Kiko Milano – Lasting Precision Automatic Eyeliner and khôl n.16 nero swatches, look, comparazioni, review

Non sono mai stata una grande fan delle matite automatiche, su questi lidi se ne vedono poche per questo motivo, tuttavia negli ultimi mesi Kiko ha introdotto in gamma permanente le Lasting Precision Automatic Eyeliner and khôl che hanno catturato la mia attenzione per le colorazioni molto varie e il doppio finish opaco e metallizzato.
Ho scelto di provare però il tono classico per eccellenza, ossia il nero matte, perché più congeniale a determinati esperimenti truccosi del periodo.

Info fondamentali
Matita occhi automatica per l’applicazione all’interno e all’esterno dell’occhio waterproof prodotta e commercializzata da Kiko Milano attraverso il proprio sito ufficiale e nei negozi monomarca in confezioni da 0.35 grammi al prezzo di 6,95 euro.

SWATCHES

Impressioni generali
Il nero è il colore che in un buon trucco non può mancare mai, e il motivo fondamentale (ma sempre troppo poco diffuso) è che la definizione dell’infracigliare si fa solo col nero, su chiunque, e sta bene a qualunque tipo di occhio (il che è ancora più raro).
Questa è stata la premessa che mi ha portato a decidere di provare proprio la numero 16 delle Lasting Precision Automatic Eyeliner and khôl, per i miei occhi “lacrimosi” tendo a prediligere le matite waterproof per l’infracigliare perché purtroppo spesso altre tipologie mi colano e l’eyeliner in gel non posso usarlo per tale scopo, e mi piaceva l’idea di testare qualcosa di più economico delle matite che di solito uso per lo scopo (Cat’s Meow e Definedly Black di MAC, recensita qui).

Questa di Kiko è una matita che per certi aspetti promette e mantiene quanto l’azienda dichiara sul proprio sito: ha un tratto scorrevole e ben definito, il nero è medio scuro ma senza accenni di verde come a volte capita, con due passate viene anche sufficientemente intenso (il mio paragone cromatico è sempre la Feline di MAC, vedere comparazioni più giù, che per me è LA matita NERA).

E’ una matita che si fissa molto velocemente, come la stragrande maggioranza di quelle resistenti all’acqua, per cui non la consiglio per lavori quali la bordatura, o la base di uno smokey o di un trucco sfumato, per il punto intensità: il rischio che si incagli e quindi renda il lavoro molto difficile o macchiato è altissimo, e se si utilizza un primer è anche peggio.
Ma le waterproof non nascono con tale scopo, la loro idea di fondo è quella di essere resistenti e durevoli, per cui dal mio punto di vista tale limite non è da considerarsi un difetto.

Come tutte le automatiche che Kiko ha prodotto negli anni anche la Lasting Precision Automatic Eyeliner and khôl è venduta con un temperino incorporato, che non è malvagio e talvolta mi è capitato di utilizzare perché semplifica il lavoro (specie per l’infracigliare la punta sottile di una matita agevola il lavoro sia in termini di precisione che di velocità di esecuzione); bisogna stare attenti perché la mina è delicata e sottile vista la natura della matita ma sono sempre riuscita a sistemarla senza problemi.
Non mi piace invece lo sfumino che sta sopra al temperino e si vede dall’altro lato rispetto a quello della mina, lo trovo veramente inutile e trovo che incagli qualunque matita (mi è capitato di provare a usarlo anche con la Feline, che praticamente si sfuma da sola, e per me è un grandissimo NO).

In rima interna, sorprendentemente per me che sono miss “non mi dura mai un cavolo e devo trovare mille espedienti per avere un po’ di nero lì per più di mezz’ora” (ve ne ho raccontati tanti qui, se siete del mio partito della sfiga spero vi dia qualche spunto!), non è male.
Il che nel mio caso si traduce nel fatto che ci sono giorni in cui dura anche 4-5 ore e altri in cui mi sparisce specie dall’angolo esterno in mezz’ora, ma è comunque molto più di quanto mi duri la matita nera media (e ne ho provate negli anni!), quindi anche se vorrei di più per me è già una performance non da sottovalutare.
Con temperature primaverili l’ho testata poco in tutta onestà, con il caldo zero (l’ho comprata in dicembre e l’ho utilizzata in maniera discontinua in modo da poter fare test a temperature diverse ma farla arrivare all’estate sarebbe stato eccessivo, semmai aggiungerò una postilla qui tra qualche mese), ma in passato ho avuto matite nere che neanche in inverno si salvavano, quindi… non è poco.

L’unico difetto tangibile di questa matita è che si consuma in fretta, ma è un’idea che ho di ogni matita automatica in verità, anche se non saprei bene come testarne la veridicità perché le automatiche si temperano poco o nulla e quindi si spreca meno prodotto rispetto a quello di una matita temperabile… di contro partono con quantità molto più basse.
Ne avevo consumata metà già dopo un mese nonostante sia stata un po’ discontinua nel trucco a inizio anno, è retraibile e almeno da questo punto di vista è un bene perché si puà controllare a che punto di usura si sia arrivati.

COMPARAZIONI

Dall’alto in basso: Wycon Long Lasting 1 – MAC Cosmetics Feline – MAC Cosmetics Cat’s Meow

A parità di passate (una sola!) la Kiko come tratto è la meno intensa ma resta comunque sufficientemente nera.

LOOK

usata per l’infracigliare XD

…in definitva
Mi è piaciuta molto la Lasting Precision Automatic Eyeliner and khôl numero 16 di Kiko per l’infracigliare e non la trovo malvagia neanche per la rima interna, sebbene non superi quella che è la mia preferita per lo scopo (Wycon parlo di te!).
Per sfumature non la consiglio, ma per il resto sì e la riprenderei (e so che accadrà)

Voi l’avete provata?
C’è qualche matita della linea che mi consigliereste? (anche non opaca!)

Comments

  1. Giuliana Andrea says:

    Ciao cara XD
    Spero di riuscire a finire di scrivere…tra una cosa è l’altra,lascia e piglia mi stavo pure dimenticando quel che volevo chiederti.

    Inizio col dirti che un pensierino su quella nera in occasione di una promozione 3+3 l’avevo fatto,perché per l’infraciliare io trovo comoda la Squid di MAC che è automatica. Di mattina fra bimba e tutto truccarsi al completo richiede punte già pronte o quasi.
    In quell’occasione presi per mia sorella la marrone opaca ed io scelsi la 04 bordeaux.
    È metallizzata,e indovina un poco? Ho scelto questa per piazzarmela anche sulle labbra!
    Come uso primario non credo di doverti dire che lungo la palpebra inferiore e in rima interna non l’ho mai piazzata,il rosso non posso metterlo lì. È di un metallizzato stupendo che abbino a chiari o dorati spesso molto shimmer come Magic Act MUG. Insomma ai look sobri-sobri stile Bollywood. E con in piega Farenheit Nabla o un rosso Wycon,poi kajal nero e chili di mascara tanto per non farmi notare. Una cosa utile da dirti è che la mia scrive stupendamente sulle polveri,senza perdere intensità.
    Veniamo all’altro uso,che poi è quello che mi è venuto in mente appena l’ho vista. Io ci faccio ombre lips con il Viva Glam Rihanna 1. E mi piacciono assai ;)

    Ho adocchiato la verde foresta,piu’ che altro perche’ di blu e viola le matite non mi mancano. A te ha colpito qualche altro colore?

    • anche io per l’infracigliare amo le punte già pronte, non disdegno il resto però è vero che velocizzano la vita… in più è una scemenza ma… mi capita spesso di mettere creme viso e poi cominciare gli occhi e il mio primo step è sempre l’infracigliare… se ho le mani ancora “unte” di crema non riesco a temperare una mina che ne necessiti… e non sempre ricordo di farlo prima XD

      ho presente quella matita, non l’ho considerata perché farei fatica a usarla (con gli anni mi sono resa conto che almeno le matite… le uso se sono fredde)

      ah ah queste vorrei vederle!

      a me i soliti miei… verdi blu viola. Solo che veramente ne ho tante di ogni gradazione quindi cerco di stare attenta a non farmi scappare troppo la mano, mentre per la nera alla fine è stato più facile perché l’ho presa in un momento in cui mi serviva una nera, c’era uno sconto e perché dato l’infracigliare (ma anche altri utilizzi) io di matite nere da un anno e mezzo a questa parte ne consumo decisamente più che di quanto abbia fatto nel resto della mia vita…
      Misato-san recently posted…Young Attitude (Cosmoprof 2017 look)My Profile

  2. Interessante: a me invece le automatiche piacciono particolarmente anche se, una volta finita la rocky di nabla che ho attualmente in uso, penso prenderò la wycon e probabilmente anche la feline

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: