisco che non tutte (forse poche anzi XD) ragionano così. Detto ciò condivido le tue perplessità sulla scelta dei colori e lo dico da persona a cui questa collezione piace tanto perché ama i toni del genere e non faccio trucchi molto strutturati. Però un po’ di cambiamento non guasterebbe insomma. Tornando ai prodotti sono contenta che i rossetti siano più secchi, io penso di buttarmi su Bye bye birdie (sto avendo un ritorno di fiamma coi nude!) e Arabesque, Dragonfire è stupendo ma ho un certo conflitto coi rossi aranciati. Anche Klimt lo voglio troppo XD E degli ombretti da te citati vorrei tantissimo Luna!

    • parto dalla parentesi: da lettrice manco a me, perché preferisco post ragionati.
      Da blogger… se lavori sull’idea dell’anteprima come azienda, allora sarebbe il caso di mettere in condizioni la gente di farla l’anteprima.
      Questo a prescindere dalle dinamiche che portano poi le persone a guardare certi tipi di post come i miei con più interesse quando la collezione non è uscita, purtroppo.

      Io non solo amo i trucchi strutturati ma penso che specie dal punto di vista professionale siano molto importanti, quindi fatico a capire certe scelte compiute qui…

      io però non so dirti se sono tutti più secchi perché specie Bye Bye Birdie me lo sono messo due secondi giusto per vedere come fosse il colore su di me (spoiler: bleah XD non mi piace, credo che sia il nude di Nabla che mi sta peggio. Devo capire se riesco a farlo funzionare con qualche trucco ad hoc, che non so quale possa essere XD ), e Dilemma già è un po’ diverso dai primi tre che ho provato.

      Klimt e Luna mi piacciono tanto, Luna anche come illuminante viso lo vedrete!
      Misato-san recently posted…FOTD: Rea in Hyperspace (feat. Nabla Cosmetics Potion Paradise Crème Shadow Collection + Morning Glory 2) con prime impressioniMy Profile

  4. Caspita, Luna a tutt’occhio mi piace molto, devo assolutamente provarlo con Narciso (l’ho preso un po’ di istinto e devo ragionarci ancora un po’). Per il resto condivido le tue perplessità su Glasswork: all’inizio mi aveva intrigata, ma swatchandolo ho visto solo glitterazzi e ho preferito Luna.
    Ad ogni modo, nonostante i molti dubbi su questa collezione, il look che hai realizzato mi piace molto (e credo ti stia molto bene!), per cui sono molto curiosa di vedere cos’altro tirerai fuori :).

    Oltre a Luna, io ho preso anche Radikal e Absinthe. Il primo non l’ho ancora indossato, ma la texture sembra favolosa (a proposito: che ne pensi di questa nuova super matte?). Absinthe invece è stata una bella sorpresa, perché è il primo ombretto a base rossastra che penso mi stia bene e sono contenta. Forse i duochrome sono la soluzione per quelle tonalità che mi piacciono, ma mi stanno malino!

    Altri pezzi della collezione per me interessanti sono i rossetti, ma sono colori un po’ fuori dalla mia zona di conforto, quindi finirei per non sfruttarli a dovere (e non valgono la spesa).

    E per la cronaca, per quanto sia un’amante dei colori neutri, anche io sto cominciando a notare pezzi un po’ ripetitivi (vedi Glasswork) e la mancanza di alcune tonalità lontane dalle mie esigenze, ma magari indispensabili per altri (vedi i blu).
    Ho anche riflettuto sull’astinenza di Nabla dal fare prodotti per la base. Forse la mia è una spiegazione stupida, ma mi sembra che Nabla (e soprattutto Mr Daniel) siano estremamente esigenti in tema di base e prodotti ad essa dedicati, quindi ho la sensazione che dietro quest’attesa ci sia una ricerca ai limiti dell’ossessione XD.
    Nora Bio recently posted…Maybe next time use your eyes and LOOK AT ME | Purobio Cosmetics feat. Geri HalliwellMy Profile

    • Prova prova, io ho scelto questa combo perché volevo una definizione minima che non rubasse spazio all’eyeliner, così risalta l’aspetto duochrome di Klimt che lo rende un colore unico…

      Glasswork a swatcharlo su mano una base pare averla, come Water Dream… il problema è che poi l’ho provato indosso e la base è sparita, e là è nato il… a che serve?
      Oltre a lui in realtà di ripetitivo ci sono cose come Paprika (perché è l’ennesimo aranciato), Ludwig (in gamma abbiamo Aphrodite, Rust, Utopia…), è come se stessero prendendo una gamma e facendone tutte le sfumature… solo che esiste anche altro!

      grazie mille!
      Oggi ne arriva un altro :D
      Anche se ‘sta collezione per me è veramente difficilissima e un paio di colori indossati non posso farveli vedere, mi stanno molto molto male e sono inabbinabili, per me.
      E giuro che ne ho fatte di prove.

      E hai appena nominato i due orribili per me XD
      La texture Super Matte è ottima, anche se Paprika è meglio di Radikal.
      Ne parlo meglio nel prossimo post :D

      Absinthe… io non lo trovo così dissimile dai vari che so Blue Brown (MAC), Camaleonte (Neve) etc… marrone caldo con duochrome verde… aiuto, ce ne sono mille in commercio me ne piacesse mezzo!

      Tutti e cinque?

      Il discorso dei prodotti della base secondo me vale per tutto: non credo che sul resto siano meno esigenti, a prescindere poi dal risultato… semplicemente sono lentini.
      In Nabla hanno avuto sempre il passo dell'”ogni cosa a suo tempo”, che per carità a me piace anche, nel senso che… quelle aziende che fanno uscire una cosa ogni 20 giorni non è che fanno così bene al mercato e rischiano comunque di stancare il cliente, perché non puoi comprarti una cazzata ogni 20 giorni.
      Solo che specie ora che puntano esplicitamente anche ai professionisti (vedi Nabla pro) non proporre fondotinta, avere un mascara solo, non avere matite che non siano quelle 6 presenti… avere 3 colori di un solo correttore (possibile che in 3 anni un’estensione di gamma non sia stata possibile?) comincia ad essere un problema.
      Misato-san recently posted…Top(&worst) October 2016 edition (Prodotti preferiti e s-preferiti di ottobre 2016) – con (mini) reviews #teammostplayedMy Profile

  5. Molto bello questo look. Inutile dirti che mi sono pentita di non aver preso l’eyeliner oro quando ho fatto il mio ordine. All’ultimo minuto l’ho cancellato dal carrello e ho pagato solo gli unici due pezzi che adesso possiedo.
    Su di te mi piace anche il rossetto, che personalmente trovo estremamente raffinato e chic.
    LaDama Bianca recently posted…Collistar con Piquadro – Mascara Shock e Matita Occhi KajalMy Profile

  6. D’accordissimo sul fatto che questa collezione sia limitata e limitante, nonché poco innovativa – soprattutto a livello di ombretti (ma anche nei rossetti, con l’ennesimo nude che, insomma… Era proprio necessario?). Devo a malincuore concordare anche su Glasswork, che speravo potesse avere un potenziale nascosto ma che – come dici anche tu – sembra più una versione Celestial ufficiale di Water Dream… Base evanescente e tanti, tanti glitter. L’esatto opposto di Danae, che ha sì tanti bei glitter – ma possiede anche una base notevole.

    Il look, ribadisco, mi piace molto – semplice ma raffinato ed elegante, reso speciale dall’eyeliner oro! Bello anche il tocco scuro nella palpebra inferiore, gli dà un tocco in più. E Dragonfire ti sta divinamente *__*

    Riguardo Klimt – ne abbiamo già discusso diffusamente, trovo che sia il pezzo più iconico e rappresenzativo della collezione, è bello da svenire, super-performante, con un colore più unico che raro… E me lo mettono limited edition. Ovvio. Logico. Sensato. #sarcasm
    Per me il backup sarà d’obbligo, non si discute! Spero di andarlo a prendere prima di Natale, giusto per mettermi l’anima in pace.
    (Tra l’altro, mi trovo magnificamente col pennellino in dotazione. Se mai faranno una linea di eyeliner liquidi Dazzle Liner, spero che li muniscano di questo stesso pennellino *_*)
    Ariel Make Up recently posted…♕ Goldust MakeUp #1: Soft Shades & Gold Liner ♕{Feat. Nabla Cosmetics ~ Goldust Collection}My Profile

    • ti dirò gli “perdono” Bye Bye Birdie (il modo di lanciarlo no però!) perché alla fine il nude lo giustifichi con esigenze di marketing (e anche col fatto che poi Daniele piange XD vista la fissa che ha XD ), nel senso che lo smortorio lo vendi sempre.
      Almeno ne hanno fatti altri 4 molto vari e che non ripetono nulla che ci sia in gamma quindi per me il reparto labbra concettualmente si salva alla grande.

      Glasswork aka l’inutile XD
      Danae è veramente un’altra cosa.

      grazie mille!
      la rima inferiore ha un doppio utilizzo: bilanciare il rossetto e dare un po’ di definizione al tutto, se no veramente la moscitudine usciva ‘sto trucco, e in giro ce ne sta già tanta.

      guarda sono in fase mega protesta per ‘sta cosa!
      Io sto ancora meditando ma perché usando meno gli eyeliner di un tempo non consumerò presto neanche questo… ma è l’unico elemento che mi “blocchi”… concettualmente mi piace troppo, vorrei che ne facessero una linea.
      Misato-san recently posted…Top(&worst) October 2016 edition (Prodotti preferiti e s-preferiti di ottobre 2016) – con (mini) reviews #teammostplayedMy Profile

  7. Il makeup mi piace, hai fatto bene a pescare altri colori altrove perché la parte occhi è un po’ lacunosa. Penso di aver chiuso il reparto ombretti per loro fino a quando non tireranno fuori un verde o un blu decente.
    L’eyeliner è uno dei pezzi che prenderò sicuramente e credo sia il pezzo forte della collezione. E’ un peccato che sia LE, è molto particolare e trovare un eyeliner oro buono non è proprio semplicissimo.
    Anche il rossetto è molto bello, passo momentaneamente questo ma sono curiosa di vedere come userai un altro paio di toni che sto ponderando.
    Rs recently posted…Crema viso lenitiva alla liquiriziaMy Profile

  8. Ho sentimenti contrastanti sulla collezione, di sicuro non la più bella tra quelle Nabla.
    I blush mi sembrano completamente fuori contesto e gli ombretti non aggiungono poi molto alla gamma. Capisco voler dare una certa linea cromatica al brand, ma non trovo coerente scrivere ‘makeup come fonte di individualità e mezzo per crearsi il proprio stile’ se dopo tre anni mancano ancora colori fondamentali e una fetta di appassionati è di fatto tagliata fuori. E lo dico con l’onestà di una che nei colori caldi ci farebbe il bagno e che segue e ama Nabla dagli inizi, come sai.
    Salvo il reparto labbra perché aggiunge colori originali e va comunque a colmare delle lacune nell’offerta preesistente, anche se Bye Bye Birdie c’entra poco col tema scelto.

    Quanto al trucco a me piace tantissimo, soprattutto la parte inferiore. È un abbinamento di colori che uso spesso anche io e trovo stia davvero bene sul tuo viso :)

    Quanti calci mi dai se ti dico che non ho preso Klimt? XD
    E nemmeno Dragonfire, anche se per quello rimedierò in futuro!
    Natalia – Maquillicious recently posted…September and October Favourites and Most PlayedMy Profile

    • meno male che non sono l’unica a non condividere le parole di adorazione per ‘sta collezione!

      i blush non so… Satellite of love lo “giustifico” con Arabesque, Harper non saprei…

      vero vero.
      ma ti dirò anche se tendessero ai colori freddi, per me sarebbe uguale.
      per crearsi uno stile serve varietà da esplorare, se il tuo stile è solo lo smokey nero… non so se si può chiamare stile, semmai hai un signature look.

      il reparto labbra è anche il mio preferito…

      grazie mille!

      sì perché secondo me ti serve Klimt.
      Paradossalmente Dragonfire no, ma penso ti piacerebbe molto.
      Misato-san recently posted…Tag: Wishlist cosmetica di Natale 2016My Profile

  9. Giuliana Andrea says:

    Ciao ciao XD
    Della malsana scelta dell’azienda ce lo siamo dette altrove. E come non mai per questa collezione trovo la necessità di vedere qualche ipotesi di abbinamento e di vedere all’opera i prodotti. So che stai avendo persino tu molte difficoltà…figuriamoci che idee potrei trovare io. Confido in te,soprattutto in ambito ombretti.
    Ho scritto collezione??? Ah già…insieme di cose,dunque la definizione è rispettata…come per la Mermaid (a questo punto 10 spanne sopra!!!! Con tutte le lacune) manca del legante fra gli ombretti ed i rossetti…i due blush riesco a vederli uno solo con un paio dei rossetti presenti e l’altro solo con uno. E’ un limite mio lo so…
    E tipo,Dragonfire con quale fra i due blush MrDaniel l’avrebbe pensato?
    Questa volta ho usato le mie scarse tre ore di permesso per andarmela a vedere la collezione. Prima di spostarmi a prendere i due shampoo,perché una sosta andava fatta. Sono entrata con qualche interrogativo ed uscita peggio.

    Passiamo all’argomento vero del tuo post. Basta ammorbarti con le mie perplessità.
    Mi piace moltissimo che hai scelto di presentarci subito Klimt,che e’ a mio modesto avviso il re della collezione. E mi piace che Dragonfire ne richiami il Duochrome. Sottolinei particolari che mi erano sfuggiti ;)
    Io me lo piazzerei con tutto …lol…
    Sul blu e pure sul nero ;)
    Sul nero perderebbe?

    Posto che Klimt lo vorrei vedere con tutto…ehm…ti dico che non ho proprio idee per gli ombretti,alcuna! Madonna che fatica farai…
    E per Dragonfire vorrei vederlo sotto un look occhi freddo,magari più in là perché fratelli freddi in collezione non ne ha. Sicché per i look pensati per questa uscita spero che i prossimi siano Arabesque e Moulin Rouge…spero siano i prossimi…e credo siano quelli che sono piaciuti a te XD

    • ah ah ah stavolta sono andata un bel po’ libera… e me la sto prendendo comoda anche, anche se lì influisce anche il periodo natalizio.

      anche io non capisco bene i legami tra i vari toni.
      Dragonfire… tra i due meglio con Harper, ma secondo me né lui né Moulin Rouge sono esaltati dai blush in collezione.
      Dilemma su di me funziona con Satellite of love perché su di me i berries funzionano a priori, ma non sono certa di poterlo considerare un abbinamento universale…
      Insomma boh.

      morivo dalla voglia di provarlo, quando ho visto che non era un “semplice” oro mi sono entusiasmata!
      Avrai poi visto da altri look (e vedrai…) che sugli scuri si può fare ma il duochrome si sacrifica.

      prima o poi lo rivedrete Dragonfire immagino, in questo periodo non sto avendo tantissimo tempo per truccarmi bene tutti i giorni e questo va a sacrificare la sperimentazione ma insomma cerchiamo di portare pazienza…
      Comunque sì i miei rossetti preferiti della Goldust sono sicuramente Moulin Rouge e Arabesque.
      Misato-san recently posted…FOTD: (my) Dilemma (feat. Nabla Cosmetics Goldust Collection + Klimt, Satellite of love, Luna 4)My Profile

      • Giuliana Andrea says:

        Per nostra fortuna direi,altrimenti non avremmo visto Aphrodisiatic <3
        Non me lo dire,ero contenta qurst'anno di essere a posto da giorni con i regali,la carta,fiocchi e fiocchetti,la spesa tutta ad eccezione di carne e salumeria…e invece salta fuori un imprevisto…uffi…sappi che ti comprendo!

        Aspetta…aspetta…lo vedremo su nero o blu??? Presto???

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: