Neve Cosmetics Palette Makeup Delight vista dalla rete! + promozione Natale a colori

Ultimamente Neve Cosmetics sembra una mitragliatrice: non finisce di annunciare un prodotto novità con relativa promozione, che dopo qualche giorno ha in serbo qualcosa di inatteso!
E infatti, a distanza di pochissimi giorni dal lancio dei nuovi pennelli Glossy Artist e a pochissima distanza dal debutto di Sfilata e Invidia è arrivata la novità che probabilmente molti di noi si aspettavano prima o poi: una palette da 10 ombretti in collaborazione con Makeup delight aka la make up artist e Youtuber Giuliana Arcarese, da anni storica partner del brand attraverso video sul canale dell’azienda e post di swatches sul proprio blog personale.

neve_makeupdelightpalette01 Nota al pubblico di Youtube per essere, come la ancora più famosa Clio make up, italiana trapiantata di America, la Arcarese ha messo assieme una palette che segue i canoni delle altre di Neve Cosmetics (Intensissimi, Chiarissimi, Scurissimi, Elegantissimi, Blushissimi e Duochromes a livello di inci, per cui ritroviamo prodotti pressati senza parabeni, petrolati e schifezzame vario, in più stavolta la palette è completamente vegana, il che conferma l’impegno dell’azienda nell’eliminazione del carminio dalle proprie formulazioni che avevamo già riscontrato in recenti uscite quali le già citate, la Twenties icon, la Immaginaria; ma ad essi unisce un tema che non è, stavolta, cromatico in senso stretto (perché le palette Neve hanno dei nomi che suggeriscono chiaramente l’idea creativa grazie alla quale sono state concepite), in quanto riflette la sua vita, le sue esperienze e i suoi ricordi: per chi la segua da tempo non sarà quindi difficile associare il motivo che vi è dietro ad un ombretto chiamato Trinacria, che riprende l’arancio della Sicilia che le ha dato i natali, oppure a Tacco 12, marrone caldo (stando ai pochissimi swatches disponibili al momento in cui scrivo, che sono di due sole persone) che richiama la sua nota passione per le scarpe alte… e chi come me non è proprio ferratissimo in materia ha potuto comunque usufruire di un video esplicativo a cura della stessa Giuliana per recuperare i tasselli mancanti del puzzle.

A una prima occhiata la palette risulta non malvagia (anzi, a me la confezione turchese piace proprio XD) ma di tremendo assemblaggio: le cialde infatti sono disposte con un senso cromatico che mi sfugge, al contrario della quaterna delle prime uscite infatti, che seguivano un criterio definito (dal più chiaro al più scuro e nel caso della Intensissimi partivano dal caldo e arrivavano al freddo) la Makeup Delight palette mischia le carte presentando caldi, freddi, neutri e colorati senza un ordine preciso, il che oltre a disturbare chi come me apprezza la materia costituisce un limite dal punto di vista visivo (psicologicamente siamo attratti da ciò che è presentato bene, o il packaging non sarebbe un elemento importantissimo nel mondo del make up!) e non aiuta il potenziale cliente a visualizzare possibili accostamenti cromatici, il che naturalmente va a influire sulla sua scelta finale di acquisirla o meno.
A margine devo dire che osservandole attentamente potrebbero suggerire abbinamenti di colori in duo e in quad, ma chi può dirlo? Sarà quello il criterio? E come mai si discosta da una strada che Neve ha già tracciato egregiamente nel tempo?

I colori spaziano, come accennato, da quelli un po’ più sul lato neutro (Tacco 12, Texas, Biker Chic, Jet lag, Route 66) a quelli più vivaci; i finish sono vari e vi è una buona quantità di abbinamenti possibile tra di essi (effettivamente secondo il concept di Giuliana dovrebbe essere possibile crearvi sia smokey eyes che trucchi più “sobri”) anche se a mio avviso non è una tavolozza autosufficiente e va integrata con qualche tono dalla Elegantissimi (per esempio per il sottoarcata sopraccigliare) e dalla Chiarissimi (per il punto luce, Route 66 non mi dà l’idea di essere così versatile in materia ed è l’unico candidabile); rispetto alle palette classiche di Neve poi manca anche di un tono che possa essere sfruttato come fard (Trinacria probabilmente potrebbe prestarsi, ma non è universale quanto, per esempio, quella bellezza di Watermelon della Intensissimi, che dona un effetto salute alle guance ed è abbastanza bilanciato da potersi adattare a un numero di carnagioni e sottotoni ampissimo).
Vi è ancora da notare, sempre a livello cromatico, come alcuni colori ne ricordino pericolosamente altri molto famosi di un brand cosmetico a caso: penso specialmente a casa Delight, un viola la cui base sembra quella del mio amatissimo Parfait Amour (swatches/look), senza il duochrome però o It’s a boy, un blu che invece richiama Freshwater (o il suo quasi dupe P426 di Inglot (look).

neve_makeupdelightpalette02
la solita tavolozza di colori che Neve piazza dietro alle palette. Non so voi, ma io non le apprezzo mai, la presentazione dei toni è sempre molto più scialba rispetto alle cialde vere e proprie e se dovessi vedere solo essa, non ne avrei acquistata neanche una ^^;;;

Della pigmentazione non avendola testata con mano non so che pensare; personalmente parlando non ho amato molto che gli swatches in giro fossero pochi e che non fosse chiaro come fossero stati fatti (bagnati? asciutti? su una base? quante passate?) e ho visto almeno un look in cui la Arcarese suggeriva per un colore l’utilizzo bagnato, che di solito non promette benissimo, ma non posso sapere se sia una sua passione/fissa o se effettivamente il colore in oggetto e i suoi fratelli necessitino di un aiutino per mostrarsi (per esperienza personale di solito con le palette Neve non è così e ammetto che rimarrei non poco male a sapere che stavolta le cose non sono come sempre).
A tale proposito la strategia di lancio stavolta è stata profondamente diversa dal solito: niente omaggi alle bloggers (almeno, che io sappia/abbia beccato al momento in cui scrivo il post) e attesa di una settimana per il lancio, il che se da un lato è comprensibile (è la palette di Giuliana, che la presenti lei come meglio crede è doveroso) dall’altro non aiuta chi ha bisogno di vedere un po’ di materiale da fonti diverse per decidere.
Nel momento in cui scrivo ella sta anche presentando, pian piano, look semplicissimi per ogni colore, il che come pro ha dalla sua il fatto di farli apprezzare (pur con i dubbi di cui sopra, perché non sappiamo come siano applicati!), ma come contro sono forse un po’ troppo semplici, per cui anche tale scelta non favorisce il suggerimento di combinazioni al pubblico.

Ho però apprezzato molto almeno il tentativo di creazione di attesa nei confronti del prodotto, e anzi, da blogger lo auspicherei per il futuro, era qualcosa che Neve una volta faceva e per chi riceve samples da testare non dover lottare troppo contro il tempo potrebbe essere qualcosa di desiderabile (poi sicuramente ci sarà chi continuerà a fare la caccia alla prima visualizzazione, ma personalmente parlando l’ammazzata per presentare i post per le matite vista anche la promo breve l’ho trovata di indicibile pesantezza e chi mi segue sa che qualche giorno in più per delle prime impressioni dettagliate lo amo anche da lettrice).

Tornando alle caratteristiche “tecniche”, purtroppo tocca constatare che si tratta di una edizione limitata, il che comporta il non poter acquistare cialde singole in un secondo momento: se questa decisione dell’azienda denota una strategia di marketing ancora più volta a raggiungere i fan della Arcarese nonché quelli delle edizioni esclusive, dal punto di vista di chi scrive non è una buona notizia, perché vi sono alcuni (Casa Delight, non vi sono viola veramente freddi tranne Shock e Sang Bleu ed entrambi sono diversissimi da esso… ma anche It’s a boy, con l’eliminazione di Pavone e Laguna Blu doversi accontentare del solo, pur bellissimo Inchiostro è quanto minimo limitante. Anche Biker Chic e Pacifico sembrerebbero non proprio dupes di prodotti già esistenti) che in gamma Neve non sono presenti e che sarebbe stato bello rendere disponibili ad un pubblico più vasto; inoltre da un punto di vista economico la palette costerà più delle altre e ciò potrebbe scoraggiare gli indecisi.

Il prezzo della palette è fissato in 33,80 euro, ma in offerta è a 29,90 euro, un po’ più della Duochromes; io mi aspettavo che non fosse in linea con gli altri Arcobaleni per via del suo essere in edizione limitata e per 10 cialde con palette mi sembra niente male (sulla carta, visto che la qualità, val la pena ripeterlo, per ora non è qualcosa di cui possa parlare).
Ho letto qualche commento (anche sulla mia pagina facebook, per esempio qui ma non solo) con paragoni con palette dissimili, tipo la Naked 3 o anche le componibili di Inglot, ma mi chiedo a che pro farli?
La Naked 3 è di una tipologia del tutto diversa, essendo di rosini e marroncini; le Inglot, se la matematica non è un’opinione, vengono 70 euro (considerando le cialde normali e non le rainbow che vengono 8 euro l’una!) e bisogna ancora aggiungere una palette per contenerle… penso che questo dia un po’ la misura di come a volte si pensi ad esempi scollegandoli dalla matematica alla quale sono legati.
Per un approfondimento su quanto costino palette componibili di vari marchi vi rimando a un po’ di calcoli e ragionamenti fatti qui.

nevecosmetics_natale2013Ed è proprio sulla promozione che vado a spendere due parole, perchè stavolta è carina davvero.
Oltre alla palette presentata a 29.90 euro abbiamo una serie di save sets su ombretti, blush, rossetti, palette (purtroppo queste solo se acquistate tutte assieme!), skincare (anche qui solo acquistato in blocco) che possono essere interessanti per regali e ordini di gruppo; personalmente parlando sono perplessa dall’assenza di alcuni colori (no verde?), dalla composizione di alcuni di essi (Abisso mon amour che ci fai tra i blu? Sei un teal in base verde tu! U_U E per colpa di ‘sta classificazione di Neve io non ti avevo adeguatamente considerato, anni fa ç_ç ) e avrei auspicato qualcosa di magari più piccolo in alcuni casi (vedi rossetti, a chi stan bene tutti e 8? o anche la skincare, è difficile che qualcuno abbia la pelle mista, grassa, secca etc ASSIEME… XDDDD probabilmente vendere uno dei due prodotti per lo strucco e la pulizia + una crema a scelta avrebbe potuto aumentare l’interesse dell’utenza) e sconti sui minerali, anche in formato mini, che fan sempre piacere :D
Dulcis in fundo, spese di spedizione simboliche a un euro che potrebbero convincere persino me a ordinare nonostante sia più di un anno che evito da siti che utilizzano Bartolini. Vedremo.

Prima di concludere la risposta alla ovvia domanda che probabilmente vi sarete fatti dall’inizio: ma la palette la prenderai?
Decisamente no, non ha abbastanza toni che userei e che non ho già (nella mia testa una palette val la pena prenderla se si usassero la metà più uno dei colori, ergo 7 in questo caso.)
Mi piacerebbero un paio di cialde, però, non lo nascondo, se vi fa schifo Pacifico o volete disfarvi di Biker Chic (ma anche Casa Delight e It’s a boy…) li consolerei volentieri XDDDDD

Voi che idea di siete fatti della palette Makeup Delight?
Siete già alle prese coi carrelli per Natale o state ragionando sul da farsi?

Qualche link utile nel caso in cui vi servano info su prodotti Neve Cosmetics presenti sul blog:
– Like or not 1, 2, 3, 4
contengono anche i collegamenti ai post di recensione specifica (che trovate anche con la funzione cerca ^_-)
Il quinto con tuuuuuuuuutti gli aggiornamenti delle cose provate nell’ultimo anno arriva a breve.

Comments

  1. A me fa un piacere immenso per Giuliana, onestamente però non comprerei nemmeno io la palette sopratutto perché non ho mai acquistato da neve e inoltre gli ombretti non mi mancano di certo… ti do ragione, i colori sembrano un po’ messi “a muzzo” XD
    Magari poi vedendole per bene quando ci saranno più swatches in giro per il web mi mangerò le mani visto che da quanto ho capito c’è un numero limitato di pezzi… vedremo…
    LaMary recently posted…Kiko – Infinity Eyeshadow – Applicazione, review&swatchesMy Profile

  2. Non la prenderò nemmeno io…
    non so ma i colori non mi ispirano per niente!
    Belli i save set, anche se avrei preferito un set matita+rossetto anzi che tutti e 8 i rossetti in blocco… sigh.

    Magari un ordinino lo potrei fare cmq… domani vedrò!
    Alis recently posted…My Birthday GiftsMy Profile

    • Giuliana Andrea says:

      Ciao cara,penso sia una palette che possa incontrare molte fra noi. Naturalmente come suggerisci a patto si possano sfruttare una gran parte di colori e non avendo già in casa dupe o simili.
      Io l’ho presa assieme a due sample che tu ami molto e con cui mi hai tentato assai, Dragon e Kensington gardens (le mie guance l’attendono). La mia valutazione e’ stata esattamente la tua,amerei-sfrutterei 6-7 colori. Anzi, ti dirò, valutavo di prendere proprio Freshwater di Mac.
      A prescindere comunque non considero eccessivo il costo rispetto a 10 cialde e palette. Non avevo riflettuto sulla scrivenza,lo confesso. Fino ad ora nessuna delle palette o cialde singole Neve mi ha delusa a scrivenza su palpebra. Alchimista non lo considero,sono io che non so gestirlo per fare uno swatch, per cui ho preferito non rischiare con un look.
      Trovo anche io una parte dei set utili per fare i regali di natale. Penso proprio al set delle creme, basta avere amiche con esigenze diverse. O anche ai set dei blush,si risparmierebbe molto. Vedo un po’ meno indirizzati ai regali i set di rossetti. A condizione di tenersene un paio, bisognerebbe avere da 3 a 6 amiche dai gusti diversi,questo set lo vedo più da ordine associativo. Fra personali o regali 8 rossetti si sistemano meglio. Peccato che in ambito appassionate di makeup io abbia già quasi (!!!) finito i regali,quest’anno mi ero portata avanti con l’ordine precedente dei pennelli.

    • anche io avrei fatto rossetto + matita, anche se mi sa che hanno evitato perché stanno ruotando gli sconti di tutti i prodotti.
      a parità trovo più bizzarro il set della skincare…

      sulla palette a me ne ispira la metà mi sa, per quel poco che ho potuto vedere!

      a cosa aspiri?
      Misato-san recently posted…Right back to youMy Profile

      • Giuliana Andrea says:

        A cosa aspiro in che senso?
        In attesa della tua risposta, se intendi i colori della palette ti lascio qui i colori che mi hanno fatto decidere.
        It’s a boy perché Freshwater lo volevo proprio.
        Casa Delight perché di viola ho solo quelli Neve (e non tutti) ed il viola mi piace molto.
        Pacifico perché ne avevo uno simile un quinquennio (e più fa!) ma tra il matte ed il satinato. Sono pochi i verdi che mi amano.
        Trinacria, Trinacria le mie labbra l’aspettano!
        Biker chic: cerco da tempo un colore per la parte finale dell’occhio e per la metà piega esterna. Il nero e Tatoo induriscono troppo. A volte uso Brun o Contrast di Mac.
        Jet lag potrebbe togliermi la curiosità del rosato sulle labbra. Non lo metto da anni. Poi mi incuriosisce sulle guance.
        Route 66 che potrebbe (???) funzionare da illuminante, volevo da tempo ordinare Plastic per capire se fa per me, mai provato…
        Son fuori Tacco 12 perché potrebbe esser troppo rosso, Texas che lo userei solo per le ciglia inferiori e Monterei che non è esattamente un verde per me…

  3. Anche a me piacciono le tue stesse cialde XD
    Ergo non la prenderò. Sto mettendo da parte dei soldini per comprarmi una palette Inglot, anche se sono indecisissima sui colori (di sicuro voglio un giallo satinato e un indaco)
    Foffy recently posted…Paciugopedia #4My Profile

  4. Non nego che ci sono dei colori che mi piaciucchiano (casa delight in primis) ma ne sono solo 3 o 4 in mezzo ad altri che non saprei proprio come usare (marronazzi caldi brrr), senza contare che tutti hanno delle forti somiglianze con roba che già ho (come l’amico parfait e alcune cose che ho di Inglot). Quindi non la comprerò, questa volta passo serenamente.
    La questione della disposizione delle ciade soitamente non dovrebbe rapresentare un problema: quando una palette è ben studiata cromaticamente no c’è bisogno che l’azienda ti indichi come abbinare i colori, in questo caso fa strano perchè la palette – diciamoci la verità – ha toni un po’ a casaccio e coma la giri e la rigiri ti ritroverai sempre con dei colori “orfani”.
    Ci sono parecchi toni caldi più o meno abbinabili, ma toni come It’s a boy, Pacifico e Casa Delight riuscirei solo a sfumarli con quella specie di neutro che è Route65. Cosa costava mettere un verde e un marrone in meno per aggiungere qualche colore freddino sul chiaro? che so, un verde teal chiaro, un argento, un malva, un celeste…
    Magari se fossi stata una di quelle che usa sia freddi che caldi non mi sarei posta il problema e avrei compensato con altro, ma per le mie esigenze è cromaticamente sbilanciata e studiata male.
    Per quanto riguarda il prezzo io credo che comprare una palette sia ogni volta un regalo che ci concediamo, sborsiamo una certa cifra per avere qualcosa che ci piace: se me la posso permettere 5€ in più non mi mandano il conto in rosso, se non me la posso permettere anche con 5€ in meno rimane una spesa importante per il mio portafogli. Resta il fatto che sono 10 grosse cialde in palette magnetica, non te le possono regalare e considerando che si tratta di una Limited Edition c’è da aspettarselo un rincaro. Quindi polemiche inutili.
    Annalisa recently posted…Paciugopedia #4My Profile

    • eh anche per me è la stessa cosa, in particolare Texas e Tacco 12 sono proprio fuori dalle mie possibilità!

      Sulla palette ben studiata sono d’accordo a metà: nel senso che il tuo discorso è vero ma non tiene conto di principianti e persone indecise, o sempre dubbiose… quelle che chiedono/cercano tutorial per tutto, quelle con poca fantasia… sono tutte categorie di persone che nel dubbio potrebbero anche non acquistare, per cui hanno bisogno di spintarelle diverse per farsi convincere.

      Si possono sfumare tutti con Biker Chic, non ci hai pensato?

      Sul discorso prezzo concordo, ma soprattutto mi chiedo… la gente vuole le cose gratis? boh.
      Misato-san recently posted…Simple Simple aka Shinpuru shinpuru – (Arashi look serie n.3, Ohno Satoshi tribute)My Profile

      • Si ma con biker chic li sfumerei solo poco poco nella piega, altrimenti viene una cosa cupissima, ripeto per me mancano un paio di toni sul chiaro neutro/freddi.
        Comunque ci piacciono gli stessi colori ma ho dei dupe di tutti: It’s a Boy = ombretto blu 3d di Essence (pure bello scrivente); Casa Delight = Parfait Amour (ma già lo sai), Biker chic = Inglot 375; Pacifico = inglot 414.
        Insomma sto a posto XD
        Annalisa recently posted…Review: Chanel Les BeigesMy Profile

  5. Io sono felice per Giuliana, nel complesso la palette mi piace anche se, come te, nel complesso mi sembra che le cialde siano disposte un po’ a caso…poi magari mi sfugge la logica della disposizione eh. Adoro il colore del packaging però non la prenderò, un po’ perché alcuni colori non li userei affatto, altri sono abbastanza simili a colori che già ho. Se avessero fatto le cialde singole un paio ne avrei presi sicuramente…^_^
    Dony recently posted…Review Chubby Stick Shadow Tint for Eyes – CliniqueMy Profile

  6. Sto cercando di tenere duro e non sperperare i miei soldini al vento.
    anche questa volta resisto, ormai ho capito la logica commerciale, tra “”””poco””” ci saranno i saldi ed io aspetto la mia amata palette della Dark Heroine di Kiko, con quel borgogna opaco stupendo, a metà prezzo. Starò diventando verde? Sarebbe anche ora ;)
    bell’analisi sulla questione, sono d’accordo anche sulla corsa alle recensioni..
    Elle recently posted…[Speciale Natale] Crema Mani Collection Cacao&Lampone ♡ Yves RocherMy Profile

  7. La logica del non vendere cialde singole è vittoriosa nel caso di tutta quella gente che non abbia quei 3-4 colori banalotti di cui questa palette si compone e/o fans o meno che compreranno comunque tutto l’ambaradan perché è di Giuliana, per collezionismo o altri disparati motivi; è un peccato per chi, come noi, più o meno certi colori li possiede già e ci riflette un pochino di più a spendere 30 eurini : / A me piacciono i 4 che hai nominato tu, ma per quanto più banalotti sono nelle mie corde anche Tacco 12 e Jet Lag, un boh con punto di domanda per Monterey… normalmente amo i verdi ma questo andrebbe studiato, non so se mi piace ^__^’
    Comunque Giuliana pare abbia pensato a Jet lag come blush, ora bisogna poi vedere se funge e quanto su pelli non chiare (o quanto è shimmer, sulla mia pelle media potrebbe pure vedersi ma non lo metterei mai se poi sembro una palla da discoteca!).
    Trinacria e Texas proprio non mi piacciono in alcun modo.
    La questione prezzo: sì ok un euro in più rispetto alla Duochrome, sarà a causa dei ghirigori sulla palette, sarà a causa degli introiti per Giuliana, alla fine si parla comunque di 2.90 euro a cialda, cialde come dici giustamente tu di supposta ottima qualità… francamente mi sembra un prezzo onesto. Aggiungi il corriere ad 1 euro, aggiungi che si riceve SEMPRE un omaggio di minimo 3.90… boh, lamentele inutili XD
    Ah io ho visto la palette omaggiata a 3 pagine/persone… ma nessuno che si sia degnato di fare swatches -.-

    • Uh ho dimenticato la faccenda disposizione cialde! Neanche a me piace ma non trovo la faccenda insormontabile, ammetto che nella mia testa ho pensato a come le sposterei se l’avessi in mano, molto più probabilmente riassemblerei una palette Frankestein togliendo cialde e mettendone altre diverse XD

      • idem! ciò mi conferma che più che un problema di disposizione si tratta proprio di “conflittualità” cromatiche di alcune cialde.
        Annalisa recently posted…Paciugopedia #4My Profile

      • io la palette la riassemblerei subito: non è insormontabile come problema, per carità, ma per le persone a cui si spegne la fiamma e per tutte quelle che inconsciamente hanno bisogno di una mano… è un problema. Poi se posso aggiungere un’altra cosa… è una palette ideata da una mua, un filo di cura per la faccenda sarebbe stata doverosa.
        Continuando a vedere come stanno promozionando la cosa a me viene da pensare che comunque contassero su tanta gente desiderosa di prenderla a scatola chiusa, perché per ora i look proposti sono tristi e deludenti (l’unico un filino più elaborato è quello del banner! per il resto abbiamo un colore con l’eyeliner, un colore messo solo col mascara che fa l’occhio effetto pianto… e roba così.)

        Faccenda Jet Lag: non ho ancora capito che colore sia, ma sia per finish sia per presunta ipotetica “chiarezza” io non lo vedo come un fard universale come può essere un Watermelon della Intensissimi… ed è quello il genere di colore con un senso logico a cui avrei aspirato.

        Chi l’ha ricevuta? Io non ho beccato nessuno!
        Misato-san recently posted…Top(&worst) September-October 2013 edition (Prodotti preferiti e s-preferiti di settembre e ottobre 2013) – con (mini) reviewsMy Profile

        • Nel frattempo l’ho ricevuta in regalo, e ho provveduto a riassemblarla, in effetti XD
          Temo sia una faccenda un po’ personale quella della disposizione, a livello visivo ognuno di noi può trovare più o meno senso in una certa disposizione piuttosto che in un altra, per esempio per te anche la mia può essere assurda…
          Ho visto da Dotted Around che come blush non sono niente male, proverò appena possibile ;)
          E’ comunque una palette fondamentalmente calda, con solo 2 toni freddi e qualche neutro, direi non proprio universale…
          L’ha ricevuta Cheryl (che nel frattempo ha fatto un post) e poi 2 pagine a me sconosciute, Vivere green e Natmakeup o qualcosa del genere, le ho beccate tramite hashtag altrimenti davvero ne ignoravo l’esistenza… al che mi chiedo: Neve ma che pubblicità stramba fai?!? Boh XD

          • oggi l’ho vista riassemblata su fb (ho anche condiviso la foto) e ha molto più senso!

            In realtà esistono delle regole cromatiche per la disposizione che aiutano la percezione dei colori, di solito si procede dal caldo al freddo e dal più chiaro al più scuro. Come per gli Arcobaleni e la Elegantissimi, non sono disposte a caso per cui offrono un colpo d’occhio molto preciso.

            no universale decisamente no XD

            ora le cerco grazie!
            Misato-san recently posted…5 shades of mistery – IL QUIZ! [APERTO]My Profile

  8. Ciao! Cercando recensioni di questa palette ho scoperto il tuo blog… molto ben fatto e dettagliato, diversamente da tanti altri :)
    Io la palette l’ho ordinata, spero non mi deluda :))))
    Un bacio!
    Stella
    stella maurogiovanni recently posted…Modella per un giorno: la mia mamma!My Profile

  9. mmm nu, non l’acquiesterò
    ho un limite anch’io nei confronti di colori che sembrano piazzati a caso…
    massima comprensione x le spedizioni con bartolini, c’ho litigato troppe volte :-///

  10. In un primo momento la palette mi ha lasciato indifferente, anche il fatto di non avere swatches non aiuta. Mi mette ansia poi che sia un’edizione limitata, non da il giusto tempo per decidere e scommetto terminerà ancor prima della Duochromes. Molti acquistano senza cognizione di causa. Stamattina ho anche visto sul blog di Francesca Neve gli swatches e ci sono dei colori niente male, ma non mi convince del tutto. Non so magari se ci fosse l’opportunità di dividere le cialde con qualcuna non ci penserei più di tanto. E so bene che quando e se deciderò non sarà più disponibile.
    Per la promozione in generale, va bene le spese di spedizione, va bene il 20% sui minerali, ma i set proprio no. Che me ne faccio di tutti i rossetti? E le creme di tutti i tipi? Da questo punto di vista potevano impegnarsi di più.
    Può essere che alla fine approfitterò del 20% per provare la cipria e qualche ombretto, vedremo.
    fifty shades recently posted…Haul: La Saponaria, Marilou Bio & Neve CosmeticsMy Profile

  11. Tua nuova fan!!!
    condiviso pienamente l inutilità della palette che dipende proprio dai gusti che si hanno,l unico colore che trovo carino è pacific gli altri mi sono indifferenti! il costo mi sembra un tantino esagerato nonostante le spese di spedizione siano di valore simbolico a solo 1 euro. per una trovata pubblicitaria avrebbero potuto giocare un po di più sull utilizzo dei colori magari con make up un po più complessi ,rendendo più chiare le nostre idee sull utilizzo della palette!!

    • Il set di rossetti è decisamente inutile, alla fine tutti i colori non saprei nemmeno come piazzarli tra amici e parenti!invece gli altri set sono invitanti soprattutto per me che non ho nulla neve almeno danno qualche spunto,anche se sono più orientata verso le mini size per farmi un’idea più globale!intanto continuo a spulciare il blog e guardare il sito neve in cerca di ispirazione!

    • benvenuta!

      Pacifico è anche quello che ha colpito di più me, ma perché gli altri due belli belli ce li ho simili ^^

      Perché il costo sarebbe esagerato? Su cosa basi la tua valutazione? Ancora quale sarebbe un marchio che ti dà 10 cialde a 2,90 euro e in più la palette dove metterle?

      La tua notazione sui make up conferma la mia teoria ;D
      Misato-san recently posted…Cattier – Masque argile verte – menthe (maschera viso all’argilla verde e menta) ReviewMy Profile

  12. Come sai la palette l’ho presa (arriva domani), ho considerato che fosse abbastanza interessante, che contenesse abbastanza colori con cui giocare e che mi avrebbe dato più soddisfazione che una Scurissimi (pensavo di pigliarmela per il compleanno ma poi mi sono ravveduta). Non capisco tutti i ragionamenti Naked/non Naked che si fanno, è peggio del prezzemolo, la tirano fuori per qualsiasi cosa! (tra l’altro non ce l’ho e continua a piacermi, ma non è che è il mio punto di riferimento per tutto O_O)
    Secondo me 30 euro sono un prezzo favoloso se si considera qualità e quantità delle palette. Su di me funziona meglio Neve rispetto a marche ben più famose, a volte tiene anche senza primer! Fosse per me avrei tutti i colori di Neve in casa, e mi sa che piano piano… XD avendone la possibilità avrei approfittato per prendere molti mini piuttosto che i set di full, considerato che durano comunque un’eternità. Tuttavia le idee sono bellissime e avevo gli occhi a cuore lo stesso XD no parole per i set skincare/palette completi, non hanno senso…mi piacerebbe sapere quanta gente glieli prende, devo dire la verità…
    ps: credo di essere a posto con le iscrizioni, non so perché mi ero persa bloglovin’ O_O
    Ere Kanezawa recently posted…Essence Night in Vegas over Catrice Heavy MetallillacMy Profile

  13. io preso save set di ombretti smokey e blu. lo so che abisso non c entra nulla ma mi piaceva tanto …. la palette di giuliana ha dei bei colori ma preferisco quelle a tema .. infatti avevo acquistato tempo fa quando sono uscite scurissimi ed elegantissimi…

  14. Concordo sulla disposizione ‘che-ci-capisce-solo-Giuliana’,ma in generale la palette non mi convince. Ho visto il video presentazione e i colori mi sembrano quasi tutti già visti,niente che non si abbia in giro tra mono,palette e polveri…il viola e il blu sono belli e più particolari, singolarmente li avrei presi,ma dato che non si può,pace :P

    Le promozioni non sono male ma sì,quella dei rossetti è troppo esagerata, e la tua idea per quella skincare è migliore della loro! E trovo strana anche quella sulle ciprie…
    sabrys recently posted…MOTN – Out of my ‘color comfort zone’ there’s a whole world…and I decided to explore it #1My Profile

    • pace sì XD

      cacchio sì quella sulle ciprie pure mi sono dimenticata, ha poco senso perché ci sono prodotti assai diversi tra loro… e presenta parecchia roba che poi da smaltire sarebbe un delirio.
      Misato-san recently posted…Right back to youMy Profile

  15. Io seguo da parecchio Giuly, quindi non è stato difficile associare le cialde alla sua vita. Sarà forse anche un pò per questo che non mi ha infastidita minimamente la loro disposizione. Stà però da dire che io vedo nella palette (in generale parlando) qualcosa che può essere benissimo non autonomo, solo un insieme di colori interessanti da associare poi ad altro…insomma, pensiero mio. Sul resto delle considerazioni son d’accordo, ma a me personalmente non tange.
    Però non mi sogno di comprarla, perchè mi piace una sola cialda, che è Trinacria (bhè, anche altre, come Pacifico o Jet Lag, ma prenderei solo lei). Mi spiace non poterla acquistare singolarmente, ammetto.
    Per il resto, io continuo a non capire perchè la Naked sia stata eletta a universale metro di giudizio con qualunque tipo di palette esca al mondo, è assurdo :). E in questo caso anche la citazione Inglot lo è…davvero, non c’è nulla che sia paragonabile.

    Sulla promozione Neve, ammetto mi interessava la Hollywood…ma nulla, la storia sulla silica mi fa desistere ogni volta. Per il resto non mi interessa nulla in particolare ora, soprattutto perchè ancora mi rode la sfiga di non aver potuto approfittare delle passate promozione su ombretti in cialda e matite: lì sì che avrei voluto fare acquisti :(.

    • il problema della palette associabile ad altro è in viaggio o quando sei di fretta, soprattutto. nulla ti vieta di fare un look con 5 colori di 5 palette diverse, ma è meno pratico e comunque quando una palette non ha un tema definito (Chiarissimi, Scurissimi, Intensissimi lo sono) le considerazione sull’usabilità da sola vengono da sé.
      Come mai solo Trinacria?

      Sulla Naked non c’è nessun motivo, ma a volte la gente sembra quasi usarla come sinonimo di palette come se non ne esistessero prima dell’uscita di quella. E’ deprimente XD

      Perché? povera Hollywood!
      Misato-san recently posted…Simple Simple aka Shinpuru shinpuru – (Arashi look serie n.3, Ohno Satoshi tribute)My Profile

      • Sì, ma difatti su queste tue considerazioni sono d’accordo.
        Parlando solo per me però, sapendo che comunque in viaggio porto due cose in croce (anche solo un quad neutro e 1-2 ombretti singoli massimo), so appunto che non ne farei uso fuori casa. Inoltre, alle volte faccio la stessa cosa dei vestiti: decido la sera prima che trucco fare; quindi preparo tutto…Insomma via, per le mie proprie necessità, andrebbe bene così. Poi naturalmente, il discorso generale è ben diverso.
        Mah, è l’unico che mi abbia colpita al cuore :). Credo di essere attratta in modo particolare dai colori aranciati (peccato ancora non ne abbia manco uno -.-‘), e poi che bel nome…

        Bhè, per la cipria il problema che mi pongo è appunto il suo essere silica pura (non solo quindi la Holly, ma la Cannes, l’HD..). Ho letto un pò a riguardo, e non sono riuscita a farmi un’idea vera della pericolosità derivante dall’inalazione. Paracelso (immagino tu lo conosca) parlava di limiti imposti all’esposizione nell’ordine dei mg; per quanta poca cipria si va a mettere, io il problema sinceramente me lo stò ponendo. Anche Lola era scettica…ma tolto ciò, non ho davvero capito se granulometrie delle siliche cosmetiche siano pericolose o meno (è un argomento vasto, da ciò che ho capito). Loro si sono meravigliati dell’utilizzo puro e in polvere libera (quindi volatile all’estremo). Vero che ci vogliono anni per ammalarsi, vero tutto quel che si vuole, ma io nel dubbio passo (stò attenta davvero a mille cose, lo sarò anche stavolta); a malincuore perchè ne ho provato un campioncino e mi stava piacendo. Ma a questo punto, credo mi darò allo sperimentare gli amidi.

  16. Arrivato ordine e palette!dal vivo davvero davvero niente male! Non vedo l’ora di provarla! Ne ho anche presa una da regalare quindi due impressioni e utilizzi diversi in un colpo solo!

  17. Giuliana Andrea says:

    Ciao cara, la palette e’ arrivata.
    Domani spero di inaugurarla come merita ;)
    Appena aperta un dubbio, Casa Delight non è che possa esser una parente del ns amato Velvet? Sono andata a prendere l’Intensissimi al volo. Nella palette Velvet e’ solo sfiorato perché lo avevo già preso sfuso, così accanto intonse Velvet e Casa Delight sembrano identiche! Poi fortunatamente dagli swatch son risultati colori diversi,C.D. ha più blu dentro. Dagli swatch di Giuliana sembrava più chiaro,tant’è che ho letto potesse esser simile a Parfait amour.
    Pacific e’ molto bello,fortunatamente non vedo la componente grigia della descrizione.
    It’s a boy pure,tanto!
    Biker chic per me e’ taupe,ma taupe fermo!
    Trinacria ahimè non finirà sulle labbra e Jat lag solo per prova. Chissà se somiglia al rossetto Mac Costa chic…
    Monterei per me non è verde muschio, si avvicina di più al verde pisello. Il verde muschio per me ha più blu dentro.

    • Dai pochi swatches che ho visto non dovrebbe, perché Velvet è caldo, Casa Delight sembra bello freddo (forse il più freddo dei viola di Neve in circolazione escluso Shock, come dicevo anche nel post)

      come mai niente Trinacria sulle labbra?
      Jet Lag sempre basandomi sugli swatches non c’entra con Costa chic, se dovessi vederlo live ti saprò dire meglio…
      Misato-san recently posted…Scroccoprova: Couleur Caramel – Correcteur de cernes (correttore)My Profile

      • Giuliana Andrea says:

        Si si, freddo!
        Trinacria…sob, già provata… sulle labbra con la sua ‘perlescenza’ fa effetto stranissimo…
        Anche Jat lag lo fa! Ti ringrazio, e’ che ho parecchia curiosità verso C.C. ma potrò togliermela presto ;)

  18. Prendere o non prendere? Questo è il dilemma ç.ç ci penso, ci ripenso e ci penso di nuovo e non so decidermi xD credo che userei senza problemi tutti i vari begiolini e marronazzi, mi sono innamorata di pacifico e it’s a boy, ma temo di non riuscire a sfruttarla a dovere. Soprattutto trinacria, casa delight e quel monterey che proprio mi inquieta o.O
    Piper C recently posted…Il blog va in pausaMy Profile

  19. La palette sembra molto carina anche se, così calda, non mi ha tententata neanche un secondo circa l’acquisto.
    Le solite polemiche sul fatto del prezzi e paragoni assurdi con palette famose di altri brand (chi ha detto Naked 3???) mi sembrano tanlmente fuori dal mondo che non meritano nessun commento a riguardo.

  20. Ciao!
    Non ho preso e non prenderò questa palette, ho visto il video di presentazione di Giuliana ed ho apprezzato molto la storia raccontata dietro ogni singolo colore.
    Per me però non è niente di eccezionale, dunque passo.
    Sono troppo curiosa di vedere come è stata riassemblata…
    Federica recently posted…Last 3 Months FavouritesMy Profile

  21. L’ho vista dal vivo e non mi entusiasma, non è una brutta palette però nell’insieme ha qualcosa che non mi convince forse è la disposizione stessa che mi porta a questa conclusione oppure i colori che mi sembrano troppo simili ad altri che ho sparsi nelle varie palette, non so, fatto sta che è rimasta dov’era e tra l’altro ho notato che almeno qui al Panda di Viterbo non mi pare ci sia stata una superichiesta, magari è un’impressione mia, ma già il fatto che riescono ancora a mantenerne una completamente chiusa in vetrina significa che nella mia città non ha sortito effetti da acquisto frenetico.
    Patri – LAismydream recently posted…Le letture del mese #2: Novembre. In collaborazione con MikiInThePinkLandMy Profile

Leave a Reply to Ere Kanezawa Cancel reply

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: