Top(&worst) Winter 2016 edition – Nov2016/Feb2017 (Prodotti preferiti e s-preferiti inverno 2016 Nov2016/Feb2017) – parte 1/4 WORST con (mini) reviews #teammostplayed

Negli ultimi mesi ho “combinato” involontariamente un guaio… ho continuato a prendere appunti sui most played, ma non ho più pubblicato un solo post da… troppo.
Mi pesa assai, i most played sono un ottimo modo per rendermi conto in prima persona di come vanno le cose, di ciò che utilizzo di più e di cosa invece metto da parte o non riesco a sfruttare… nonché delle sole e di come evolvono i miei esperimenti.
Ho deciso quindi di recuperare facendo alcuni post con scelte probabilmente più “stringate” di quelle che avrei compiuto se avessi tenuto un ritmo mensile che chissà se mai recupererò, quindi andando a “tagliare” molti prodotti per raccontarvi almeno quello che è stato super ricorrente nei mesi passati nel bene e nel male.

Ho avuto infatti anche qualche delusione, ed è proprio da quelle che inizierò, in questo stesso post, coprendo il periodo che va da novembre 2016 a febbraio 2017, praticamente il mio inverno.

diversi prodotti non appaiono in foto perché me ne sono disfatta col tempo – sono in quelle dei post dei finiti! – oppure perché li ho regalati a chi potesse usufruirne meglio di me

MAKE UP

01. Nars Cosmetics – Smudge Proof Eyeshadow Base
Sob.
Da “appassionata” e necessitante di primer occhi ho bramato testare il primer Nars, di cui sento meraviglie tipo da quando è uscito, da… quando è uscito.
Mi sono decisa ad acquistarlo, ma… c’è qualcosa nella formula che mi dà fastidio, mi lacrimano gli occhi quando lo uso, negli angoli… per cui di fatto non riesco neanche a rendermi conto di come lavori su di me.
Ho fatto varie prove in periodi diversi ma il risultato non cambia… non mi era mai successo prima.

02. Nabla Cosmetics – Ombretto Glasswork (prodotto fornitomi a scopo valutativo dall’azienda)
[look e prime impressioni]
Non sono proprio riuscita a innamorarmi di quest’ombretto, per me brutta copia di Water Dream che invece amo teneramente.
Base inesistente, effetto più blando di quello di Water Dream, concettualmente però sono simili, come suggerisce il nome aggiungono effetto bagnato specie agli opachi, ma per me Water Dream lo fa molto, molto meglio.
Ancora non ho capito perché fare due cose così simili, ammetto.

03. Kiko Make up – Mascara Ultra Tech Waterproof [review]
E’ fuori produzione ma ecco questo non mi mancherà.

04. Models Own – Lip Gunk Metallic Lip Paint
Ho scoperto il brand l’anno scorso al Cosmoprof (quest’anno non c’era… classico) e il lunedì, unico giorno in cui vendeva, ho fatto qualche spesa.
Sul blog ne avete viste diverse perché mi è piaciuto quasi tutto ciò che mi sono assicurata, e grazie all’arrivo del brand su Maquillaia ho avuto anche qualche pezzo in più (in regalo dalla mia amica Giuliana, io speravo di farmi una wishlist a Bologna quest’anno ma… niente).
Ma questi cosi sono TREMENDI.
Non c’è un altro termine più gentile… TREMENDI.
In teoria sono rossetti liquidi dal finish estremamente metallizzato, li avevo scelti per i colori particolari e per la loro unicità sul mercato (ai tempi… ma anche adesso non mi sembra abbondino in tale formato no?).
Sono in tubetto e quindi vanno applicati con un pennello, ma il problema naturalmente non è questo… il problema nella pratica è che sono liquidissimi e in un anno non ho trovato un modo per farli stare là dove si presume debbano stare: sulle labbra e non sul resto della faccia a caso!
Non vi è matita trasparente, matita labbra classica colorata (avete presente come funzionano? qui ci sono i miei tips!), rossetto o base che tenga con i Lip Gunk: tempo mezz’ora viaggiano ovunque.
Davvero una disperazione, i colori “fattibili” (ho un viola, un fucsia, un blu) li ho riciclati come blush e in quel caso non sono male, ma… per me bocciatissimi, per lo scopo per il quale sono nati risultano inutilizzabili.

SKINCARE

05. Omia – Crema viso lenitiva mandorla e malva per pelli normali e secche
Crema viso pensata per pelli secche, purtroppo negli ultimi mesi ho dovuto ri-affrontare il problema, e in versione persino amplificata rispetto alla primavera 2016 perché la cosa si è palesata a gennaio e dura ancora, sebbene con qualche miglioramento (o forse io sto imparando a gestirla? Boh, potrebbero essere vere entrambe le cose).
Avevo scelto questa crema viso perché me ne aveva parlato benissimo un amico che di pelle secca suo malgrado ne sa, e devo dire che a livello di applicazione i benefici li ho visti subito: ero arrivata a un punto in cui la mia crema viso abituale (l’ottima Bio Marina recensita qui) risultava insufficiente al punto che, usata quale base per un fondotinta pensato per pelle secca… il fondo da solo non bastava e mi faceva un effetto non bellissimo.
Provato con la crema Omia come base… magia, avevo di nuovo una bella pelle ben truccata!
Ho dovuto abbandonare questa crema in breve tempo però perché mi causa uscita di brufoli in quantità non modeste che normalmente non ho… ci sono rimasta malissimo.

06. Naturaline – Shampoo Ylang Ylang Miele Delicato Uso frequente [review]
Shampoo tremendo, poco lavante, non districante, per di più di difficile utilizzo a livello pratico per via di una confezione che non fa uscire facilmente il prodotto già da metà.

07. Biofficina Toscana – Idrolato di salvia [review]
Usarlo o non usarlo è lo stesso per me. Meh!

08. H&M (Hennes & Mauritz) – Raspberry Leaf Peel-off mask [review]
Usarla o non usarla è lo stesso per me. Meh! (e due XD )

09. Idun Minerals – Silfr Black Mascara (prodotto fornitomi a scopo valutativo dall’azienda)
[review]
Usarlo o non usarlo è lo stesso per me. Meh! (quota tre U_U)

10. La Saponaria – Crema mani Burro di karité
Ho questa crema mani da una vita, l’avevo presa perché quella neutra è una delle mie creme mani del cuore, tanto da essere in una delle mie liste di 10 prodotti economici che vale la pena provare (la trovate qui)
Sulle mani non riesco a usarla, ha un odore raccapricciante che non tollero… così dopo non poco tempo ho pensato di “riciclarla” come crema piedi, perché in teoria dovrebbe essere bella idratante.
I primi tempi la scelta sembrava felice (odore a parte, ovvio), ma l’idillio è finito presto perché se cammino tanto è come non metterla, quindi resta solo il negativo del mio naso che mi chiede perché mi ostini a tentare di finirla…

11. Vitalcare Natural Bio – Conditioner Fortificante estratti di avena e camomilla bio
Terribile questo balsamo per capelli, come non usarlo (e quattro!).
Oltre a non fortificare nulla (in verità non ci speravo, ma promette di farlo per cui va segnalato), non noto differenze tra usarlo e non farlo neanche nella morbidezza dei capelli… il potere districante non sono riuscita a valutarlo molto perché l’ho preso quando avevo già tagliato abbastanza da non averne praticamente bisogno.
In più non ne ho capita la consistenza: sembra… ricotta scaduta, è quasi liquido ma contiene dei grumetti di prodotto che non si sciolgono neanche agitando tantissimo, il che lo rende anche difficile da stendere decentemente.
Ammetto che il dubbio di averlo beccato fallato mi è venuto, ma non avrei saputo come capire se fosse vero, online non ho trovato evidenze né in un senso né nell’altro.

12. Burt’s bees – Lip Balm with Promegranate oil
Un burrocacao che di bello ha solo il colore… è rosso!
Ma incolore sulle labbra.
Odore, sapore ed effetto sono ahimé sul versante negativo: i primi non mi piacciono per nulla, è quasi… aspro.
Il fattore idratazione è molto blando, non è come non metterlo ma dura pochissime ore e se sono particolarmente raffreddata e necessitante è insufficiente.

13. Dr Organic – Organic Virgin Coconut Oil
Altro burrocacao, aperto per far fronte alle carenze del primo… altro fallimento.
Ha un odore molto forte (che a me piace tantissimo ma che può dare fastidio, ho ricevuto feedback in materia perché permane sulle labbra non poco e si sente anche non avvicinandosi tanto alle altre persone), ma l’azione idratante che vanta è ancora più blanda di quello precedente.

14. Naturaline – Tonico viso Rinfrescante cetriolo e guava [review]
Alcolico e fastidioso da usare.

15. Dr Organics – Manuka Honey Foot & heel Cream [review]
Ottimo odore ma inefficace.

16. Lycia – Dischetti morbido strucco [review]
Troppo sottili.

17. Dottor Taffi – Gocce di Eufrasia
Sono state sulla carta un regalo molto gradito (le volevo provare!), ma di fatto non ho notato l’azione decongestionante e lenitiva che dovrebbero avere… su di me sono solo rinfrescanti, ed ecco… è un po’ pochino.

Il resoconto delle delusioni invernali si può dichiarare concluso!
Conoscete qualcuno di questi prodotti?
Che opinione ne avete?

Comments

  1. Giuliana Andrea says:

    Ciao ciao

    Dei prodotti conosco solo l’Ultra Tech Waterproof. A quanto pare ce li siamo beccati vecchi ma invertiti. Il mio Waterproof era perfetto,mentre quello classico ‘tirava’ già all’inizio,per cui dopo poco più di un mese e meno di due mi ha salutata. Invece un secondo classico della stessa tornata,che ho dato ad una mia cara amica in occasione di un impegno imprevisto, si è rinfrescata al volo a casa mia con i miei trucchi,è campato il giusto.
    Presi tutti assieme e fine diversa…

    Ho fatto una cavolata e mezza! Uffi…
    Come sai ero disperata per i miei piedi,non essendo riuscita a trovare nulla qui,approfittando dello sconto del 40% su VerdemelaBio,ho preso la crema al miele del Dr. Organic…mannaggia,perché mi ricordavo che ti era piaciuta e non ho controllato! Invece era quella mani che ti era piaciuta…uffi…ho fatto lo stesso con la crema Bio Marina…perdo colpi!!!!!!
    Uffi…i miei piedi ne avevano davvero davvero bisogno…
    L’altro prodotto che spero risulti diverso dal tuo è il balsamo labbra volumizzante al cocco di Dr. Organic. È in versione tubetto e incrocio le dita abbia una riuscita diversa,dovrebbe essere un’altra formulazione…dovrebbe…
    Ho anche messo nel carrello

  2. L’ombretto di Nabla non l’ho preso per paura del doppione.. penso di aver fatto benissimo. Se facessero la stessa tipologia di prodotto in colori diversi avrebbe senso, così non so. Ho visto delle bellissime miche della Merk simil glitter sul blu e sul rosso che sarebbero interessanti in un ombretto di questo tipo.
    Invece mi sono innamorata di Luna che hai usato sul look del post linkato. Non gli avrei dato due lire e invece da quando l’ho preso lo sto usando tantissimo.
    Ho la stessa crema mani della Saponaria che vaga per casa da due anni. L’odore boh, sembra un po’ cheap e aspro, il mio ragazzo ha minacciato più volte di buttarmela (non che sia sta gran perdita eh) quindi anch’io non so bene come riciclarla. Stavo pensando di smaltirla in una botta sola in un impacco per capelli ma ho paura che mi possa inseguire uno sciame di api :D
    Della Naturaline posso dire che mi ha fatto poca impressione tutto quello che ho provato, lo shampoo qua sopra pietà, balsami e tonico opinabili. A parte la resa potrebbero anche spendere qualcosa in fragranze che non sappiano di fieno.

    • guarda Glasswork lo avrei capito in caso avessero deciso di accannare Water Dream (che preferisco), così no. Lo dissi subito e resto della mia opinione dopo averlo provato in maniera continuativa (infatti lo regalerò)

      io l’ho amato subito devo dire… e con lui Sugar pure è un grande illuminante.

      lol XD io l’ho quasi finita ma è terribile…

      concordo XD sinceramente mi è piaciuto solo il detergente viso finora, il resto proprio no no no
      Misato-san recently posted…Young Attitude (Cosmoprof 2017 look)My Profile

    • Allora anche per te abbiamo una bellissima notizia!
      Segui la nostra pagina perché a breve parleremo di tutte le novità riguardanti quella crema. Non possiamo svelare ancora nulla ma ti anticipiamo che faremo ricredere persino il tuo fidanzato 😉

  3. Ho usato quella crema piedi e mi piace abbastanza (non come quella Antos, ma efficace sulle mie estremità che si muovono poco). Glia altri prodotti non li ho provati, mi incuriosiva il Nars ma a questo punto passo! Ho tanti prodotti da aprire e altri che sto consumando, per cui sto in un periodo un po’ di ban, soprattutto di creme viso (anche di palette e ombretti e rossetti ma vabbè).

    lenuccia recently posted…Prodotti finiti dell’invernoMy Profile

  4. Concordo con le gocc di eufrasia, unico prodotto in comune dei citati: nessun effetto…

  5. Quei dischetti lycia ci stanno tormentando XD Io fortunatamente questo mese li ho terminati e ora ne sto usando altri, però ho dovuto giocare d’anticipo con mia madre, che so per certo li avrebbe ricomprati U_U
    Mi dispiace per il balsamo burt’s bees, io sto utilizzando quello in pot e lo trovo molto valido. Pensa che ieri mi sono scottata le labbra in montagna (nonostante la protezione solare), e ieri sera me le ha letteralmente riparate. Una mano santa!

  6. Anch’io avevo provato quel burrocacao di Burt’s Bees e non mi era piaciuto per niente, soprattutto per l’odore che per me sapeva di Svelto o quasi di simile! 😄

Speak Your Mind

*

CommentLuv badge

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d bloggers like this: