Naturaverde bio – Crema Protettiva Emolliente Review

Da grande amante dei prodotti a base di ossido di zinco, pasta all’acqua in primis (la mia recensione di quella di Marco Viti qui è uno dei post storicamente più letti del blog, specie in estate) da tempo mi sto dedicando al test di tutto ciò che fa parte di tale categoria, nella speranza di trovare qualcosa da affiancare proprio alla Pasta all’acqua contro irritazioni e screpolature varie.
Quando ho preso il detergente delicato (qui) di Naturaverde bio ho portato a casa con me anche la Crema Protettiva Emolliente, anche questa con Bambi come testimonial…

Naturaverde bio - Crema Protettiva Emolliente

Info fondamentali
Crema a base di ossido di zinco anti irritazioni prodotta e commercializzata da Naturaverde bio in confezioni da 100 ml al prezzo di 5,90 euro.
La linea è distribuita in catene quali Acqua e Sapone, Idea Bellezza, Tigotà, Esselunga.

Impressioni generali
Chiunque segua questo blog da un po’ sa che uno dei miei holy grails è la Pasta all’acqua, un preparato galenico a base di ossido di zinco e poco altro che fa veramente miracoli sulla mia pelle delicatissima e soggetta a irritazioni.
La quantità di confezioni che ho terminato negli anni è enorme, tuttavia da tempo cerco prodotti da affiancarle perché essa ha alcuni difetti, in primis secca la pelle, in secondo luogo macchia (niente che acqua e sapone o un giro di lavatrice non eliminino), per non parlar del fatto che non è utilizzabile in zone esposte della pelle perché è bianca e si vede tantissimo, ci sono situazioni in cui me ne sono disinteressata in passato (la salute innanzitutto!) ma non sempre è possibile.

Ho cominciato quindi a guardare quei prodotti formulati almeno in teoria per i bambini tipo le paste per il cambio dei pannolini e similari perché sulla carta sono ottimi anche per gli adulti delicatini come me.
Naturaverde bio - Crema Protettiva Emolliente Mi sono imbattuta nella Crema emolliente Protettiva di Naturaverde bio un po’ per caso e mi ha subito attratto, contiene infatti burro di karité che è idratante, avena e camomilla per lenire come altri prodotti della linea e una buona dose di ossido di zinco che è seboassorbente.

La crema ha una consistenza densa, anche se meno di quella di una qualunque pasta all’acqua, ed è abbastanza spalmabile; la densità tuttavia la rende un po’ inadatta al tubo con apertura a scatto nel quale è contenuta, io ho fatto fatica da subito a farla fuoriuscire e come si noterà dalla foto la primissima volta mi è esplosa letteralmente, spuntando esattamente dal lato opposto a quello desiderato!
Ho rimediato chiudendo la parte alta della confezione con del nastro adesivo, tuttavia sento di segnalare la cosa perché chi decidesse di provarla sia estremante cauto ai primissimi utilizzi.

Inghippo di confezione a parte la trovo molto semplice da spalmare, lascia una leggera scia bianca ma non è così visibile da renderla non utilizzabile su parti esposte all’aria (per lo meno… non sulla mia pelle molto chiara di persona che per giunta non si abbronza), e tale aspetto me l’ha fatta amare subito, l’ho sfruttata su punture di zanzara dopo averle trattate, su irritazioni su gambe e braccia, qualche volta anche sotto le ascelle quando mi sono ritrovata a testare deodoranti che sono stati in fretta bocciati dalla mia pelle.
In tutti i casi la sensazione di sollievo è stata chiara e presente fin da subito.

La uso spesso anche di sera in tutte le parti dove precedentemente ho applicato la Pasta all’acqua, la cui azione è molto più decisa, per ristabilire in esse un minimo di idratazione e anche in quel caso è efficace.
Inoltre non è male nel post depilazione, anche se di solito per lo scopo le preferisco il gel d’aloe.
Ha anche un discreto profumo, non fortissimo ma leggermente fiorito, che non mi dispiace affatto!

…in definitiva
Pur non essendo un sostitutivo della mia amata Pasta all’acqua la Crema Protettiva Lenitiva di Naturaverde bio ne costituisce un buon complemento perché va a idratare quelle parti irritate quel tanto che basta per rimediare all’azione seccante della prima.
E’ inoltre valida per il post depilazione e non lascia scie bianche ingestibili.
E’ stata una piacevole scoperta!

Voi l’avete provata?
Conoscete/usate prodotti simili?

Comments

  1. Domanda stranissima (lo so)… Visto il contenuto di ossido di zinco e il burro di karité ti sentiresti di consigliarla per uso su un viso delicato e reattivo? So che non nasce proprio con quello scopo ma secondo te visto l’utilizzo diretto… Ci saranno controindicazioni? (Scusa lo so che alle volte queste domande strane sul blog possono risultare un pochino fastidiose)

  2. Sarebbe utile proprio dopo la depilazione, io di solito uso il gel d’aloe però qualcosa di più idratante non mi dispiacerebbe *_*
    Foffy recently posted…Review Fondotinta SO’BiO Etic “02 Rose Discret”My Profile

  3. Interessante! Il mio holy grail all’ossido di zinco è la Pomata 33 della Bioturm arricchita da konjac e argento anti batterico, la uso per punture d’insetto, cisti sotto pelle, brufoli, irritazioni e infiammazion varie, pruriti, pellicine, piccole dermatiti, ecc sia sul viso che sul corpo. Su EccoVerde si trova anche in bustine monodose, non manca mai quando viaggio ;)

  4. Myangelsfire says:

    Io uso la crema alla Calendula Weleda per il cambio del pannolino dei neonati(si chiama proprio così :) ) . Dopo l’epilazione col Silkepil di solito mi ci vogliono quattro o cinque giorni per far sparire i bubboni ( i bulbi piliferi mi si gonfiano ed arossano dando luogo ad un simpatico effetto Pimpa) mentre con quella in un giorno e mezzo sono pronta per il mare !!!! Ovvio che anche quella sia a base di ossido di zinco……. ;)

  5. La pasta all’acqua ha salvato anche me in diverse occasioni. Questa crema, a parte il problema esplosione del tubetto, sembra interessante. Un caro saluto :)

  6. Ciao Maria Antonietta, ho spulciato un po’ il blog in cerca di prodotti adatti a pelli reattive e sensibili e mi sono imbattuta anche in questo qui.
    In realtà a parte i prodotti lenitivi mi piacerebbe avere un tuo feedback sui metodi di depilazione adatti a questo tipo di pelle. Il soggetto in questione è mia sorella, che per una bruttissima reazione alla ceretta, tanti anni fa, si è data alle lame e alla pasta depilatoria con risultati disastrosi.
    Tu che metodi utilizzi?

    Grazie
    Serena

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: