Liquidflora – Fondotinta minerale compatto Hydrating Defence Review

Non parlo quanto vorrei di fondotinta su questo blog, spesso non per mia volontà.
Avere una pelle molto chiara è spesso un problema serio quando si tratta di cercarne uno (io uso sempre la guida di Lisa Eldridge che trovate qui spiegata per fare le mie valutazioni, sia in fase di scelta preliminare che quando vado poi a valutare un prodotto sulla mia pelle), troppe aziende sottovalutano il problema e così il campo di sperimentazione si restringe ulteriormente.
In ambito ecobio poi sembra esservi una tendenza alla formulazione di colorazioni con sottotono giallo che complica ancora di più la faccenda… così quando un paio di anni fa lessi sul blog di Robi
(qui) del compatto di Liquidflora che invece prometteva freddume… mi entusiasmai, toccai con mano poi da un rivenditore e alla fine l’anno scorso l’ho fatto mio, cosa che per altro sapete perché l’ho citato varie volte in most played, usato per look e via dicendo.
A un anno abbondante di distanza e cialda agli sgoccioli tiro le somme su un prodotto che ho amato più sul lungo periodo, che ho sperimentato con ogni temperatura e con tipologie di pelle diversa e che mi ha stupito.

Liquidflora - Fondotinta minerale compatto Hydrating Defence

Info fondamentali
Fondotinta compatto cremoso con certificazione ecobiologica prodotto e commercializzato da Liquidflora attraverso il proprio sito ufficiale e tutti i negozi che espongono il marchio in cialda da 9 grammi disponibile in doppio formato: full size ricaricabile a 27 euro circa, refill a 18 euro circa.

Impressioni generali
Lo confesso subito: oltre alla colorazione e alle buone parole di Robi l’altro aspetto che mi ha convinta all’acquisto è stato il formato di vendita del fondotinta compatto Liquidflora: io non sono avvezza alle spese in mancanza di campioncini e tale prodotto per sua natura non ne prevede (invero non so se ne esistano della versione liquida), ma poter scegliere direttamente una cialda magnetica andando a risparmiare sul packaging è stato un incentivo consolatorio non da poco.
Liquidflora ha previsto tale sistema di refill per ragioni sia pratiche che di sensibilità verso il problema dell’inquinamento causato dal doversi disfare di packaging quando il prodotto fosse finito e io la trovo una bella scelta da parte di una casa cosmetica certificata ecobio.
Possedendo io numerose palette magnetiche (la mia cialda è finita in una liberty6 di Nabla – potete leggere qui un articolo comparativo su varie tipologie di palette del genere!) ho deciso di utilizzare direttamente una di esse e la mia idea si è rivelata molto pratica.
Liquidflora - Fondotinta minerale compatto Hydrating Defence Non consiglio invece a chi volesse evitare l’acquisto della full size Liquidflora col case smontabile di tenere la cialda nella confezione di cartone originale perché essa non è richiudibile ermeticamente una volta aperta per la prima volta e quindi il prodotto all’interno tende a seccarsi (ultimamente avevo fatto una prova per regalare il fondo della mia cialda a un’amica per fargliela provare… ho dovuto desistere perché le stavo per mollare un fondotinta secco! ç_ç ), tra l’altro esso non è protetto né da pellicole né da altro, e la cosa mi convince poco.

Io ho preso per me la colorazione più chiara, la numero 1 Beige rosé: come accennavo in apertura ha un sottotono che tende al freddo che su di me si rivela davvero funzionale; inoltre ha una buona coprenza anche senza utilizzare strati e strati di prodotto, mi è capitato di utilizzarlo in presenza di pelle non proprio perfetta e non ho mai sentito l’esigenza di andare ad agire anche col correttore nelle aree più disastrate.

Per la stesura ho amato particolarmente due pennelli: l’Expert face di Real techniques e, in tempi recenti, quello angolato piatto della Pro Professional style & care (qui che mi sta aiutando a prelevare gli ultimi residui dai bordi… il buco che avevate visto nell’ultima edizione del tag sui prodotti bucati qui) è ormai una voragine e non riesco davvero con nessun altro strumento!
Ho tentato anche altre strade ma trovo che il miglior rapporto tra coprenza, facilità di stesura e uniformità del prodotto sulla pelle si abbia con pennelli a setole dense.

Il finish è fresco, leggermente luminoso ma senza essere eccessivo e certamente non opaco.
Ha anche un buon odore, che non si avverte però in fase di stesura.

A livello di prestazioni devo dire che dura davvero parecchio, senza cipria mi ritrovo a poterlo struccare quasi integralmente dopo 10 ore ma fissandolo i tempi si allungano sensibilmente; l’azienda lo definisce idratante ma non dà specifiche indicazioni sulla tipologia di pelle alla quale sarebbe destinato.
Dal mio punto di vista trovo che sia buono su una pelle mista: se essa è tendente alla lucidità sarà meglio abbinato a una crema opacizzante, se invece tende alla secchezza una più idratante sarà d’obbligo.
Nel corso di questo anno di frequentazione irregolare (onestamente non sono in grado di quantificare quanto possa durare la cialda se utilizzata come fondotinta unico, purtroppo non ho preso appunti in materia stavolta D: ) la mia pelle è cambiata parecchio e io ho pure variato le creme viso che ho utilizzato con esso: da principio ne sfruttavo una più corposa con pelle tendente alla lucidità ed era un disastro, complice anche una cipria sbagliatissima (questa di Benecos) in un paio d’ore mi ungevo addirittura, una cosa che non mi capita mai!
Dovevo evocare il potere della mia cipria opacizzante d’elezione (qui, la Blot di MAC) per arrivare a 6-7 ore di pace.

Quando ho provato con qualcosa di più leggero (prima la S’Alchemissa, qui e poi la Bio Marina qui) il discorso è cambiato radicalmente e i tempi prima di necessità di ritocco sono diventati accettabili.
Tuttavia per la mia tipologia di pelle ho ritenuto di non utilizzarlo frequentemente d’estate, quando la lotta alla lucidità diventa un discorso noioso e serio, perché non amo stare a preoccuparmi di frequente dello stato della mia faccia e in generale ad alte temperature (sopra i 30 gradi) lo trovo un filo presente sulla pelle; inoltre ho scoperto che interagisce male col mio primer di categoria (questo, se lo stendo sopra di esso è come se restasse in superficie rispetto alla pelle, si fonde male e dura pure poco.
Pertanto a una pelle mista con tendenza alla lucidità lo suggerirei per inverno, primavera, autunno ma col caldo serio no.

In tempi recenti l’ho “riesumato” sia per terminarlo sia perché la mia pelle ha attraversato un periodo di circa un mese di secchezza vera: beveva qualunque crema (anche quelle per pelli molto secche) in pochissimo anche se me ne lasciavo uno strato visibile senza massaggiarlo… vi lascio immaginare lo shock per una persona che non ha mai provato ‘st’esperienza!
E’ stato lì che ho scoperto che per una pelle secca non va, che l’idratazione che apporta non è sufficiente.
Non avevo in casa creme per pelli secche (quelle che ho provato mi erano state prestate) per cui ho aiutato il fondotinta con ampi strati di ciò che avevo in uso ma tendeva a segnarmi tantissimo le aree più secche.
Sul naso poi era diventato instendibile, restava a chiazze e anche quando andavo a sistemare il tutto con le mani per disperazione nel giro di un’ora spariva proprio.
Considerando che ha la silica alta nell’inci essa potrebbe costituire parte della spiegazione per la quale in caso di pelle secca tocca rivolgersi altrove.

Piccola nota sul nome: benché sia denominato come fondotinta minerale, esso non ricade assolutamente in categoria.
Il fondotinta minerale è infatti solo in polvere libera e contiene ingredienti precisi per essere denominato tale.
Immagino che l’azienda l’abbia battezzato così per sottolineare la presenza al suo interno di numerosi minerali ma ammetto che a me la cosa fa storcere il naso.

INDOSSATO

Liquidflora - Fondotinta minerale compatto Hydrating Defence

senza fondotinta

Liquidflora - Fondotinta minerale compatto Hydrating Defence

luce più calda

Liquidflora - Fondotinta minerale compatto Hydrating Defence
luce più fredda

In queste foto indosso esclusivamente il fondotinta e un rossetto MLBB, trovo che copra i miei rossori parecchio bene, andando ad annullare quel fastidioso stacco naturale volto-collo che ho nei giorni in cui essi risultano parecchio evidenti.

LOOK
Liquidflora - Fondotinta minerale compatto Hydrating Defence

Look completo con più foto qui

Lo indosso anche qui e qui per esempio!

…in definitiva
Il Fondotinta minerale compatto Hydrating Defence di Liquidflora è davvero un buon prodotto per pelli miste (di entrambe le tipologie) che è “cresciuto” nel mio cuore nel tempo, quando ho trovato la giusta combinazione per sfruttarlo sulla mia pelle.
Ha una buona coprenza, si stende facilmente e il colore più chiaro è miracolosamente davvero chiaro, inoltre ha una bella durata del tempo anche quando non viene fissato e costituisce nel complesso una spesa che rifarei.

Voi lo avete provato?
Avete qualche fondotinta compatto cremoso che vi piace particolarmente da consigliarmi?

Comments

  1. Sto utilizzando da poco più di un mese la versione liquida del LiquidFlora e sono stupita dalle sue prestazioni. La conferma arriverà con il caldo, ma per adesso è qualcosa di eccezionale.
    Mi incuriosiva questo compatto, ma le mie aree molto secche non penso andrebbero d’accordo con lui e, in generale, non vanno più d’accordo con nessun fondo compatto da diverso tempo. E pensare che prima era quello con cui più mi trovavo bene, dal Couvrance, al Kiko, passando per quello di Benefit.
    MikiInThePinkLand recently posted…Prodotti Bye Bye #23My Profile

    • Io vorrei provarlo il liquido ma penso che andrà al prossimo autunno/inverno perché so che è per pelle secca e… ho la sensazione che ora come ora lo prenderei e poi rimarrebbe lì in attesa per mesi.

      se sono troppo secche lo sconsiglio caldamente, per me è stato uno shock proprio in quelle settimane di secchezza vedere come mi faceva la pelle… e sì che normalmente invece la sua vestibilità mi è gradita.
      di compatti ho zero esperienza, purtroppo spesso non trovo il colore oppure la formula ha qualcosa nell’inci che dice no…
      Misato-san recently posted…E’ con te (MAC Cosmetics Finally Free Viva Glam Lipstick by Caitlyn Jenner look 1)My Profile

  2. Confermo tutto!
    Preso anch’io la cialdina, dicendomi che se mi fosse piaciuto, allora avrei potuto optare per la confezione completa. Devo dire che si, lo ricomprerei.
    Io presi la colorazione 03, perche’ mi suggerirono essere troppo chiara per me la 02, pero’ per il periodo invernale e’ risultata un po’ scura quella presa. Mi ci trovo bene adesso (perche’ finche’ c’e’ stata primavera -__-”, il mio viso ha preso parecchio colore), ma concordo sia un fondo piu’ adatto ai mesi autunno/inverno e primavera mite. Con le giornate calde che ci sono state fino a un po’ di tempo fa, lucidava in effetti. In inverno invece devo fare attenzione alle pellicine.
    Io per stenderlo devo prima scaldarlo con le dita, altrimenti non riesco a prelevarlo col solo pennello. Poi lo passo sul viso e do’ una prima stesura di massima, con le dita. Infine rifinisco il tutto col 102 di Zoeva, che rientra tra i pennelli a setole fitte. Non credo sia cosi’ secco perche’ tenuto male, il mio era cosi’ dall’inizio: credo sia perche’ casa mia e’ abbastanza fredda…
    Per concludere, e’ un buon fondo che allo strucco lascia una bellissima pelle! Adesso vorrei provare altro, ma con lui riandrei sul sicuro :). E poi ha un profumo che crea dipendenza, lo amo XD.
    Mi incuriosisce quello liquido, ma so essere piu’ secco di questo: senza provarlo non mi azzardo a prenderlo.

    • ecco XD io la completa non la prenderei semplicemente perché non mi serve, nella Liberty6 sta benissimo, non si rovina e via dicendo.

      ci troviamo anche su questo, infatti io penso che il mio ri-acquisto sia rimandato a ottobre-novembre, ora non lo userei che per pochi giorni (e sto ancora finendo la cialda di cui parlo qua).

      io riesco bene e senza problemi! per lo meno coi pennelli citati perché ne ho provati altri e non riuscivo (lingua di gatto per esempio, un flat… pure col 193 di MAC…)

      Il mio si è seccato leggermente solo dopo averlo tenuto nella confezione originale, ma all’inizio e per lunghi mesi era meglio.
      Però riesco ancora a stenderlo quindi lo sto finendo da sola XD

      eh se non avessimo colore di pelle diversa ti direi compriamolo e smezziamolo!
      Misato-san recently posted…Dentro i miei vuotiMy Profile

      • Sai, in effetti forse la liberty sarebbe la scelta migliore anche per me. E’ piu’ economica, il prodotto a quanto pare non si rovina (era un mio dubbio!), e una volta finito la si riutilizza (mentre con la confezione del fondo che ci fai?). Um…si, hai ragione.

        Gia’, dubito che la colorazione 01 possa starmi bene, anche se cerchero’ di fare una prova decente sul collo della prima e della seconda, anche per curiosita’ mia proprio. In inverno schiarisco abbastanza: non arrivo in ogni caso ai tuoi livelli, ovviamente, ma vorrei capire se in qualche modo si potrebbe adattare (usandoci una cipria colorata per es.). Vedremo tra qualche mese!

        Riguardo i campioncini, pure io non ne avevo mai visti prima! Non ho messo link al video perche’ non mi pareva il caso, ma giuro sono andata a riguardarlo ed era proprio lui XD. Sono storie strane, per es. mi era capitato lo stesso con la crema nutriente La Saponaria, i campioncini non li facevano a quanto pare, ma poi mi e’ capitato di vederne in video…misteri.

        • esatto.
          la confezione intera secondo me ha due sensi: se non hai alternative, se vuoi ritoccare in giro, se non ricordo male ha pure uno specchio.
          Ma io in giro mi porto giusto la cipria e avendo una liberty6 vuota ai tempi ho ritenuto di fare la prova, mi sono trovata bene quindi…

          no infatti penso che tu sia più scura di me e credo anche gialla no?

          ci sono aziende che ne fanno pochi e a pagamento per i rivenditori, e questo porta a una scarsa reperibilità degli stessi.
          Oppure ne mandano pochi.
          Magari è questo il caso…
          Misato-san recently posted…E’ con te (MAC Cosmetics Finally Free Viva Glam Lipstick by Caitlyn Jenner look 1)My Profile

  3. Non sai quanto mi trovi d’accordo sul fatto che di fondotinta chiari e rosati in giro ce ne siano pochissimi, nel panorama ecobio poi non ne parliamo. Praticamente in ogni post di fondotinta che scrivo mi lamento di questa cosa XD
    Le aziende dovrebbero davvero prestarci più attenzione, almeno per quanto riguarda le colorazioni più chiare (che di solito sono quelle che tendono maggiormente al rosa).
    Sono d’accordo anche con la review, io ho pelle mista e mi ci trovo bene. Mi piace l’effetto luminoso che dona, quello liquido invece lo è di meno. Trovo che siano tra i migliori fondotinta presenti nel panorama ecobio! ^_^
    Véronique Biologique recently posted…Idrolato di Hamamelis Bio (purificante) – La saponariaMy Profile

    • mi chiedo spesso se sia una questione di teoria secondo cui le persone calde sono più di quelle fredde o cosa, confesso.
      idem comunque! XD
      ci sono fior di fondi che vorrei provare e non posso perché se voglio avere la faccia più scura del collo mi basta non mettermelo e i miei rossori faranno il lavoro…

      quello liquido prima o poi lo prendo, ma se ne parla in autunno :D
      Misato-san recently posted…FOTD: MonochromaticMy Profile

  4. Non ho provato questo fondotinta, in genere quelli cremosi compatti non mi fanno impazzire. Ne ho uno della Clinique, l’Antiblemish (non ho idea di come sia l’inci) che pensavo avrei sfruttato molto d’estate, invece col caldo si comporta male e anche quello ha lo stesso problema di evidenziare le pellicine (e io ho la pelle mista/grassa) e far lucidare contemporaneamente!
    Comunque ultimamente sto ri-scoprendo l’importanza della crema viso adatta sotto il fondo: sto facendo numerosissime prove perché l’effetto cambia radicalmente e non mi rassegno a bocciare un fondo se prima non ho provato tutte le combinazioni e tutte le creme disponibili in casa (e non sono poche!). Oggi, per esempio, ho scoperto che il siero Collistar che ho preso non va bene come base viso perché mi fa lucidare subito, anche con fondotinta che normalmente mi durano parecchio. La ricerca della crema base viso continua…
    lenuccia recently posted…Most played di aprileMy Profile

  5. E’ un fondo che vorrei provare, appena smaltisco quelli che ho lo prendo *__*
    Foffy recently posted…Stagioni – Cute SpringMy Profile

  6. Ho usato a lungo questo fondotinta e concordo con le tue impressioni, presenta due problemi, uno che è duro da prelevare e quindi necessita di un pennello buono, due che se la pelle è molto secca oppure quando il clima è molto rigido anche sulla mia pelle mista evidenzia un po’ di pellicine, ma con una buona idratazione e con la stagione mite mi piace molto! A me non lucida nemmeno in estate ma forse ho una pelle più secca della tua.

    Ahhh volevo segnalarti se ti va che su facebook insieme ad altre due amiche abbiamo creato un gruppo per condividere i nostri post e non perderci di vista, si chiama ECOBIOBLOGGER, non so se già ci sei che io faccio casino tra i nomi personali e quelli del blog, se così non fosse è un gruppo chiuso chiedi pure l’iscrizione ;-)
    Francesca (Giulietta Colora) recently posted…MOA- THE GREEN BALMMy Profile

  7. Giuliana Andrea says:

    Ciao ciao XD

    Credo che questo sia fra i tuoi post in cui manifesti quanto sia lungo e a volte travagliato,il percorso di una recensione accurata. Di un paio di ‘prove su strada’ spacciate per tali ne leggiamo tante,di test lunghi e mirati veramente pochi! Credo sia storia di tante fra noi,il fondo prima con la texture di una crema fa a pugni,poi vari la base…sembri funga…e poi ti cambia la pelle. Come sai da un poco di tempo sono affogata nel tran tran quotidiano,per cui non sapevo dei tuoi problemi di pelle. Spero che ne sia già fuori,ti capisco,io me ne porto indietro due…quindi se non lo sei ancora,sappi che oltre ad esserti vicina sono fiduciosa che presto migliorerài…migliorerài quando migliorerà l’umore XDDDDD credimi XDDDDD

  8. I fondotinta Liquidflora avrei tantissimo voluto provarli, perchè avevo sentito che erano anche altamente tollerabili dalle pelli ipersensibili e io sono alla disperata ricerca di un fondo che non mi devasti il viso (a onor del vero, sono parecchio demotivata e la mia ricerca l’ho interrotta da ormai svariati mesi…)
    Avevo trovato un rivenditore a non troppi km da casa mia ed ero andata a informarmi… campioncini non ne esistono (nè del compatto, nè del liquido) e la proprietaria della bioprofumeria non se l’è sentita di vendermi nessuna delle due tipologie di fondo: ero andata lì struccata >//< per provare i colori, quindi aveva avuto modo di vedere i miei bei pori dilatati e ha detto che sti fondi contengono un sacco di olii e avrebbero potuto ingrassarmi/imbrufolarmi, e che sono prodotti dedicati a chi ha la pelle secca. E bon, siccome la mia è una pelle normale/mista, ho pensato di fidarmi (in fondo ci rimetteva lei, a non vendermi il prodotto, con quel che costa). Ora a leggere che tu sei riuscita a sopportarlo senza ungerti, almeno nelle stagioni non calde, mi fa venire una mezza voglia di ritornare alla carica…

    • Scusate se mi intrometto, ma volevo dire a Fren che proprio ieri ho visto un video acquisti dove la ragazza mostrava un campioncino del fondo bioattivo di Liquidflora. Mi e’ rimasto impresso perche’ anch’io vorrei provarlo, e avevo in mente di portarmi in negozio una jar in cui farne mettere un po’ dal tester.
      A questo punto mi vien da dire che non tutti i rivenditori hanno i campioncini, ma che questi esistono (per essere sicura ho rivisto proprio ora il video!).

    • io ho una pelle sensibile ma ti dirò zero problemi proprio almeno per quell’aspetto.
      non avevo idea che ci fossero campioni di quello liquido devo dire, mai mai visti!
      Misato-san recently posted…Naturamia – Gel Detergente schiumoso effetto luce ReviewMy Profile

  9. hmm no com troppo la secchezza del vio mi ha fatto passare dai fondi minerali a quelli liquidi e “sintetici” per via delle prestazioni.
    Al momento Lovvo tantissimo Born this way e il cushion di Lancome… ma di entrambi temo il colore più chiaro sia troppo scuro per te (same old same old…)

    Baci.
    Manuki recently posted…[Review] Forget Your Age Crema antirughe di Biomed Organic Medical SkincareMy Profile

  10. Logicamente conosco il nome ma non l’ho mai provato, ho sempre preferito fondi fluidi ai compatti anche se in passato ne ho provati vari. Questo da come lo descrivi potrebbe anche piacermi.
    Patri – LAismydream recently posted…I’m feeling like… Californication by Red Hot Chili Peppers meeting. Una Nota di ColoreMy Profile

  11. Avevo riposto molte aspettative in liquidflora, e carica di bei propositi me ne sono andata alla giornata trucco del marchio in una profumeria della mia città… il risultato è stato un disastro! dopo neanche un’ora il trucco occhi non si vedeva più, e anche il fondo mi aveva lucidato moltissimo… che peccato! leggendo la tua esperienza forse il problema è stato la crema sotto, ma onestamente non faccio salti di gioia per riprovare i prodotti del marchio!

    • ma per il trucco occhi ti hanno usato un qualsivoglia primer? di solito lo usi?
      Uno dei limiti secondo me dei marchi ecobio è che… primer occhi zero (quelli che esistono sono tipo pietosi, provati quasi tutti), e tanta gente ne ha bisogno.
      Io feci una prova con Couler caramel… fu anche peggio XD

      E quale fondo ti hanno messo? Su che base? Che pelle hai?
      Queste sono le prime cose da chiedersi!

      io ho provato solo questo comunque per ora :D
      Misato-san recently posted…FOTD: (My) Impulse (feat. Nabla Cosmetics Shade & Glow + Blossom Blush 4)My Profile

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: