Il calderone di Gaia – Olio solido shampoo Review

Eccomi di nuovo a parlare di prodotti per capelli, che ormai avrete capito essere il mio principale cruccio cosmetico (oltre alla mia incapacità di tenere in mano un pennello, ma è un altro discorso). Quest’anno prevedo di sfornarne più di una, perciò siete avvisate XD

Come già avvenuto con l’Olio della dea (review qui), questo prodotto mi è stato gentilmente sbolognato dalla padrona di casa, non tanto perché non le piacesse l’odore stavolta, ma perché lo trovava troppo aggressivo. (post qui)

Il calderone di Gaia - Olio solido shampoo

Non è la prima volta che provo un prodotto naturale per lavare i capelli, e visto che puntualmente mi lasciano delusa mi sono avvicinata un po’ scettica. Ebbene, mi sono dovuta ricredere.

Forse sarà perché viene presentato in primis come un “olio solido” e non come uno shampoo, ma finalmente un prodotto che non mi annoda terribilmente!
Certo, il balsamo dopo ce lo metto uguale, ma io non cerco mica i miracoli rispetto a quello che ho già.
A dire la verità avevo già provato shampoo solidi, fatti a mano però, e mi ero trovata discretamente bene.
Credo che l’argilla pulisca bene su di me (mentre molto probabilmente è quella che a Misato dà fastidio), ma in questo tipo di formule viene sempre ammorbidita in olii o burri, per cui nell’insieme il tutto risulta più nutriente.

Dal punto di vista della frequenza di lavaggi, è più o meno la stessa riscontrata da Misato, solo che se per lei 4 giorni sono tanti, per me insomma. Normalmente lavo i capelli 2 volte a settimana, ma soprattutto in inverno è perché perdono la forma diventando una specie di medusa dotata di vita propria. Volendo arrivo tranquillamente a 5-6 prima che inizino a prudermi (ma non a sembrare sporchi e/o unti, quello non mi è mai successo credo). Nel caso dell’olio solido, avverto più che altro una sensazione di pesantezza, non so spiegare bene. Comunque, visto che più o meno si tratta della mia solita frequenza di lavaggio, non è un grosso problema.

La mia unica perplessità arriva dal fatto che me ne serve un po’ – un po’ relativo ai miei capelli più che altro. Avendone io tanti, mi servirà un quantitativo maggiore, di qualunque prodotto si parli. Non sono in grado di fare un confronto con prodotti analoghi perché è passato troppo tempo dall’ultimo shampoo solido capitato tra le mie grinfie. Sono conti in tasca che mi faccio sempre quando si tratta di prodotti al di sopra dei 5€, se fossi ricca non starei manco a scriverlo XD

Però, però, però, è da quando l’ho finito che sto pensando di ricomprarlo, così potrò anche studiare meglio la durata XD
La confezione di Misato era al Monoi e Vaniglia, ora sto puntando Cuor di Mandorla (io e le mandorle, un amore per la vita) ma darei volentieri una sniffatina anche ad Atmosfere d’Oriente. Ho già detto altrove che i profumi del Calderone sono uno dei punti di forza del marchio, però ammetto mi piacerebbe facessero anche una versione non profumata, tanto l’argilla non puzza. Questo perché l’ho fatto provare anche alla moglie, ma a lei ha dato fastidio… Sospetto proprio sia colpa del profumo, di solito non li tollera molto.

L’Olio Solido Shampoo è disponibile sul sito del Calderone di Gaia e presso diversi rivenditori fisici e online in due taglie (40 e 90 gr) al prezzo di 6,90€ e 11,90€. Questo marchio lo trovo molto interessante, le formule sono semplici ma efficaci e finora mi è piaciuto tutto quello che ho provato.
I prossimi che ho puntato, manco a dirlo, sono gli altri due prodotti per capelli, ossia i Cristalli Liquidi e Krisma.
Qualcuno me li consiglia?

Il prodotto di cui parlo in questo post mi è stato omaggiato dalla ditta che lo produce, Il Calderone di Gaia; non sono stata pagata in alcun modo per scrivere questo articolo né avevo vincoli per farlo e le opinioni che ho espresso sono strettamente personali e regolate dalle linee programmatiche del blog disponibili nel Disclaimer dello stesso.

Comments

  1. Pensa che a me questo shampoo piace a livello di risultato finale, ma come comfort durante l’uso… non ci siamo! Mi ingarbuglia (letteralmente) i capelli!! Va molto meglio ora che li ho corti, ma quando li avevo alle spalle non era piacevolissimo usarlo. Anche se per il resto (profumo, e, appunto, risultato finale) niente da eccepire.
    Marina coppersugarglider recently posted…BioBalù HaulMy Profile

  2. a me non è dispiaciuto ma devo dire che l’ho usato saltuariamente alternato ad altri shampoo e non mi ha dato problemi ! trovo che sia molto comodo in viaggio, ma nella realtà quotidiana continuo a preferire gli shampoo “classici” :) BLEAH cuor di mandorla ! (visto che ti piacciono lo amerai♥)
    robiwan recently posted…Preferiti – Most Played di Novembre (trucco)My Profile

    • In viaggio non l’ho provato, anche se dipende: muovendosi in treno o in macchina magari è più comodo travasare un po’ di shampoo liquido in un boccino piccolo. Cuor di Mandorla non l’ho ancora sniffato ma sapendo come sono persistenti i loro profumi non credo mi deluderà <3

  3. Non ho mai provato nessun shampoo solido, questo sembra essere davvero ottimo. Mi interessa soprattutto perchè non annoda i capelli dato che solitamente io ne sono piena, sperando però che non mi renda il cuoio capelluto troppo pesante perchè ultimamente è diventato un po’ grasso! :)
    MoodyMakeup recently posted…Song To Say Goodbye By Placebo – Inspired Make up LookMy Profile

  4. Giuliana Andrea says:

    Ci credo che te ne occupi…con quella chioma leonina che è un gran bel punto di forza!

    Mamma mia…una nuvola di monoi e vaniglia…son di parte perché amo sia l’uno che l’altro. Figurati assieme.

    Spero tu voglia approfondire,perché è vero che apparentemente ci voglia più prodotto. Magari con l’uso di una confezione intera potrà farti fare un confronto e se è solo un pochino in più vedresti sotto una luce diversa gli altri punti positivi che hai riscontrato XD

    • Devo dire che per tanti punti di vista è anche una bella rogna, però da qualche anno sono riuscita a fare pace con i miei capelli. Certo se trovassi un parrucchiere decente che non mi chieda un rene sarei pure più contenta XD

      Eh la durata è un fattore che va considerato. 100 euro di shampoo l’anno non me li posso proprio permettere…
      Lum recently posted…Cucina giapponese: okonomiyakiMy Profile

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: