Nabla Cosmetics – collezione Mermaid… in pillole! (swatches e PRIME IMPRESSIONI flash)

NOTA BENE: questo post parla di prime impressioni (NO RECENSIONE, è troppo presto XD) su prodotti che mi sono stati mandati in prova valutativa dalla ditta che li produce.
Ringrazio Nabla Cosmetics per l’opportunità, la mia politica valutativa (spiegata nel Disclaimer del blog) tuttavia non cambia e si basa come sempre sulla reale utilizzazione degli stessi.

Oggi esce la nuova collezione Nabla Cosmetics (qui tutti i post che ho dedicato al brand negli anni!), si chiama Mermaid ed è ispirata alle sirene.
Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016
Caratterizzata da non poche scelte insolite (un solo rossetto, due blush per certi aspetti simili, mancanza di alcuni toni che “fanno sirena” nell’immaginario collettivo), la Mermaid sta invadendo il web e ora è disponibile sul sito ufficiale e nei rivenditori che espongono il marchio, qui trovate quelli italiani, qui gli internazionali.
Io la sto studiando da alcuni giorni in maniera molto pratica, ossia costruendo dei look come già fatto per le precedenti uscite del brand romano.
Ogni trucco presenta uno degli ombretti come “colore portante” sulla palpebra mobile (blush e rossetto naturalmente possono apparire con più facilità in più post!) e non escludo di riuscire a finire la serie già per fine mese; ritengo infatti che l’applicazione nei punti “giusti” del viso dia una misura diversa e migliore di come rendono i prodotti stessi, di se durano e via dicendo rispetto al mero swatch su braccia, che tanto piace ma che personalmente parlando mi lascia sempre dubbiosa e insoddisfatta.

Tuttavia so che la curiosità c’è e avendo provato tutti i prodotti, alcuni dei quali più volte ho deciso di fare un post veloce, sulla scia di quello che riuscii a scrivere per la Genesis (qui), con swatches su braccia e qualche breve considerazione.
Quelli invece sui singoli prodotti con le comparazioni etc arriveranno prossimamente.

Due parole sul concept e sulla composizione della collezione
La Mermaid come da comunicato stampa (qui) si compone di 9 ombretti, 2 blush, 1 rossetto e 1 palette Liberty6.
La sola palette è in edizione limitata.

L’ispirazione è quella di una sirena che emerge dalle acque nel momento in cui il tramonto lascia spazio alla notte, il focus è sulle iridescenze espresse in ogni loro forma, pertanto non vi sono ombretti opachi nella collezione, una scelta nuova per Nabla.

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016 Per quanto risulti interessante l’idea, personalmente parlando sono rimasta un po’ spiazzata dall’idea di dover leggere il comunicato stampa per inquadrare il tutto, perché il nome della collezione non fa intuire nulla di tutto ciò.
Non riesco inoltre a non pensare a come, pur trovandomi di fronte a prodotti che, per quel che ho visto sono tutti di buonissima qualità, si sia persa l’occasione per un allargamento di gamma più importante, per esempio con l’introduzione di qualche tono che richiamasse il mare quale poteva essere il turchese o il verde acqua, e magari qualche rossetto un po’ più… come dire… vivo, più vicino all’estate.
Pur non essendo in alcun modo una fautrice dell’idea che esistano colori stagionali, non ritengo così strano per le aziende inseguire certi trend ricorrenti (qui Nabla lo fa con gli aranciati per le guance, per esempio), sia per questioni di vendite sia per avere un modo per presentare qualcosa di diverso in ogni periodo dell’anno.
Sarà comunque interessante sentire se nel video di presentazione dell’azienda, che di solito viene offerto al pubblico nel giorno dell’uscita della collezione stessa, MrDanielmakeup aka Daniele Lorusso, direttore creativo di Nabla andrà a toccare anche tali argomenti.

A livello di texture questa collezione introduce il nuovissimo Celestial, che unisce l’effetto bagnato al duochrome e alla possibilità di utilizzarne gli ombretti come top coat come successe per Water Dream della precedente Artika.
Si tratta però di un finish diverso da quello di Water Dream, perché le basi di tutti gli ombretti sono colorate davvero (Water Dream tende ad essere trasparente una volta applicato sull’occhio in purezza, questi no)
Il sito dà indicazioni d’uso su vari ombretti della collezione, ma ammetto che non sono troppo convinta che abbia senso aggiungere luminosità a qualcosa di già estremamente luminoso (e il video dove veniva presentata la cosa, qui ha contribuito al mio scetticismo), devo ancora fare le prove del caso però perché queste sono prime impressioni dopo 5 giorni di utilizzo.
Tali ombretti hanno anche un costo diverso da quelli della linea base e da Water Dream.

Come leggere le foto
I colori sono applicati tutti asciutti, con le dita, sotto luce solare diretta e indiretta.
Una sola passata.
Nei look invece sono sopra un primer (specificato volta per volta), sempre asciutti e gestiti con pennelli vari, per lo più piatti e lingue di gatto di vario genere (anche per le sfumature!)

OMBRETTI

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016

01. Sensuelle, Celestial

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Sensuelle

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Sensuelle

E’ un rosa chiaro tenue con spiccato duochrome oro, molto brillante.
Dei tre è l’unico che ricordi concettualmente Water Dream, in un certo senso se non fosse per l’oro potrebbe essere considerato un po’ la sua controparte fredda.
Avendo io parecchio rosa nella pelle, come tutti i toni su questo genere su di me la sua base si perde, per cui se non la vedete… è normale!

E’ fantastico come top coat sulle labbra su rossetti opachi (ma voglio fare qualche altra prova prossimamente per vedere come rende su altri finish) e sul viso come illuminante intenso, aderisce molto bene sia preso con un pennello che con le dita.

Look: qui

02. Nereide, Celestial

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Nereide

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Nereide

Taupe con riflesso argento, un colore bello freddo (evviva! XD ) e multisfaccettato.
A me piace molto di più applicato sull’occhio a tutta palpebra che in swatch, in foto non son riuscita a farlo rendere per ora.
Ha qualche problema di fall out, trovo che le perle e i microglitter siano un po’ instabili, per cui se utilizzato per esempio in combinazione con un opaco va a “contaminarlo”.

Look: qui

03. Selfish, Celestial

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Selfish

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Selfish

E’ un viola con duochrome verde (mi ricorda quegli smalti viola/verdi che quando andavano tantissimo i duochrome erano proposti da chiunque, solo che qui il verde non è così importante) con riflesso multicolore che varia dal ciclamino allo champagne… io ci vedo anche una qualche sorta di blu e forse del rosa chiaro sulla scia di Sensuelle.
Da swatchare è un incubo, sul serio, nel look rende meglio.

Dei tre Celestial è quello con la base più pigmentata, inoltre non crea fall out e quando colpito da una luce diretta (quella artificiale fredda è forse la mia preferita per lo scopo) rivela l’effetto bagnato in maniera splendida (sì è il mio preferito dei tre, penso fosse pure prevedibile)

Look: qui

04. Cleo, Bright

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Cleo

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Cleo

L’oro delle pepite, è brillante e caldo… e scrive tantissimo!
Sulla mia pelle tende a riscaldarsi tantissimo, per fortuna sugli occhi rende in maniera molto più vicina a com’è in cialda.
Ammetto che mi è venuto da chiedermi perché un altro oro dopo Citron e Aurum, ma questo è diversissimo e mi sta piacendo molto, in comune con Citron ha la scrivenza pazzesca e quella texture morbida al tatto che è un piacere accarezzare.
Si sfuma anche benissimo, mi piace sia come punto luce che a tutta palpebra, resta fedelissimo a come lo si vede in cialda (il famoso effetto true to pan) in qualunque modo lo si usi.

Look: qui

05. Calypso, Superbright

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Calypso

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Calypso

Calypso mi piace da morire, ve lo dico subito.
E’ una sorta di figlio di Cattleya e Lilac Wonder (due dei miei cavalli di battaglia di casa Nabla, entrambi bucati entrambi nella palette base!), del primo ha la componente violacea calda con parti di ciclamino al proprio interno, del secondo il violetto freddo, in più trovo che abbia delle perle argento al proprio interno, l’effetto è davvero specchiato come da descrizione ufficiale (che parla di viola eliotropo e… sì, ci siamo, stavolta non sono sempre d’accordo con Daniele ma per alcuni colori decisamente sì)
E’ fantastico a tutta palpebra, per delineare la rima inferiore, pure come punto luce originale.
E’ il primo Superbright della linea.

Look: qui

06. Juno Moon Bright

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Juno Moon

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Juno Moon

Un altro viola, perché da tale punto di vista questa collezione è decisamente un po’ mia (anche se io sto ancora aspettando Prerogative 2, Nablaaaaaaaaa ascoltami!).
Burrosissimo al tatto, sulla scia di Cleo e altri, è una sorta di viola-prugna ma non classico, perché la base è ruggine e si vede swatchandolo (sull’occhio non ho ancora deciso)
Confesso che non pensavo fosse così interessante, ma lo sto ancora studiando.
Sfumato in piega è fantastico.

Look: qui

07. Under Pressure, Satin

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Under Pressure

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Under Pressure

Come dire… da fan del Duca Bianco, dei colori freddi, dei teals… questo è un colore che aspettavo tanto.
Un po’ mi scoccia che sia l’ennesimo tono profondo, con una dose di nero dentro che lo rende scuro, perché Nabla in gamma ha solo quelli e la mia preferenza personale pure va in altra direzione, tuttavia è comunque diverso sia da Babylon che da Baltic, è un duochrome petrolio che se colpito dalle luci giuste pare blu ma che in più ha tante iridescenze che gli conferiscono una certa brillantezza… onestamente è difficile da descrivere, riesce ad essere due cose assieme e non è poco.
Il lato fastidiosetto di questo colore è che rende MOLTO meglio a tutta palpebra che sfumato in piega o sotto all’occhio: nel primo caso è pieno senza sforzo, vibrante, fedele alla cialda.
Nel secondo pare nerastro, come capita a Babylon e a Baltic, e ciò lo trovo frustrante.
Onestamente penso che lo avrei usato comunque più a tutta palpebra che altro, ma mi dispiace lo stesso non poter spaziare maggiormente.

Look: qui

08. Chemical Bond, Bright

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Chemical Bond

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Chemical Bond

E’ uno di quei toni neutri difficili da descrivere, perché ha dentro qualcosa di bronzo, quando lo swatcho, ma sull’occhio non lo vedo e mi appare più come un talpa freddo quasi argentato.
Devo dire che ho difficoltà a descriverlo sia perché a tutta palpebra ancora non l’ho indossato se non per una prova veloce per scrivere questo post, sia perché mi sembra più argento sotto la luce fredda diretta e più marroncino sotto quella indiretta.
Comunque sia ci torneremo su, ma è un colore che mi lascia perplessa, non in sé per sé perché per quel poco che ho visto la qualità è promettente, ma perché non sono riuscita a cogliere la necessità di averlo in collezione con Nereide… cambia la texture, e Nereide è immensamente più luminoso, ma… per me sono della stessa famiglia, forse Nereide ha una base più fredda ma comunque il risultato non cambia.

Look: qui

09. Sugar, Satin

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Sugar

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Sugar

Un altro rosa, ma diverso da Sensuelle, in primis perché qui la base è decisamente più visibile, sebbene sia comunque chiarissima per cui su di me tende a perdersi un poco comunque.
Ha un riflesso dorato delicato.
Su una pelle come la mia è un nude perfetto, fatto salvo ovviamente il riflesso… se non fosse per il finish luminoso potrei usarlo tranquillamente per uniformarmi la palpebra e sembrerei non indossare nulla.
Naturalmente è un ottimo punto luce, da provare anche quale illuminante viso.

Look: qui

BLUSH

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016

10. Coralia, Satin

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Coralia

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Coralia

Secondo blush non opaco della linea Nabla dopo Regal Mauve (qui), Coralia mi spiazza su ogni fronte… ha un nome che non c’entra nulla né con la descrizione ufficiale (Pesca con satinatura rosa ramata), né coi coralli.
Io francamente lo vedo aranciato, mediamente acceso (sicuramente più di Nectarine qui che è opaco e contiene più bianco).
E’ un buon tono vivace, sfumabile e facile da gestire come tutti i suoi fratelli di gamma.

Look: qui

11. Kendra, Matte

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Kendra

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Kendra

Anche qui non riesco a trovarmi concorde con la descrizione ufficiale ( neutro mauve con un tocco di rosso e di rosa all’interno), perché io il malva al suo interno non lo percepisco neanche se cerco col lanternino.
Mi sembra più un rosa carne un filo caldo, sinceramente pur avendolo indossato non l’ho ancora inquadrato bene, è un tono che mi spiazza e che non percepisco versatile come indicato dall’azienda, per esempio lo vedo malissimo con ogni genere di rossetto freddo, la sola idea di abbinarlo a qualcosa sul genere del mio amato Vertigo (qui) o Underground (qui) mi fa rabbrividire.
La qualità però è buona, quello sì.

Look: qui

ROSSETTO

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016

12. Closer, Matte

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Closer

Nabla Cosmetics Mermaid collection, collezione estiva 2016, Closer

Un altro nude.
Cioè l’unico colore della collezione è un nude.
Quando ho visto il comunicato stampa il mio cuore si è infranto, io pregustavo nuovi Diva Crime… nella Butterfly Valley 2, nella Artika 4 addirittura… qui uno solo.
Di uno di quei colori smortarelli che piaceranno pure tanto al direttore artistico di Nabla ma che veramente… è estate, se non mettiamo qualche colore neanche in estate quando aspettiamo di poterlo fare, nella tomba?!
Scusate lo sfogo ma io amo la formula dei Diva Crime (sono gli unici opachi che posso indossare per una settimana di fila senza risentirne minimamente) e questa cosa non riesco proprio a capirla.

Comunque sia secondo l’azienda è un tristarello mezzo marroncino mezzo rosa, io su di me non saprei definirlo, chi me l’ha visto indossare ritiene che sia più rosa che marroncino, mi rimetto al parere esterno perché… avrò un blocco mentale con ‘sti colori, ma “perfetti per completare ogni look” anche no, è un pensiero urticante a cui mi ribello.
E poi in che modo di esprimerebbe la fantasia di una persona se qualunque combinazione andasse a esprimersi con lo stesso rossetto?
Non scherziamo, ecco.

La qualità è la solita dei Diva Crime, ottima.

Look: qui e qui

…completa la collezione
La carinissima palette Liberty Six Mermaid in edizione limitata.
Mi piace tantissimo, mi spiace solo che l’azienda con queste limited si ostini alla versione piccola, perché se un cliente volesse utilizzarle per riporvi un’intera collezione non potrebbe, da amante delle palette componibili (qui il mio post comparativo tra vari marchi) mi spiace non poco.
Penso di acquistarne una seconda perché è caruccia proprio.

…in definitiva
Pur non essendo centrata come tema, a livello prodotti la collezione Mermaid di Nabla mi piace comunque.

Gli ombretti sono tutti pigmentati, sfumabili, non vi sono mega somiglianze con altro già in gamma (sebbene mi sembri di poter dire senza indugio che vi siano delle tonalità su cui Nabla ama proporre variazioni a discapito di altre che mancano ancora completamente in gamma) e durano senza perdere di intensità (su primer Prep+Prime 24 hour extended eye base di MAC Cosmetics, prossimamente farò ancora prove con altri… senza no perché io ho la palpebra oleosa e francamente non ho tempo di ricordarmi quanto la cosa mi renda triste).

I blush pure hanno un’ottima qualità, durano da mattina a sera e si sfumano bene.
Devo provarli su fondotinta diversi ma ho un buon sentore, perché i fratelli precedentemente usciti non mi danno problemi in materia.

Il rossetto infine è il “solito” Diva Crime… si stende bene, non secca le labbra ma anzi le lascia morbide, non riesco a valutare se sia più simile ai primi usciti o a quelli della Artika che sono più morbidi perché fa troppo caldo per poter affrontare anche questo discorso.

Cosa avrei preso io se non mi avessero inviato tutta la collezione?
Fermo restando l’impressione positiva sulla qualità dei prodotti, mi sarei fiondata su Calypso, Cleo, Juno Moon, Selfish, Under Pressure.
Sensuelle mi ha convinto dopo averlo provato sulle labbra, cosa che da un rivenditore fisico avrei potuto fare senza sforzo.
Ma qui andiamo molto nel campo del gusto personale e di cosa ho già in casa nonché delle previsioni di utilizzo reali dei prodotti, che sono un discorso dal quale non si può mai prescindere quando si fa una spesa.
Poi chissà, magari col tempo avrei recuperato altro.
Se scoprirò amori tardivi o rinnegherò qualche prodotto lo scopriremo nei prossimi mesi, suppongo.

Voi che impressione avete di questa collezione?
Vi ritrovate nello svolgimento del tema?
Cosa avete puntato?

I prodotti di cui parlo in questo post mi sono stati omaggiati dalla ditta a scopo di eventuale recensione; non sono stata pagata in alcun modo per scrivere questo articolo né avevo vincoli per farlo e le opinioni che ho espresso sono strettamente personali (come tutte le altre che avete sempre letto su questo blog)

Comments

  1. Io penso prenderò: Selfish, Calypso, Nereide e Sensuelle.
    Su Sensuelle sono ancora un po’ in forse, ma l’idea di utilizzarlo sulle labbra mi intriga molto *_*
    Come te avrei preferito un ampliamento cromatico, sarebbe stato bello un azzurro, turchese, verde acqua, soprattutto sarebbe stato bello un Diva Crime più vivido…c’erano molte possibilità con l’idea delle sirene, ora possiamo crearle solo con la nostra fantasia :)
    Foffy recently posted…La ragazza con il rossetto rosso…My Profile

    • mi spiace per il ritardo, non so come ho fatto ma ho saltato questo post o_O
      aspetto tantissimo il tuo ritorno sul blog anche per vedere in azione questi colori!

      Sensuelle sulle labbra specie su base opaca lo trovo spettacolare, l’ho sperimentato in vari modi e ancora deve deludermi.

      eh ç_________ç
      E con altri brand. Che è grave.
      Misato-san recently posted…In make up we TRUST look by MAC CosmeticsMy Profile

  2. tiziana pietanza says:

    Ottimo post comw sempre mary. Mi ispirano tanto calypso selfish sensuelle juno Moon. Il blush kendra sembra carino anche se un po caldo… il rossetto non l ho capito proprio. E nemmeno le palette solo piccole

  3. Cinzia D says:

    Presi Calypso e Selfish, a mio parere davvero scenografici e particolari ! Mi piacciono molto Chemical Bond che prenderò più in là e Under Pressure, ma devo capire se mi serve un altro teal!! A questo punto aspetto un teal in versione Superbright magari in base verde con riflessi blu , renderebbe davvero tanto! I blushes non mi dicono nulla. Closer invece è carino, sulla scia di Mac Fast Play o Cosmo , devo capire se ho già qualche dupe ….. Eventualmente lo prenderò verso l’autunno , in estate mi piace divertirmi con i rossetti corallo !!

  4. Valeria says:

    Niente da aggiungere, parlando a livello globale della collezione sono pienamente d’accordo con te! Per quanto io ad es non utilizzi quasi mai certi toni come ombretto a tutta palpebra o sfumato in piega, ma solo come eyeliner e visto che è con le collezioni che Nabla espande il reparto di cosa ha già (appena usciti i Blossom Blush già immaginavo che ce ne sarebbero stati in collezione) era un’ottima occasione per inserire nuove tonalità o appunto declinare in nuovo toni già presenti (un bel verde acqua, un turchese!), idem per i rossetti. Io stavolta vorrei evitare l’ordine online e riuscire ad andare in bioprofumeria. Ho puntato Kendra come blush, il rossetto e come ombretti Calypso, Juno Moon, Under Pressure e Selfish. Sono indecisa tra Chemical Bond e Nereide, forse prenderei più il primo.

  5. Valeria says:

    Ah e la palette ovviamente, dato che non avrei dove mettere gli ombretti XD e poi ormai ho iniziato a collezionare le loro. Però si dovrebbero fare anche la versione da 12.

  6. Non mi ha colpito al cuore questa collezione. Penso prenderò qualche ombretto, sicuramente Nereide e Juno Moon, uno tra Sugar e Sensuelle… Gli altri non so quanto mi convincano. Cleo neanche lo considero, non sono amante di quei toni XD
    Il rossetto non mi piace, blush nemmeno… o meglio, Kendra non sembra male, ma niente di particolare.
    La palette è da avere, ormai le ho tutte :P

  7. Le impressioni che avevo le ho già condivise con te e sono le stesse: concordo, soprattutto sul fatto che manchi un turchese o un teal bright, e il petrolio personalmente l’avrei preferito opaco.
    Ier la collezione l’ho vista di persona: mi sono innamorata di calypso e under pressure non mi è proprio piaciuto. Gli altri tutti toni molto carini, soprattutto juno moon, che certamente prenderò per l’alta qualità.
    Bella anche la texture celestial: mi ricordano tanto i dazzleshadow di mac.
    Dei blush è carino Kendra, anche se devo vederlo meglio, il rossetto credo di non averlo nemmeno swatchato.

    • eh hanno perso un’occasione. da un lato mi piace anche l’idea di seguire un tema (quello dello sbrillio, che per me è più centrato del discorso sirena), dall’altro… boh.

      Calypso a distanza di tempo posso dire che è ancora il mio preferito, l’ho usato pure oggi in un look che vedrete tra qualche giorno, tempo di capire come schedulare il blog.
      Under pressure a me piace, nonostante il problema dello sfumaggio (XD)
      Juno Moon spacca, giusto se hai Last Call di Urban Decay lo puoi evitare, siamo là (quando li ho comparati ho capito perché mi piacesse tanto…)

      anche a me anche se non è proprio la stessa cosa ma è un’associazione che avevo fatto!

      scusa per il ritardo atroce nella risposta ç_ç
      Misato-san recently posted…FOTD: My mermaid look (feat. Nabla Cosmetics Mermaid Collection + Sugar, Under Pressure, Calypso 9)My Profile

  8. Giuliana Andrea says:

    Ciao ciao XD
    Questi tuoi post seppure di primissime impressioni sono sempre molto precisi e a sorpresa,avendo avuto modo di provare qualche prodotto,contengono anche utili modi d’uso e differente resa (vedi Under Pressure e Sensuelle)
    Salterei la parte su quanto mi sembri centrato il tema,perché di mancati sireneschi colori ne abbiamo già parlato. Come del resto di quanto ci si senta orfane di uno-dico-almeno uno- altro rossetto. Per le varianti corallo Daniele ci penserà in differita? La Mermaid 2 è già in itinere e conterrà le integrazioni?
    Passerei alla parte blush. Carini certo,ma con la prima sfornata Daniele si e’ superato ed abbiamo avuto colori stupendi,che si sia lasciato questi due più tenui per abbinarli al mite rossetto in collezione? Questa sarebbe la mia teoria.

    Concordo che ogni tanto una Liberty twelve in edizione limitata ci starebbe. Non che la nera lucida uscita con i prodotti viso non sia stata apprezzata,ma mi piace e mi torna utile cercare in un cassetto colorato. Ogni colore delle mie z-palette,già dal contenitore mi fanno ricordare cosa ci troverò dentro.

    Io ho preso: Cleo,Selfish,Under Pressure,Calypso,Juno Moon,Nereide (e non Sensuelle,galeotto fu il tuo post) e inaspettatamente ho infilato pure Chemical Bond. E ti spiego,su IG ho trovato un look con un colore simile,un Borgogna sfumato con un ombretto aranciato in piega e eyeliner prugna. Ora tu sai che Prunella di MUG è approdato in territorio italico ;) per cui mi sembrava utile prender Chemical.

    Non vedo l’ora di paciugare pure io,temo che saltando la consegna oggi,qui il 15 luglio e’ quasi un giorno festivo,sebbene non sia un giorno rosso sul calendario.
    Poi eventualmente ci si ritrova,no?

    • è per questo che non li scrivo senza aver provato un attimo le cose addosso: so che a molte persone bastano gli swatches sulle mani ma per me essi presi da soli sono fuorvianti, come fai a capire la resa?

      non saprei perché a me Closer non piace granché con Coralia. Con Kendra di più ma con Coralia… meh.

      eh. oddio averle divise per colore etc sarebbe una figata assurda!

      Chemical Bond coi borgogna e i viola caldi soprattutto sarebbe da provare…

      scusa tantissimo per il ritardo anche tu ç_ç
      Misato-san recently posted…FOTD: Ablaze (feat. MAC Cosmetics Blue Nectar collection 1)My Profile

  9. Ma zalve! :3
    Under pressure a livello di texture com’è? Ho provato in negozio gli altri due blu di Nabla e non mi son convinta a prenderli perché erano parecchio ‘duri’ e si sfumavano male (per come piace a me, ovviamente). Questo come ti è sembrato? **

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: